Shelly linea “Home Automation Systems”

3 minuti di lettura
Produttore: Allterco Robotics
Categoria: Componenti domotici
Tipologia: Vari tipi
Tecnologia: TCP/IP via Wi-Fi
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: Amazon
Revisione recensione: 1.3
DALLA BULGARIA CON AMORE

Shelly “Home Automation System” (di certo non il nome più fantasioso di sempre in ambito domotico) è la linea di componenti della bulgara Allterco Robotics, la quale – innegabilmente – sta ottenendo grande successo di vendite nel nostro paese e di apprezzamento, più generalmente, in tutto il mondo.

Shelly1
Shelly1.

Allterco con la sua linea Shelly è de facto di un diretto competitor di ITEAD e della sua arcinota linea prodotti “Sonoff Smart Home“, protagonista indiscussa di tanti progetti di domotica personale: i componenti della sua linea “Home Automation System” sono per lo più basati su SOC ESP8266 analoghi a quelli della ITEAD (e di molti altri produttori), pertanto ne ricalcano filosofia di utilizzo e funzionalità.

La linea prodotti si esprime in questa lista di massima:

Tutti i prodotti utilizzano, come canale di comunicazione, il tradizionale Wi-Fi attraverso il quale, sfruttando il proprio strumento di gestione finale, ovvero l’app “Shelly Cloud” (disponibile per iOS e Android), è possibile configurarli e controllarli.

Questi dispositivi offrono (ad oggi) una marcia in più rispetto ai sopracitati ITEAD: tutta la linea è pensata sì per essere controllata tramite la propria app (la quale funge anche da HUB), ma è espressamente progettata per essere “aperta” in termini di integrazione domotica.

Shelly infatti offre, molto intelligentemente, due strade perseguibili per chi, come noi, desidera un controllo puntuale e personale dei componenti domotici.

  • disponibilità di HTTP API cloud, le quali permettono di controllare i dispositivi sfruttando il cloud del produttore senza passare dall’app (vedi guida);
  • disponibilità nativa del protocollo MQTT: scelta benedetta di Shelly, che consente un controllo standard e diretto dei suoi componenti senza necessità di connessioni esterne, con tutti i vantaggi del caso, sopratutto senza il bisogno di riprogrammare il firmware come accade nel caso degli ITEAD Sonoff.

In termini fisici, i relè sono nativamente progettati per essere controllati anche tramite deviatori, il che permette l’uso in ambienti in cui si utilizzino più interruttori a parete. Le dimensioni contenute dei relè Shelly1 e Shelly Switch sono tali da permettere un montaggio in scatole da incasso modello 503, quelle tradizionali per gli interruttori/spine a muro, per capirci.

Dimensione Shelly1

Compatibilità

In termini di compatibilità, la linea “Home Automation Systems” è discreta.
Di base i componenti sono tutti compatibili con Google Home e Amazon Alexa. La compatibilità con Apple HomeKit (quindi indirettamente con Siri) è stata introdotta, gradualmente, dal marzo 2020 – stesso discorso con l’ecosistema Samsung SmartThings.

N.b. Alternativa per rendere direttamente compatibili Apple HomeKit i dispositivi Shelly è l’adozione di firmware alternativi come, per esempio, Home Accessory Architect (HAA).

Come spiegato, la linea è configurata e controllata dall’app “Shelly Cloud” (disponibile per iOS e Android), la quale agendo come un mini HUB permette anche di definire scenari di automazione tra i vari componenti (della stessa linea) presenti nell’ambiente.

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità, la linea componenti proposta da Shelly non ha bisogno di grandi spiegazioni: è compatibile MQTT, e questo basta e avanza per affermare che l’integrabilità sia assoluta.

Home Assistant, openHAB, Domoticz: qualsiasi sia l’HUB personale che abbiate implementato, questi dispositivi verranno integrati con semplicità e grande efficacia. Lo stesso discorso è valido per chi utilizzi Homebridge per ottenere compatibilità piena verso Apple HomeKit.

Inoltre, trattandosi di componenti basati su EPS8266 è garantita anche la compatibilità con Tasmota e soluzioni firmware analoghe (eg. ESPHome), il che rende questi dispositivi ancora più integrabili e personalizzabili qualora si vogliano implementare ulteriori funzionalità.

Considerazioni finali

Shelly 1 - Acquista su AmazonLa linea prodotti Shelly ci piace moltissimo per tantissimi motivi, e il grande rumore intorno a questo brand è altamente motivato. inDomus affronterà con attenzione la prova sul campo dei dispositivi e riporterà progetti, soluzioni, guide ad essi dedicate.

Si tratta di componenti ben costruiti, incredibilmente piccoli e pensati – la cosa è percepibile chiaramente già dalle prime analisi prodotto – in modo chiaramente orientato all’utente: prodotti “aperti”, dotati di protocolli standard (tanto per dirne uno a caso, MQTT), che possono essere usati davvero in ogni tipo di ambiente operativo.

Ne abbiamo provati svariati: ce ne fosse stato uno che ci abbia deluso. La Shelly è, al momento, la casa costruttrice percepita quale leader nel mondo del DIY per la domotica personale.

Period.

inDomus AWARD
Contenuti inDomus sui componenti Allterco Shelly
Componenti
Guide
Progetti
    FOCUS
      Formazione


      Shelly 1PM ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica agli Shelly (e più generalmente ai dispositivi ESP8266), per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


      Telegram News Channel