Xiaomi Mi Flora Smart (multisensore per piante)

5 minuti di lettura
Produttore: Xiaomi
Categoria: sensori
Tipologia: sensore ambientale per piante (umidità, temperatura, luminosità, nutrienti)
Costo medio: circa 20 euro
Revisione scheda: 1.1
Xiaomi Mi Flora Smart
BENVENUTA, FLORA 2.0

Le piante, si sa, hanno bisogno di amore e di cura, una cura spesso involontariamente incompatibile con i ritmi frenetici della vita moderna. Acqua, luce, la giusta temperatura e i giusti nutrienti: pochi elementi che, se garantiti, portano al benessere di qualsiasi pianta e che, viceversa, in assenza ne causano l’appassimento, talvolta definitivo.

Xiaomi Mi Flora Smart - verticalLe nuove tecnologie vengono in aiuto nostro e delle nostre povere piante: Xiaomi Mi Flora Smart è infatti la soluzione economica ma funzionale di Xiaomi per garantire a chi abbia la necessità (ma non solo questa, come vedremo) di monitorare la qualità ambientale delle proprie piante.

Xiaomi Mi Flora Smart è un sensore domotico Bluetooth LE in grado di rilevare, una volta posizionato nella terra di un vaso, tre misure determinante per l’ecosistema di una pianta:

  • umidità del terriccio;
  • quantità di nutrienti presenti nel terriccio;
  • temperatura dell’ambiente (con uno scarto i 0.5 gradi centigradi)
  • illuminazione in lux (da 0 a 100.000 lux)

Tali misure sono censite, come vedremo, tramite app mobile (ma, come vedremo, anche presso altri contesti) e contribuiscono, tramite la stessa, al corretto “governo” dell’ambiente dove sia posizionata la pianta.

Xiaomi Mi Flora Smart si presenta come una piccola unità alimentata a batteria in formato CR2032 di forma oblunga, assottigliata, della lunghezza di circa 12 cm. La parte superiore dell’unità, in policarbonato bianco, contiene l’elettronica e i due sensori di temperatura e illuminazione; la parte sottostante, in acciaio inossidabile, è composta da due lamine (da posizionare dentro il terriccio) le quali misurano umidità assoluta e quantità di nutrienti nel terriccio.

Xiaomi Mi Flora Smart - Schema funzionale

Installazione

Xiaomi Mi Flora Smart - Schema

L’installazione è piuttosto banale: dopo aver inserito la batteria di alimentazione nel corpo superiore è sufficiente “piantare” il sensore dal  lato delle lamine nere direttamente nel terreno della pianta da monitorare. Successivamente è possibile, tramite la comune app Xiaomi Mi Home (per Android e iOS, tipicamente usata per configurare e gestire le componenti della famiglia Xiaomi) oppure l’app Flower Care (per Android e iOS) configurare il sensore (o i sensori) seguendo pochi, rapidi step di riconoscimento e associazione.

Una volta associata l’app al sensore (o ai sensori), è possibile associare quest’ultimi alle relative piante (scegliendo tra più di 3000 tipi di piante, avendo cura di identificarle tramite il proprio nome latino – in questo Google è nostro amico più di sempre). Questo aiuterà l’app, come vedremo, alla gestione ottimale della pianta tramite le rilevazioni dei sensori dello Xiaomi Mi Flora Smart.

Il multisensore Xiaomi non è omologato per la pioggia battente, quindi l’installazione all’aperto non è consigliata. Si tratta infatti di una soluzione maggiormente indicata per uso interno. Sopporta schizzi ed irrigazione.

Funzionalità

L’app (prenderemo come riferimento quella più specifica, “Flower Care”), com’è intuibile, è in grado di fornire real-time le letture in merito alle varie metriche rilevabili dal sensore Xiaomi Mi Flora Smart. La cosa realmente interessante non è tanto sapere se la terra abbia bisogno di essere inumidita e/o fertilizzata – cosa comunque di per sé utile – quanto la capacità da parte dell’app di avvisarci rispetto a cosa e come possa/debba essere migliorato nell’ambiente della pianta specifica: come sappiamo non tutte le piante hanno le stesse esigenze: più acqua, meno acqua, più solo, meno sole, tutto è relativo rispetto alla tipologia.

Una citazione cinematografica e un sorriso per capire il concetto: con Xiaomi Mi Flora Smart potremo dire basta – perché avvisati al momento giusto – a situazioni come quella che segue.

Dato che Xiaomi Mi Flora Smart utilizza il protocollo di connessione Bluetooth LE, tale sensore non può essere censito da remoto tramite l’app Xiaomi Mi Home (quella solitamente deputata anche a questa funzione per i dispositivi della famiglia Xiaomi) in quanto, per collegarsi al sensore è necessario essere in prossimità dello stesso. Questo problema, come vedremo a breve, può essere facilmente aggirato.

All’atto dell’avvenuta connessione il sensore provvede a trasmettere all’app lo storico delle rilevazioni a partire dall’ultima sincronizzazione effettuata, sincronizzando così l’intero i dati disponibili. L’app, infine, consente di analizzare l’andamento delle rilevazioni su base giornaliera/settimanale/mensile:

Xiaomi Mi Flora Smart - App

Compatibilità

Il grado di compatibilità riconosciuta dal produttore – al di fuori di quella, nativa, con le app Xiaomi Mi Home e Flower Care è, molto semplicemente, nulla. Xiaomi Mi Flora Smart infatti non supporta né Amazon Echo (Alexa), né Google Home (Assistant), men che meno Apple HomeKit o IFTTT.

Come vedremo nel paragrafo a seguire, la cosa è facilmente risolvibile.

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità domotica, la soluzione non presenta problemi di sorta.

HOME ASSISTANT

Home Assistant può integrare con grande facilità (se come server si utilizza Raspberry o un computer dotato di antenna Bluetooth) questo Xiaomi Mi Flora Smart: un componente ad hoc consente infatti acquisire le quattro letture fornite dal sensore (o dai sensori, possedendone diversi) sottoforma di singoli sensori di diversa natura. Questo si traduce nell’enorme vantaggio di non possedere solo un componente domotico, ma quattro utilizzabili singolarmente in ambito automazione così come in ambito di consultazione ordinaria, anche da remoto. Tra l’altro i sensori di temperatura e luminosità forniscono un’indiretta lettura di questi parametri relativamente alla stanza in cui sono posizionati – i proverbiali due piccioni con una fava.

In termini di automazione, è interessante l’idea di realizzarne una che, sulla base della lettura del sensore, decida se e quando irrigare la/le piante. Il sensore di illuminazione (comodissimo, con una lettura in lux) è altresì comodo per definire automazioni basate sul livello di illuminazione delle stanze.

L’ampio margine di integrabilità compensa ampiamente l’inesistente grado di compatibilità di questo multisensore, fornendo tra l’altro più funzioni (indirette) di quante non fossero previste di fabbrica.

All’integrazione del sensore con Home Assistant abbiamo dedicato una guida specifica.

HOMEBRIDGE

Anche Homebrige, come Home Assistant, non disdegna la piena integrazione con Xiaomi Mi Flora Smart: un plugin ad hoc consente lo stesso grado di integrazione di cui sopra, garantendo quindi anche agli utenti Apple HomeKit la piena compatibilità. Valgono allo stesso modo le considerazioni legate al controllo remoto e all’automazione – contestualizzate, ovviamente, col mondo Apple.
All’integrazione del sensore con Homebridge abbiamo dedicato una guida specifica.


Anche openHAB, con un pelo di fatica in più (non risultano un addon ma dei workaround) riesce ad integrare pienamente Xiaomi Mi Flora Smart. Non da meno, Domoticz.

Valutazione

Valutazione di dettaglio:

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità
Integrabilità domotica
Prezzo
Media
Xiaomi Mi Flora Smart” è una soluzione banale e funzionale a un problema vecchio come il mondo: Devo irrigare? Non devo irrigare? Ha bisogno di più luce o meno luce, ha freddo, ha caldo, perché le piante mi muoiono tutte?

Questo è un multisensore che non solo ci aiuta a gestire le piante, ma con l’ampissimo grado di integrazione ci permette indirettamente di dotarci anche di sensori ambientali che sono, come sappiamo, tra le leve più importanti in ambito domotica personale.

Il costo è alla fine esiguo, date le tante cose che è in grado di fare: il dispositivo è ben costruito (come ormai tutti i prodotti Xiaomi) e ci ha conquistato per la sua semplicità e per il suo valore dato, sopratutto, in affiancamento alla sua applicazione che, al posto nostro, capisce e ci fa capire di cosa le nostre piante abbiano bisogno.

Promosso, ci piace, brava Xiaomi.

Xiaomi Mi Flora Smart - Packaging

🔻 Clicca QUI per commentare l'articolo. 🔻