community italiana di domotica personale
 
Recensione: Meross MS200 Smart Door and Windows Sensor (compatibile Apple HomeKit)

Recensione: Meross MS200 Smart Door and Windows Sensor (compatibile Apple HomeKit)

Produttore: Meross
Categoria: Sensore
Tipologia: Sensore di apertura varchi (porte, finestre ecc.)
Tecnologie: Radiofrequenza 433 MHz / TCP/IP via Wi-Fi
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: Amazon Kit con BRIDGE/Gateway o solo sensore / Meross
Revisione recensione: 1.0

Merosso - Logo

varchi sotto controllo

Nuovo test e recensione di un componente della linea Meross: stavolta trattiamo l’ambito della sicurezza fisica, dove questo sensore Meross MS200 si propone come elemento utile al monitoraggio dell’apertura dei varchi (intesi come porte, finestre, bascule, vasistas e molto altro).

Si tratta di un componente semplice ma funzionale basato su tecnologia ampiamente rodata, la radiofrequenza.
Ci avrà convinti? Scopriamolo assieme.

Caratteristiche

Meross MS200 si presenta come una piccola ed esteticamente gradevole unità di circa 6 x 3 cm x 1 di profondità, un guscio di bianca plastica ABS di buona qualità che nasconde l’elettronica di controllo e la batteria, una corposa ER2450 a 3 volt.

Sul retro è possibile applicare uno strato di biadesivo ad alta tenuta per il montaggio (incluso in confezione); non possibile invece il montaggio tramite viti, salvo modifiche personali. L’unità è accompagnata, come sempre in questi casi, una piccola unità accessoria, un piccolo magnete di un centimetro di lato; i due elementi vanno collocati sui due battenti del varco da monitorare (finestre, porte, bascule, cancelli ecc.) facendo in modo che ognuno sia posto su uno dei due battenti e che, a varco chiuso, i due elementi siano affiancati. L’allontanamento delle due unità per l’apertura del varco scatena il passaggio di stato da chiuso ad aperto, e viceversa quando il varco viene richiuso.

Assenti, invece, i tipici interruttori concepiti per intercettare eventuali scassinamenti, intesi sia come la rimozione del sensore dal varco sia l’apertura non autorizzata dell’unità. Assenti anche eventuali sensori termici per evitare tentativi di scasso tramite calore o freddo estremi (per esempio fiamme libere oppure gas molto freddi).

Al suo interno, la costruzione del sensore appare molto semplice, ordinata e pulita. Spicca la grande batteria, in basso, e l’antenna RF 433 MHz, in alto.

Meross MS200 - Interno
il “cuore” del Meross MS200.

In termini di trasmissione wireless, Meross MS200 dialoga col proprio ecosistema (e non solo, come vedremo) tramite radiofrequenza 433 MHz, non proprio l’ultimo grido tecnologico ma comunque uno standard indubbiamente consolidato e funzionale, sebbene non propriamente sicuro. Dato che la radiofrequenza in sé non consente trasmissioni verso la propria rete LAN (e quindi con Internet, e quindi col cloud del produttore Meross), questo sensore – come molti altri in uso in domotica personale – abbisogna di un BRIDGE/Gateway.

BRIDGE/Gateway

I dispositivi Meross basati su radiofrequenza (come questo, ma anche altri) prevedono la presenza, nell’ambiente in cui siano installati, di uno o più BRIDGE/Gateway della linea Meross, nello specifico uno o più esemplari del componente Meross MSH300HK, il quale può essere acquistato separatamente o, come nel caso di questo sensore MS200, in kit assieme al sensore stesso.

Meross MSH300
il Meross MSH300HK.

Il BRIDGE/Gateway MSH300HK può essere configurato da qualsiasi generico smartphone dotato di Bluetooth (Android o iOS), mentre specificamente con i dispositivi Apple iOS può essere configurato e gestito anche tramite Apple HomeKit. Il componente viene alimentato via microUSB a bassissimo assorbimento tramite alimentatore incluso nella confezione.

L’MSH300HK viene erroneamente chiamato “Smart HUB” da Meross, quando per l’appunto si tratta di un BRIDGE/Gateway che fa da ponte – per l’appunto – tra radiofrequenza e rete Wi-Fi (2.4GHz). Può essere considerato centrale HUB solo l’ecosistema completo composto da tale elemento, dal cloud Meross e dall’app di gestione Meross (per Android e iOS) ed eventuali altri componenti della linea Meross (come per esempio il termostato ed altro).

A prescindere da quanti esemplari di MSH300HK vengono installati (se ne possono installare più di uno nel medesimo ambiente per aumentare la copertura radio), il numero di sensori radiofrequenza collegabili è virtualmente infinito – a differenza di altri standard.

Installazione

L’installazione del sensore Meross MS200 prevede la presenza di almeno un BRIDGE/Gateway MSH300HK a sua volta già installato fisicamente nell’ambiente e logicamente nell’ecosistema Meross. In caso non lo sia, l’app guida alla sua prima installazione/configurazione e poi al quella del sensore radio.

Ecco un esempio della procedura di prima configurazione di un BRIDGE/Gateway “Smart HUB” MSH300HK:

La procedura è quantomai semplice e immediata.

Con un MSH300HK finalmente configurato, è ora possibile provvedere alla configurazione di uno o più sensori MS200, la quale procedura è ancora, se possibile, più semplice:

Al termine della configurazione, il sensore (o i sensori) Meross MS200H sono pronti a funzionare all’interno dell’ecosistema Meross (e, come vedremo, non solo).

Esperienza d’uso

Senza girarci troppo attorno, MS200H è un sensore che non ci ha di certo fatti saltare sulla sedia dall’emozione. Si tratta di un sensore molto carino, piccolo e funzionale, il quale però ha prestazioni che riteniamo non all’altezza del compito, gravoso, che si propone di affrontare, ovvero la sicurezza fisica di un varco.

Quanto alla rilevazione, per esempio, l’atto di aprire il varco viene rilevato in circa due secondi, un tempo piuttosto lungo. Cosa ancor più preoccupante, abbiamo appurato che se il magnete viene rimesso al suo posto entro il tempo di reazione rilevato, la rilevazione non avviene affatto. Lo stato del sensore è comunque binario (aperto/chiuso), cosa che lo differenzia da altri sensori radiofrequenza in grado di rilevare per lo più solo l’atto “di aprire” e non “di chiudere”. Non entusiasmante l’adozione dello standard radiofrequenza 433 MHz, non difficilmente jammabile, anche se lo stesso discorso vale, spesso e volentieri, per grande parte di altri standard wireless.

Quanto all’ecosistema Meross, il sensore MS200 funziona correttamente e senza particolari intoppi né incertezze, se non quelle citate sopra, fisiologiche: tramite l’app Meross (per Android e iOS) è possibile configurare automazioni legate all’apertura del varco in questione, innescare accensioni/spegnimenti di altri componenti integrati in tale ecosistema ed altro.

Peccato infine per l’assenza di sensori anti-effrazione, sia meccanici che logici (come l’eventuale rilevazione di temperature anomale causate da tentativi si scasso con fiamme libere o gas refrigeranti).

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità domotica, la predisposizione dei BRIDGE/Gateway Meross MSH300HK all’uso con HUB personali brilla un po’ in tutti gli ambiti. A latere, abbiamo anche provato a integrare il sensore direttamente tramite un Sonoff RF Bridge riprogrammato Tasmota, ma senza successo.

HOME ASSISTANT

Home Assistant non è dotato di un componente ufficiale che supporti Meross, ma ne esiste uno non ufficiale (installabile via HACS) il quale consente di integrare pienamente, con successo, questo sensore come entità di tipo “Binary Sensor” nonché di “Sensor” per quanto riguarda il livello di carica della batteria. L’integrazione è di tipo local push, ergo non utilizza la connessione Internet né il cloud Meross per dialogare col componente.

N.b. Usando il BRIDGE/Gateway MSH300HK è possibile integrare localmente il sensore utilizzando il componente “HomeKit Device“.

Tale componente è ottimale anche per l’integrazione di altre componenti Meross, quali teste termostatiche, attuatori, interruttori da muro e altro. Lo sviluppatore sta (giustamente) cercando di far certificare il componente come componente ufficiale di Home Assistant. Abbiamo testato con successo l’integrazione: l’interruttore e i suoi sensori vengono “visti” come entità indipendenti. A questa integrazione è dedicata questa guida specifica.

Meross MS200H - Home Assistant
Meross MS200H integrato su Home Assistant.
HOMEY PRO

Homey Pro prevede e dispone di un’app dedicata che consente la piena integrazione delle componenti Meross Wi-Fi, ma non ancora dell’MSH300HK. Questo significa che, salvo utilizzare qualche integrazione di terze parti che usino HomeKit, tale sensore non è integrabile.

openHAB e Domoticz

La presenza di IFTTT tra le compatibilità consente un’integrazione quantomeno elementare con questi due HUB.

 

Meross MS200 Kit con MSH300HK - Package

Valutazione

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità e integrabilità
Innovazione
Rapporto qualità/prezzo
Media
N.b. La valutazione è oggetto di revisione nel tempo in funzione di novità e aggiornamenti.
Meross MS200 - Kit H e HK - BoAIl Meross MS200 è un sensore semplice. Funziona bene, per come è concepito ed è previsto che funzioni: dovessimo consigliarlo per proteggere varchi di accesso e finestre, forse non lo faremmo, dato che le sue caratteristiche non garantiscono, a nostra opinione, un elevato livello di sicurezza. Può invece essere ideale in caso di si vogliano monitorare varchi “non critici”, come per esempio porte di accesso di animali domestici, porte frigo, abbaini che non consentano l’accesso ai locali e molto altro: in questo caso MS200 è una soluzione economica e assolutamente consigliabile laddove non si vogliano usare sensori Wi-Fi e/o non si vogliano implementare reti ZigBee, Z-Wave o Thread.

Disponibilità: Amazon Kit con BRIDGE/Gateway o solo sensore / Meross

Pros
  • Esteticamente gradevole
  • Basso costo
Cons
  • Tempi di risposta
  • Assenza di sensore/i anti-effrazione

Altri sensori per la sicurezza:

Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Alcuni link sono taggati in qualità di affiliati Amazon e riceviamo un compenso dagli acquisti idonei, utile al sostenimento del sito. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.