community italiana di domotica personale
 
Scegliere tra ZigBee2MQTT, ZHA e deCONZ. Cos’è meglio?

Scegliere tra ZigBee2MQTT, ZHA e deCONZ. Cos’è meglio?

ZigBee - Logo

Non scadere nel tifo da stadio è obiettivo dichiarato di questo FOCUS dedicato al “miglior” BRIDGE/Gateway software ZigBee, ovvero un elemento software che consenta, tramite un’antenna “coordinator” collegata al computer (micro/mini/tradizionale che sia) sul quale esso sia in esecuzione, di realizzare in proprio una rete ZigBee solitamente utile in ambito di domotica personale e non solo.

Sono infatti migliaia i sensori, attuatori e device di varia natura basati su questo adottatissimo standard e disponibili su mercato ormai da diverso tempo (ne abbiamo testati molti); i BRIDGE/Gateway software permettono di sganciarsi dal lock-in dei produttori, per il quale essi impongono di usare (per lo più) solo e unicamente i propri componenti (e non quelli dei competitor), malgrado lo standard ZigBee conceda, di suo, molto più spazio di manovra (come appunto i BRIDGE/Gateway software dimostrano).

Quale sia il migliore BRIDGE/Gateway software non ha una risposta assoluta, perché come al solito tutto “dipende” da tanti, diversi fattori che cercheremo di tenere in considerazione con obiettività. I risultati di questa indagine portano a una risposta chiara ma, per l’appunto, non assoluta: ci sono infatti diversi motivi per cui un utente possa scegliere in modo apparentemente controintuitivo rispetto ai risultati.

I contendenti

deCONZ, ZigBee2MQTT, ZHA (ZigBee Home Automation): tre software open source dagli stessi obiettivi conseguiti in modo molto diverso.

deCONZ LogodeCONZ è sì open source ma di derivazione commerciale: prodotto dalla tedesca Phoscon, consente di realizzare una rete ZigBee utilizzando solo antenne coordinator delllo stesso marchio, ovvero le apprezzate ConBee e RaspBee. Si tratta di una soluzione completamente a se stante, istanziabile in diversi modi, dotata di interfaccia web di gestione della rete e dei suoi dispositivi nonché di un’interfaccia VNC che consente ai più esperti di entrare con maggiore incisività nei suoi meadri tecnici.

ZigBee2MQTT logoZigBee2MQTT (Z2M) è uno dei progetti open source più apprezzati di questo tipo. Consente di utilizzare un ampissimo ventaglio di antenne coordinator (collegate fisicamente al computer oppure dislocate remotamente), è altamente configurabile e, come deCONZ, si istanzia in molti modi diversi ed è dotato di una sua interfaccia web. Per funzionare necessita obbligatoriamente di un broker MQTT (anch’esso software) e viene usato tipicamente in abinamento a HUB personali.

Home Assistant Official LogoZHA (ZigBee Home Automation) è uno dei BRIDGE/Gateway software tra più diffusi in ambito di domotica personale. Anch’esso consente di utilizzare un ampissimo ventaglio di antenne coordinator, ma può essere istanziato solo attraverso l’adozione dell’HUB Home Assistant – il che lo rende spesso la soluzione più adottata dagli utenti che vogliano definire una rete ZigBee per usarla con questo HUB personale domotico (lo usa circa il 20% di tali utenti).

Metodo di valutazione

Abbiamo elencato oltre una quindicina di voci di diversa natura alle quali abbiamo attribuito voti variabili da 1 a 10 (dove 10 è la valutazione migliore) i quali sono soppesati uno in funzione dell’altro (ovvero, se riteniamo che un BRIDGE/Gateway su una data voce sia “il migliore” gli attribuiremo 10; gli altri, a scalare). Le voci che prevedono risposte sì/no sono state valutate con 5 punti per i sì e 0 per i no. Tutte le valuazioni sono frutto della nostra esperienza d’uso.

Per ogni voce è stata fornita una spiegazione in merito a cosa intenda.

Valutazioni

La tabella che segue è composta da quattro colonne: eventuali visitatori da smartphone sono caldamente invitati a consultarla in landscape (telefono orientato orizzontalmente) per far sì di poter leggere tutte le colonne.

Alcuni concetti sono volutamente semplificati per rendere più fruibile il quadro valutativo.

  deCONZ Z2M ZHA
Semplicità di istanziamento e configurazione 7 6 10
Esprime la facilità con la quale l’utente medio può riuscire autonomamente, tramite le guide inDomus e di mezza Internet, a installare e configurare il BRIDGE/Gateway.
Versatilità di configurazione 4 10 4
Esprime quanto spazio di manovra il BRIDGE/Gateway offra agli utenti più maliziosi e/o che abbiano nel tempo esigenze di particolari personalizzazioni nella configurazione.
Compatibilità con diversi coordinator e standard connessione 2 9 8
Esprime quanto il BRIDGE/Gateway sia “aperto” in termini di adozione dell’antenna coordinator. Il voto è tanto più alto quanto il software sia in grado di sfruttare diversi coordinator e standard.
Decentrabilità antenna coordinator ❌ (0) ✔️ (5) ✔️ (5)
Se presente, consente al BRIDGE/Gateway di utilizzare un’antenna coordinator non necessariamente collegata al computer che ospita il software.
Channel Mask ✔️ (5) ❌ (0) ✔️ (5)
Se presente, consente al BRIDGE/Gateway di passare dinamicamente da un canale radio all’altro, indicati in configurazione, in base alle condizioni di interferenza.
Semplicità dell’interfaccia di gestione 8 7 9
Descrive quanto sia semplice, per l’utente medio, l’utilizzazione dell’interfaccia di gestione sia in termini di personalizzazione della configurazione sia in termini di controllo e consultazione dei componenti connessi al BRIDGE/Gateway.
Completezza dell’interfaccia di gestione 6 9 5
Descrive quanto sia completa, per l’utente medio, l’interfaccia di gestione, ovvero quanti diversi elementi e azioni si possano intraprendere via interfaccia.
Ampiezza elenco device ZigBee compatibili 6 9 6
Descrive quanto sia ampio l’elenco di componenti (sensori, attuatori, device eccetera) compatibili con il BRIDGE/Gateway.
Velocità aggiunta/modifica device ZigBee compatibili 4 8 4
Descrive quanto il team di sviluppo collaborativo open source sia “rapido” nell’aggiungere alla lista di compatibilità nuovi componenti usciti sul mercato, oppure a variarne le configurazioni in funzione di eventuali cambiamenti degli stessi.
Supporto aggiornamenti firmware OTA ❌ (0)* ✔️ (5) ✔️ (5)
Se presente, indica la possibilità di aggiornare direttamente dal BRIDGE/Gateway nuove versioni firmware dei componenti ZigBee, il tutto OTA (over-the-air, quindi in modo wireless).

*non formalmente supportato. Attivabile tramite plug-in non “ufficiale”.

Velocità bug-fixing e introduzione nuove funzionalità 3 8 6
Indica la rapidità con la quale vengono rilasciati aggiornamenti al fine di correggere errore e/o introdurre nuove funzionalità.
Robustezza e stabilità 6 9 9
Indica quanto il BRIDGE/Gateway, sulla base di quanto percepito da noi in community (e oltre), risulti stabile e robusto, ovvero in grado di mantenere il funzionamento “no matter what”.
Risorse hardware occupate 5 7 8
Indica quanto il BRIDGE/Gateway sia “leggero” in termini di allocazione RAM e CPU in un uso medio. Un voto più alto indica una maggiore “leggerezza”.
Soluzione multi-istanza ✔️ (5) ✔️ (5) ❌ (0)
Indica se, sulla medesima rete locale, sia possibile istanziare o meno il BRIDGE/Gateway, cosa particolarmente comoda ed apprezzata per esempio in ambienti dove non si vogliano usare ripetitori per coprure tutta la superficie (eg. ambienti multipiano).
Interfaccie esterne (API, WS, MQTT…) ✔️ (5) ✔️ (5) ❌ (0)
Se presente, indica che il BRIDGE/Gateway è in grado di fornire diversi standard di interfacciamento esterno utili all’integrazione con più e diverse realtà operative (HUB o altri ambienti).
TOTALI 66 102 84
  deCONZ Z2M ZHA

Risultati

ZigBee2MQTT sembra uscire nettamente vincitore in questa competizione qualitativa: questo non stupisce, specie alla luce del grande successo che riscuote in tutto il mondo, inclusa la nostra ampia community.

Si tratta quindi del BRIDGE/Gateway software ZigBee migliore possibile, specie se e quando abbinato a Home Assistant? Forse sì. C’è però da dire che molti utenti Home Assistant gli prediligono ZHA per l’estrema facilità con il quale lo si istanzia, sbattendo magari il muso alla prima difficoltà in termini di ritardo nella disponibilità di componenti compatibili o di volontà di personalizzare in modo più puntuale le configurazioni – oppure campando felici e sereni, se le esigenze sono davvero quelle base, senza troppi fronzoli.

Chi invece non usa Home Assistant (obbligatorio se si vuole adottare ZHA) potrebbe dunque preferire deCONZ ai primi due: è una soluzione a se stante ma, a differenza di ZigBee2MQTT, è nettamente più semplice da configurare. D’altro canto, dimentichiamoci di utilizzare antenne coordinator che non siano quelle di Phoscon – ad oggi, a dirla tutta, abbastanza superate sul piano tecnologico.


Insomma, come spiegato in testa, la risposta è sempre e comunque “dipende”: se volete grande flessibilità nella scelta del vostro coordinator e nella configurazione del vostro BRIDGE/Gateway, sceglierete certament ZigBee2MQTT; se siete utenti Home Assistant e non volete adottare il sopracitato ZigBee2MQTT, sceglierete ZHA, pur consapevoli di avere potenzialmente qualche limite. Alla mal parata, chiunque voi siate, c’è sempre deCONZ: una buona soluzione sebbene un po’ (forse troppo) limitata.

Canali Wi-Fi e ZigBee: come evitare interferenze e ottenere le migliori prestazioni

Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.
Telegram News Channel