AduroSmart ERIA Wireless Motion Sensor (sensore di movimento)

3 minuti di lettura
Produttore: AduroSmart
Categoria: Sensore
Tipologia: Sensore di movimento
Tecnologia: ZigBee
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: Amazon
Revisione recensione: 1.0

AduroSmart ERIA - Sensore di movimento - package

UN DUE TRE, STELLA

Dopo la presentazione della linea AduroSmart “ERIA” , in questa recensione prendiamo in analisi un componente AduroSmart utilizzabile sia tramite il proprio BRIDGE di soluzione “Control Station” sia tramite altri: si tratta dell’ERIA “Wireless Motion Sensor”, ovvero un classico sensore di presenza basato su standard ZigBee. Concepito per realizzare in proprio un sistema di rilevazione presenza (agli scopi più diversi, dall’innesco di allarmi antifurto, alla notifica, all’accensione automatica di luci e quant’altro), si distingue per una buona qualità di rilevazione e, purtroppo, qualche limite.

Caratteristiche

ERIA Wireless Motion Sensor è un sensore abbastanza compatto, realizzato in plastica bianca non di grandissima qualità ma sufficientemente gradevole in termini di design; viene fornito con con una piccola staffa di montaggio a muro (anch’essa in plastica bianca). Le batterie, due mini stilo da 1,5 volt (non fornite nella confezione), garantiscono un’alimentazione continua di circa tre anni. Le dimensioni sono mediamente più ampie rispetto ad altre soluzioni di mercato: l’unità è infatti un cilindro di sei centimetri per quattro di diametro; tali dimensioni possono rappresentare un problema per chi è alla ricerca di componenti dalle dimensioni ridotte, ma d’altro canto l’ampia feritoia del sensore PIR garantisce di una copertura piuttosto ampia (120° di angolo per 8 metri circa di raggio) nonché un’elevata sensibilità di rilevazione.

Sulla parte frontale presenta un piccolo LED verde che fornisce lo stato della rilevazione (si accende quando un corpo caldo ne attraversa il campo di sorveglianza) oppure lo stato di configurazione durante la procedura di pairing ZigBee, la quale si attua tramite un piccolo pulsante posto lateralmente alla feritoia di rilevazione, attivabile tramite uno spillo (fornito in confezione).

Installazione

Il componente, come detto cilindrico, può sia essere sia installato semplicemente appoggiandolo su una superficie piana così come installato a parete, tramite la piccola staffa in dotazione. Una volta inserite le batterie è sufficiente impostare il BRIDGE/Gateway in uso (può essere quello di soluzione come altri compatibili, come vedremo) in modalità di pairing e premere il pulsante presente sull’unità, la quale verrà riconosciuta e diverrà parte della propria domotica personale come, appunto, sensore di presenza.

AduroSmart ERIA - Sensore di movimento - Montato a muro
montato a muro.

Esperienza d’uso

Il sensore, in termini di funzionalità, è piuttosto elementare: rileva (bene) la presenza – e questo è quanto. Purtroppo non abbiamo constatato la presenza di eventuali sensori accessori, come quello di scassinamento o di quantità di luce rilevata nell’ambiente, sensori spesso utili e presenti su altri modelli comparabili. Anche la rilevazione di stato di carica della batteria, per quanto su alcuni ecosistemi (vedi Home Assistant con deCONZ, come spieghiamo dopo) tale sensore sia presente, non viene comunicata dal componente.

Come già anticipato, l’ampia feritoia è garanzia di un ottima sensibilità di rilevazione, nota certamente positiva.

Compatibilità

Come per qualsiasi componente basato su protocollo ZigBee, l’analisi in termini di compatibilità va effettuata in relazione non tanto di quella diretta che il componente offre (fisiologicamente nulla) quanto a quella indirettamente garantita dalla domotica personale presso la quale la rete ZigBee – sulla quale viene attestato il componente – è gestita.

Se consideriamo – come troviamo sia giusto fare in questi casi – la compatibilità possibile integrando il componente a un HUB personale (come approfondito nel paragrafo a seguire), allora tale compatibilità è massima, in quanto l’adozione di HUB personali fornisce compatibilità agli smart speaker, ad Apple HomeKit a IFTTT e molto altro ancora.

Integrabilità domotica

Sul fronte integrazione AduroSmart ERIA Wireless Motion Sensor presenta qualche problema.

ADUROSMART ERIA

Ovviamente nessun problema da segnalare in termini di compatibilità col proprio ecosistema – e ci mancherebbe altro. Il sensore si associa molto rapidamente e può essere configurato all’uso in base alle specificità dell’app “AduroSmart SmartHome” (per Android e iOS).

AudroSmart ERIA - Sensore di movimento - app

HOME ASSISTANT

Questo sensore è il classico componente solitamente di facile integrazione con il noto HUB personale software. Abbiamo testato il sensore con il BRIDGE/Gateway software deCONZ abbinato ad antenne ConBee e/o RaspBee e con zigbee2mqtt abbinato all’antenna CC2531: con deCONZ nessun problema, mentre zigbee2mqtt non ha riconosciuto il componente, sebbene essendo altri componenti della linea comprovatamente compatibili con tale BRIDGE è probabile che testando la procedura di aggiunta forzosa il sensore venga integrato normalmente.

HOMEY

Homey è un HUB personale hardware dotato di antenna ZigBee, la quale consente di gestire reti di questo tipo: va da sé che sia tecnicamente in grado di integrare componenti ZigBee generiche; nello specifico però non è disponibile un’app di integrazione per i componenti della linea ERIA, pertanto ad oggi non è possibile utilizzare questo sensore in questo ecosistema.

ALTRI

Segnalata la compatibilità con l’ecosistema Samsung SmartThings, sebbene non abbiamo avuto modo di testarlo. openHAB e Domoticz, tramite deCONZ, possono certamente integrare il sensore.

AduroSmart ERIA - Sensore di movimento

Valutazione

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Integrabilità domotica
Prezzo
Media

N.b. La spiegazione di questi parametri di valutazione è illustrata in dettaglio su questa scheda.

AduroSmart ERIA - BoANon si tratta di una bocciatura, ma poco ci manca.

AduroSmart ERIA Wireless Motion Sensor è un sensore piuttosto limitato, costoso, relativamente ingombrante e poco integrabile. Si tratta di un vero peccato, perché la sua funzionalità principale – ovvero la rilevazione di movimento – funziona piuttosto bene; il prezzo richiesto per l’acquisto è sproporzionalmente alto rispetto alle caratteristiche.

Per la metà della cifra si possono acquistare altri componenti estremamente più flessibili, più funzionali, complessivamente di maggior valore. Peccato.


Telegram News Channel