IFTTT

2 minuti di lettura
Produttore: IFTTT
Disponibilità: online
Categoria: servizio online
Tipologia: automazione
Difficoltà di implementazione: medio/bassa

IFTTT Banner

IFTTT è un servizio online gratuito molto utile non solo in ambito domotico ma, più in senso generico, per l’automazione di azioni ripetitive.

IFTTT è infatti l’acronimo di “If THIS Than THAT“, ovvero “Se accade QUESTO, fai QUEST’ALTRO“.

Tramite il sito o l’app di IFTTT è infatti possibile creare semplici catene di eventi che scatenino, al presentarsi, un’azione.

I termini usati da IFTTT sono:

  • Services (Servizi). Sono i “blocchi di costruzione di base di IFTTT”. Descrivono una serie di dati per uno specifico servizio web, come YouTube o eBay. Possono anche riguardare azioni controllate da API come gli SMS. Possono anche rappresentare informazioni meteorologiche o di titoli azionari. Ciascun Service ha propri trigger e action.
  • Triggers (Inneschi). Corrispondono alla parte “THIS” di una catena. Sono gli elementi che avviano una azione. Per esempio, da un feed RSS (RSS feed) si possono ricevere notifiche basate su una parola o una frase specifica.
  • Actions (Azioni). Corrispondono alla parte “THAT” di una catena. Sono il risultato di quanto avviato dei trigger.
  • Applets. Sono l’insieme formato da trigger e action. Per esempio, il like di una foto in Instagram (trigger) caricherà la foto sull’account Dropbox (action).
  • Ingredients (Ingredienti). Sono singoli dati resi disponibili da un trigger. Per esempio, il trigger relativo alle email può restituire l’oggetto, il corpo e la data di ricezione del messaggio, l’allegato e l’indirizzo del mittente.

Esistono una grandissima quantità di triggers e di actions, il che rende questo servizio ideale non solo per la domotica ma anche per l’uso di tutti i giorni, ad esempio:

  • se viene pubblicata una certa parola su Twitter, girami il tweet via mail;
  • se la temperatura scende sotto i tre gradi, mandami un SMS;
  • se l’umidità in sala supera l’80%, accendi automaticamente il deumidificatore

e così via.
Un elenco di funzionalità disponibile qui.

https://www.ifttt.com

Integrabilità domotica

Il grado di integrabilità domotica è piuttosto alto in quanto IFTTT si impegna, con la collaborazione dei produttori (che hanno tutto l’interesse nel garantirla), a erogare integrazioni sempre nuove.

Questo fa sì che intere linee di componenti domotici siano supportate (sia come triggers che come actions) il che permette agli utenti di far interagire componenti diversi tra loro e con elementi esterni di qualunque natura.

Il buon supporto fornito anche da e verso Smart Speaker quali Amanzon Echo (Alexa) e Google Home (Assistant) fa sì che IFTTT sia diventato un buon alleato per le automazioni di tutti i giorni legate al controllo vocale.

Pro e contro

IFTTT è un servizio estremamente comodo perché semplice da usare, più o meno utilizzabile da chiunque, è gratuito e funziona tutto sommato bene.

Molti però lo considerano – in ambito domotico – un valido alleato al punto da identificarlo come la propria centrale automazione, cosa che invece non è. Innanzitutto, affinché funzioni dev’essere garantita la perenne e costante presenza di una connessione Internet; in secondo luogo, il grado di personalizzazione delle automazioni è legato al grado di complessità degli elementi messi a disposizione dal sito IFTTT.

Ci sentiamo quindi di consigliare calorosamente IFTTT per tutto ciò che concerne l’ambito extra domotico, mentre per l’ambito domotico no: per questo, oltre a piccoli esperimenti e piccole automazioni, il consiglio di inDomus è sempre quello di implementare autonomamente un HUB personale.

🔻 Clicca QUI per commentare l'articolo. 🔻