zigbee2mqtt (BRIDGE/Gateway software ZigBee)

4 minuti di lettura
Sviluppatore: Koenkk
Disponibilità: presso repository GitHub
Categoria: BRIDGE/Gateway ZigBee↔︎MQTT
Tipologia: software
Difficoltà di implementazione: media

zigbee2mqtt logozigbee2mqtt” è la componente software utile alla definizione di un BRIDGE/Gateway ZigBee↔︎MQTT, la quale controparte hardware è il dongle USB CC2531 (opportunamente dotato dall’utente di firmware specifico, come vedremo).

In pratica, l’adozione combinata di “zigbee2mqtt” e di una (o più) delle antenne di cui sopra abilita l’utente a integrare, presso la propria domotica personale, componenti basati su standard ZigBee di diverse marche e linee prodotti.

Come sappiamo, infatti, l’adozione dei componenti basati sull’ottimo standard domotico ZigBee prevede anche l’adozione del BRIDGE/Gateway della stessa linea prodotti (eg. Gateway Philips HUE per controllare i componenti della stessa linea), salvo casi di interoperabilità (eg. l’esistente possibilità di controllare componenti ZigBee LUMI Aqara tramite Gateway Xiaomi Mijia) – nonché l’uso forzato di app mobili apposite fornite dai produttori del gateway. Un odioso vendor lock-in da evitare sempre, a tutti i costi.

L’adozione di zigbee2mqtt e della relativa antenna CC2531, in associazione all’uso di un proprio HUB personale software (eg. Home Assistant), risolve tutto questo: zigbee2mqtt funge infatti da raccordo tra l’HUB personale e il componente ZigBee (utilizzando come mezzo il protocollo MQTT), quale che sia, ottenendo quindi l’obiettivo della piena integrazione. La lista (ampissima) di componenti compatibili con questo modello operativo è disponibile qui.

Come funziona

zigbee2mqtt è un software gratuito che viene eseguito in modalità “server”, ovvero è un processo perennemente in esecuzione, un po’ come capita per i nostri amati HUB personali.

zigbee2mqtt può essere facilmente installato ed eseguito su:

  • Rasberry Pi dotato di sistema operativo Raspbian;
  • Ubuntu & linux-like
  • Microsoft WIndows 7 e 10;
  • Apple macOS;
  • come addon HASSIO

ed altri.

Una volta installato e configurato zigbee2mqtt sul computer di riferimento (il quale dovrà ovviamente anche avere l’antenna dongle USB CC2531 fisicamente connessa), la nostra rete domestica magicamente disporrà di un’interfaccia MQTT alla quale collegarsi per riuscire a censire e gestire i componenti ZigBee della nostra domotica.

zigbee2mqtt (come il nome stesso suggerisce) infatti altro non fa che  “tradurre” le comunicazioni del protocollo ZigBee in comunicazioni standard MQTT, trasformando di fatto i componenti ZigBee ad esso connessi in componenti MQTT. L’antennna dongle USB utilizzata da zigbee2mqtt, la CC2531, viene solitamente acquistata “vergine” (in termini di firmware) e prevede, da parte dell’utente, l’attuazione di una specifica procedura di riprogrammazione per renderla utilizzabile.

CC2531
il dongle USB CC2531.

Vediamo in che modalità i maggiori HUB personali riescano ad integrare CC2531 via zigbee2mqtt  (e quindi i componenti ZigBee su di esso attestati):

HUBModalità di integrazione
Home Assistant
(distribuzione HASSIO)
Add-on dedicato (server zigbee2mqtt) + componente MQTT nativo Home Assistant. Una volta riprogrammata l’antenna CC2531 col firmware previsto, è necessario eseguire il server zigbee2mqtt; successivamente è necessario effettuare il pairing dei componenti ZigBee con l’antenna CC2531, in modo che le loro comunicazioni vengano, dal server, trasformate in messaggi MQTT. Infine, il componente MQTT Home Assistant (grazie all’autodiscovery) riconoscerà automaticamente questi nuovi dispositivi MQTT virtuali, provvedendo così alla definizione delle corrispondenti entità. È altresì possibile configurare manualmente via MQTT ogni singolo accessorio.

GUIDA ALL’INTEGRAZIONE

Home Assistant
(installato come applicativo)
Servizio (server) zigbee2mqtt + componente MQTT nativo Home Assistant. Una volta riprogrammata l’antenna CC2531 col firmware previsto, è necessario eseguire il server zigbee2mqtt; successivamente è necessario effettuare il pairing dei componenti ZigBee con l’antenna CC2531, in modo che le loro comunicazioni vengano, dal server, trasformate in messaggi MQTT. Infine, il componente MQTT Home Assistant (grazie all’autodiscovery) riconoscerà automaticamente questi nuovi dispositivi MQTT virtuali, provvedendo così alla definizione delle corrispondenti entità. È altresì possibile configurare manualmente via MQTT ogni singolo accessorio.
openHABServizio (server) zigbee2mqtt + componente MQTT nativo openHAB. Una volta riprogrammata l’antenna CC2531 col firmware previsto, è necessario eseguire il server zigbee2mqtt; successivamente è necessario effettuare il pairing dei componenti ZigBee con l’antenna CC2531, in modo che le loro comunicazioni vengano, dal server, trasformate in messaggi MQTT. Infine, il componente MQTT di openHAB (grazie all’autodiscovery) riconoscerà automaticamente questi nuovi dispositivi MQTT virtuali, provvedendo così alla definizione delle corrispondenti entità.
DomoticzServizio (server) zigbee2mqtt Una volta riprogrammata l’antenna CC2531 col firmware previsto, è necessario eseguire il server zigbee2mqtt; successivamente è necessario effettuare il pairing dei componenti ZigBee con l’antenna CC2531, in modo che le loro comunicazioni vengano, dal server, trasformate in messaggi MQTT. Infine, il componente MQTT di Domoticz (grazie all’autodiscovery) riconoscerà automaticamente questi nuovi dispositivi MQTT virtuali, provvedendo così alla definizione delle corrispondenti entità.
HomebridgeIndipendentemente da dove sia in esecuzione Homebridge, è necessario installare il server zigbee2mqtt (le installazioni variano in base al tipo di sistema operativo che lo ospiterà) sullo stesso computer o su un computer collegato sulla stessa LAN ed effettuare il pairing degli accessori ZigBee con l’antenna CC2531 opportunatamente riprogrammata nel firmware. Successivamente è necessario utilizzare uno dei tanti plugin disponibili per la gestione dell’MQTT (noi consigliamo homebridge-mqttthing) e definire i vari accessori manualmente, uno per uno, a partire dai messaggi MQTT prodotti da zigbee2mqtt.
HomeyPensare di usare CC2531 con Homey non avrebbe alcun senso: Homey è un HUB personale hardware dotato di antenna ZigBee e di tutta una serie di apps per integrare un’enorme varietà di componenti ZigBee.

Pregi e difetti

L’adozione di zigbee2mqtt ha pregi e difetti. Rispetto all’uso del suo “rivale” deCONZ, ha il vantaggio di essere più economica (il dongle USB CC2531 e il necessario per programmarne il firmware costano meno delle antenne usate con deCONZ, ovvero ConBee o RaspBee); di contro, zigbee2mqtt prevede una competenza tecnica maggiore rispetto a deCONZ (estremamente più semplice da utilizzare), e le antenne utilizzate da quest’ultimo sono pronte all’uso, a differenza della CC2531 che bisogna imparare a riprogrammare allo scopo.

Altra cosa importante da sapere è il limite i dispositivi ZigBee gestibili: in presenza di una singola antenna CC2531, i componenti gestibili sono 25 (contro i 200 di ConBee/RaspBee), numero che può essere aumentato utilizzando componenti ZigBee con funzione router. Sempre paragonate a ConBee e RaspBee, le chiavette CC2531 hanno una portata radio inferiore.


Please comment below