Aqara – sensore di vibrazione

4 minuti di lettura
Produttori: Aqara
Categoria: sensori
Tipologia: sensore di vibrazione ZigBee
Costo medio: circa 10 euro
Revisione recensione: 1.0
Aqara sensore di vibrazione
…SCOSSA!

Il sensore di vibrazione della linea Aqara Smart Home Automation è un piccolo componente radio ZigBee dedicato alla rilevazione delle vibrazioni (e, come vedremo, non solo).

Aqara sensore di vibrazione - esploso

L’unità si presenta come la maggior parte dei sensori Aqara come un quadrato di 3 centimetri di lato, alimentato a batteria a bottone, collocabile dove meglio si crede in base all’uso che se ne vuole fare tramite il biadesivo sul retro.

Ma a cosa serve, di preciso? Il sensore, come suggerisce il nome, rileva – tramite degli accelerometri su tre assi – le vibrazioni a cui è sottoposto. Ad essere interessante, però, è il concetto stesso di “vibrazione” associato a questo contesto.

Come tutti i componenti ZigBee, anche questo sensore per essere configurato ed utilizzato ha bisogno di un gateway; di base, questo abbinamento viene effettuato tramite la propria app Aqara Home (per Android e iOS) in caso il componente sia collegato al gateway della linea Aqara Smart Home Automation oppure attraverso l’app Mi Home (per Android e iOS)  laddove sia collegato al gateway della linea Xiaomi Mi Smart Home, verso il quale è comprovatamente compatibile.

Una volta collegato al gateway tramite l’app, il sensore può essere tarato in termini di sensibilità (tre livelli: basso, medio e alto) ed è così in grado non solo informazioni sulla magnitudo della vibrazione (sotto forma di grafico) ma anche tre diverse rilevazioni “calcolate” (caduta libera, vibrazione, inclinazione) utilizzabili nelle automazioni (scene) dell’ecosistema in uso.

Come usarlo

Le funzionalità ufficiali sono quelle elencate sopra, ma ne esistono altre nascoste che vedremo più avanti. Intanto, l’uso, “limitato” alle funzioni “base” (…) è già di per sé tra i più disparati.

Aqara sensore di vibrazione - finestraIntanto, l’uso più tradizionale è banalmente quello applicato a porte e finestre. Impostando una massima sensibilità è possibile essere allertati quando vengono rilevati ipotetici tentatativi di effrazione, in quanto il solo contatto con il varco causerebbe la rilevazione.

Interessante anche l’idea di posizionarlo sul lato interno dello sportello di una cassaforte; la funzione “caduta libera” / “inclinazione” potrebbe essere invece utilizzata invece su porte basculanti di garage e/o porte tradizionali, per rilevare stati diversi. Come spesso accade nell’abito della domotica personale, il limite è la fantasia.

E la funzione nascosta?
Ne parliamo a breve.

Come spesso capita con i componenti Aqara, i materiali di costruzione ci hanno colpito per qualità e compattezza. L’uso è ovviamente limitato al raggio d’azione della trasmissione radio tra sensore e Gateway che, in ambito ZigBee, è certificata per almeno 100 metri il linea d’aria (senza ostacoli e in assenza di ripetitori di segnale).

Compatibilità

Parlare del grado di compatibilità di un singolo componente ZigBee ha poco senso. Tali componenti, infatti, non possono essere usati da solo ma solo in accoppiata con un elemento BRIDGE/Gateway ZigBee/Wi-Fi, pertanto la sua compatibilità deriva direttamente dal grado di compatibilità di tale elemento “collettore” a cui è associato.

Abbiamo auto modo di testare con successo tale sensore associato:

L’uso del sensore associato ai gateway Xiaomi e Aqara fornisce parziale compatibilità con Google Assistant e Amazon Alexa, mentre non è supportato il servizio IFTTT. Come vedremo a seguire, questi limiti sono aggirabili in alcuni casi tramite il grado di integrabilità di questi gateway. Inoltre, mentre il gateway Aqara è nativamente compatibile con Apple HomeKit, il gateway Xiaomi non lo è.

L’uso con ConBee e RaspBee fornisce implicitamente un elevato grado di compatibilità, dato che questi due gateway funzionano direttamente con gli HUB personali software.

I possessori di Homey possono utilizzare direttamente il sensore senza bisogno di gateway (lo è Homey stesso), pertanto dato che Homey è compatibile con Google Assistant e Amazon Alexa (nonché IFTTT), lo diventa anche il sensore.

Integrabilità domotica

Il grado di integrabilità domotica, come per la compatibilità, passa per il gateway al quale il sensore viene collegato.

Il gateway Xiaomi è integrabile con praticamente tutte le realtà HUB software più note:

  • Home Assistant (vedi guida all’integrazione);
  • Homebridge (per rendere il gateway e quindi gli accessori ad esso connessi compatibile Apple HomeKit);
  • Domoticz;
  • openHAB.
FUNZIONALITÀ NASCOSTE

Dato che come noto l’integrazione del gateway Xiaomi (e quindi dei componenti ad essi associati) con Home Assistant funziona piuttosto bene, questo sensore è certamente tra quelli facilmente integrabili con nostro amato HUB personale. Rileviamo però una caratteristiche interessante non documentata: l’integrazione di questo sensore genera infatti due entità presso Home Assistant molto particolari: “bed activity” e “coordination“.

La prima entità sembra fornire un’analisi, sostanzialmente, del sonno. Abbiamo posizionato il sensore sotto il materasso, al centro di un letto matrimoniale, impostando la sensibilità a “medio” per rilevare un andamento di questo tipo:

Home Assistant - Aqara sensore di vibrazione - bed activity

Tale entità sensore più essere utile sia per la rilevazione del sonno degli inquilini (vedi progetto), sia per rilevare l’attività di un neonato o di un anziano.

La seconda entità invece fornisce la posizione spaziale del sensore tramite una tripletta di valori che comunicano alla domotica la posizione degli assi X, Y e Z. Utilità? Beh, come sempre bisogna ragionare rispetto al proprio contesto, ma un esempio potrebbe comunque essere quello di posizionare il sensore sullo sportello di una gattaiola e, con opportune definizioni all’interno della configurazione dell”HUB, monitorare ingresso e uscita del gatto di casa, magari scattando una foto come fa il padrone di Pepito.

Per quanto compatibile nativamente con Apple HomeKit, il gateway Aqara invece non è integrabile con gli HUB personali software. In pratica usando un gateway Aqara non è possibile integrare gli accessori ad esso connessi alla propria domotica personale.

Se invece per integrare il sensore al proprio HUB personale non si vuole utilizzare un gateway Xiaomi / Aqara è possibile utilizzare in alternativa elementi come ConBee e RaspBee, il primo con qualunque computer (dove sia in esecuzione l’HUB), il secondo specificamente con Raspberry Pi.

Homey, come detto, contiene in sé un’antenna ZigBee, quindi è in grado di integrare autonomamente il sensore senza bisogno di altri componenti.

Valutazione

Valutazione di dettaglio:

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità
Integrabilità domotica
Prezzo
Media
Il sensore di virbazione Aqara è uno dei più singolari ci sia capitato di provare, perché per quanto all’apparenza inutile,  in realtà ragionando sulla propria casa di scenari di applicabilità se ne aprono svariati, alcuni piuttosto utili.

Al di là dell’uso come sistema antieffrazione, ci ha colpiti sopratutto l’idea dell’uso con bambini, anziani e infermi grazie ai risultai dell’integrazione con Home Assistant spiegata sopra. A chi ci ha domandato se ci fossero soluzioni per monitorare lo stato di veglia/movimento di un anziano, ecco la risposta.

Al di là di questo, come tutti i sensori Aqara/Xiaomi anche questo è un buon prodotto. Costa come sempre poco, è come sempre costruito bene, è esteticamente gradevole, si integra alla nostra domotica personale, la batteria è durevole e il formato ZigBee garantisce grande affidabilità.

🔻 Clicca QUI per commentare l'articolo. 🔻