Xiaomi linea “Smart Home”

Produttore: Xiaomi
Categoria: dispositivi (vari tipi)
Tipologia: gateway/attuatori/sensori/dispositivi intelligenti
Costo medio: variabile
Difficoltà di implementazione: bassa
Facilità d’uso: medio/alta
Integrabilità domotica: elevata
Valutazione inDomus:

Xiaomi Smart Home

XIAOMI: UN MICROCOSMO

“Xiaomi Smart Home” è una famiglia di componenti domotiche tra le più note e conosciute, fatto motivato dal basso costo, dall’alta integrabilità ed espandibilità, dall’ampio numero di componenti diversi tra loro utili a coprire i più disparati fabbisogni in ambito domotico.

Inoltre, la grande compatibilità con una lista sempre crescente di componenti compatibili con questo sistema (primi tra tutti i dispositivi Aqara, azienda cinese della galassia industriale Xiaomi) lo rende una soluzione ancor più interessante rispetto ad altre, chiuse in se stesse, che non permettono di integrare componenti aggiuntive se non della propria linea prodotti.

“Xiaomi Smart Home” è composta di due famiglie di componenti domotiche: quelle basate su protocollo ZigBee e quelle basate su connessione TCP/IP. Lato strumenti di gestione finale atti a configurare e controllare le componenti, Xiaomi mette a disposizione, per Android e iOS, l’applicazione “Xiaomi Mi Home”.

Come funziona

Per controllare/consultare qualsivoglia componente/attuatore/sensore della linea “Xiaomi Smart Home” tramite l’app “Xiaomi Mi Home” è necessario distinguere tra gli elementi connessi tramite protocollo ZigBee e quelli tramite TCP/IP. Questi ultimi si collegano direttamente alla Wi-Fi, pertanto l’app mobile è in grado di censirli e quindi gestirli direttamente. Per gli elementi connessi tramite protocollo ZigBee, invece – dato che gli smartphone non sono in grado di trasmettere usando questo protocollo radio – è necessario introdurre in domotica lo “Xiaomi Smart Home Gateway”, ovvero un piccolo dispositivo Bridge/Gateway in grado di interfacciarsi da un lato sulla Wi-Fi (e quindi sull’app Mi Home) e dall’altro sul protocollo ZigBee.

Xiaomi Gateway
il gateway Xiaomi Aqara.

Questo componente funge quindi da concentratore per queste componenti e anche per quelle – sempre ZigbBee connected – non direttamente prodotte da Xiaomi ma compatibili con la linea “Smart Home”, ad esempio i sopracitati “Aqara”.

L’app “Xiaomi Mi Home” rappresenta l’HUB della soluzione “Xiaomi Smart Home” in quanto rappresenta l’elemento dove non solo si gestiscono i componenti ma anche dove si definiscono – e dove vengono eseguite – le automazioni. Tali automazioni possono ovviamente coinvolgere più componenti contemporaneamente (eg. a fronte dello stato di un sensore, attivare un attuatore).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alcuni componenti della linea sono:

  • Gateway
  • Sensore di apertura varchi
  • Sensore di presenza (volumetrico infrarosso)
  • Sensore termico e di umidità relative
  • Sensore di vibrazione
  • Sensore di rilevazione fumi (eg. Smoke Sensor AQARA)
  • Sensore di allagamento (eg. Water Leak Sensor AQARA)
  • Pulsanti
  • IP Cam
  • Prese e ciabatte intelligenti
  • Socket per lampadine E14 e E27

e molto altro ancora – anche e soprattutto di linee prodotti parallele e compatibili col sistema, come sopra spiegato.

Compatibilità

In termini di compatibilità, la linea “Xiaomi Smart Home” presenta chiaro/scuri.
Ad oggi supporta Google Home (Assistant) (anche se in maniera limitata), mentre la piena compatibilità con Amazon Alexa non è garantita. Pare però siano stati avvistati sul mercato nuove versioni del gateway Xiaomi compatibli con HomeKit, il che renderebbe la linea prodotti di questa linea (e compatibili), se gestiti da questo tipo di nuovo gateway, pienamente compatibili Apple HomeKit.
IFTTT non pervenuto.

L’app di gestione, la sopracitata “Xiaomi Mi Home”, funziona ma non è l’ideale: presenta dei limiti tecnici ed è vincolata al cloud internet del produttore, il che rende la connessione alla rete un must per il corretto funzionamento/gestione della piattaforma.

Integrabilità domotica

Tutt’altro discorso, invece, in termini di integrabilità.
Per la linea “Xiaomi Smart Home” esistono componenti/piattaforme per Home Assistant che permettono di integrare la quasi totalità delle componenti della linea. L’aspetto positivo sta anche nel fatto che la configurazione viene effettuata puntando – via rete locale – direttamente allo Xiaomi Gateway, evitando quindi all’HUB personale di collegarsi verso server API esterni (con tutti i vantaggi in termini di sicurezza e di disponibilità del servizio).
Su inDomus abbiamo dedicato una guida ad hoc per l’integrazione del Gateway (e quel che ne consegue) a Home Assistant.

Stesso identico discorso per Homebridge, che dispone di più di un plug-in per l’integrazione in configurazione di questi componenti. Idem dicasi per openHAB, che presenta un binding apposito, così come Domoticz, che presenta parziale compatibilità.

Nota a margine: oltre quanto elencato, esiste più di un nodo per Node-RED atto a ricevere/inviare comandi verso la piattaforma Xiaomi.

Xiaomi Connection Schema
Schema di connessione tra dispositivi Xiaomi e i più noti HUB personali e tool

Considerazioni finali

“Xiaomi Smart Home” ci piace perché permette di introdurre componenti domotiche di buona qualità – sia in termini di materiali, sia in termini di design – affrontando una spesa contenuta. Due i grossi plus: l’ampissima integrabilità domotica (sebbene a fronte di una bassa compatibilità offerta nativamente dal produttore) e la compatibilità garantita dal Gateway nei confronti di molti altri prodotti ZigBee-based.

Una nota finale: trattandosi di una linea basata principalmente su protocollo ZigBee, l’alternativa all’adozione del BRIDGE/Gateway concentratore previsto può essere quella di utilizzate i gateway ZigBee della Dresden Elektronik, ovvero “RaspBee” e “ConBee“.

🔻 Clicca QUI per commentare l'articolo. 🔻