openHAB: il modello funzionale e i concetti chiave

openHAB LogoopenHAB, come spiegato nelle pagine dedicate a cosa sia un HUB personale e come sceglierne uno, è uno tra i più noti e conosciuti tra questi importanti componenti dedicati alla realizzazione di una domotica personale. Rilasciato in licenza Open Source, è gratuito.

Questa pagina illustra, nell’ambito di un più ampio progetto di formazione, i concetti chiave legati a questo potentissimo HUB personale.

openHAB (acronimo di Open Home Automation Bus) è disponibile, al momento, in due versioni ben distinte: openHAB1 (versione più datata ma più stabile) e openHAB2 (al momento in fase di beta-test avanzata e prossima al rilascio finale). Trattasi di un ambiente modulare ampliabile attraverso degli “Addon”, elementi che danno ad openHAB un’ampia scelta di funzioni, dalle interfacce di visualizzazione fino al controllo ed interazione con un parco di “oggetti fisici” sempre più grande e sempre in crescita. Gli Addon vengono periodicamente rilasciati e resi disponibili sul portale di openHAB.

Per i più curiosi ed esperti: openHAB2 è sviluppato in Java e basato principalmente sul framework Eclipse SmartHome. Utilizza Apache Karaf e Eclipse Equinox per creare l’ambiente di esecuzione OSGi (Open Services Gateway initiative) e Jetty come server HTTP.

MODELLO FUNZIONALE

Per mettere a fuoco openHAB è necessario comprendere come, nella domotica personale gestita tramite tale HUB personale, esistano concettualmente due ambiti ben distinti ma che lavorano in tandem:

  • ambito fisico: annovera tutti i componenti, per l’appunto, fisici (ad es. attuatori, dispositivi, trasduttori, ecc.), le loro interconnessioni (ad es. Wi-Fi, LAN, ecc.) e, in generale, tutti gli aspetti fisici dell’ambiente;
  • ambito funzionale: annovera le relazioni tra i dispositivi fisici e le connessioni funzionali, le regole e come esse vengono rappresentate presso l’interfaccia utente di openHAB.

L’adozione di openHAB prevede di far propri una serie di concetti chiave:

  • Things
  • Channels
  • Bindings
  • Items
  • Links

Things: sono entità che possono essere collegate fisicamente al sistema. Possono fornire una o più funzioni. Non devono essere necessariamente oggetti fisici ma possono essere anche sorgenti di informazioni o di funzionalità (ad es. web service). Sono importanti per il setup e la configurazione del sistema, ma non per l’operatività. Un particolare tipo di Thing è il Bridge, ovvero una Thing che viene aggiunta al sistema per dare accesso ad altre Things.

Channels: sono le modalità con cui le Things rendono disponibili le loro funzionalità. Il sistema può utilizzare la determinata funzionalità resa disponibile solo se il Channel è stato opportunamente configurato. Quando si configura un sistema non è necessario utilizzare tutte le funzionalità offerte da una Thing. Normalmente i Channel disponibili per una Thing sono riportati nel manuale del dispositivo.

Bindings: possono essere pensati come adattatori software che rendono la Thing disponibile per il sistema domotico. Sono degli Addon che consentono la connessione tra i componenti fisici del sistema.

Items: sono le funzionalità che possono essere utilizzate dalle applicazioni, tanto nell’interfaccia utente che nella logica di automazione. Gli Item hanno uno o più stati e possono ricevere comandi.

Links: un Link è l’associazione tra un Channel ed un Item. Se un Channel è collegato ad uno specifico Item tramite un Link, l’Item è “abilitato”, ovvero la funzionalità che l’Item rappresenta è disponibile attraverso quel Channel.

Per esemplificare prendiamo a riferimento un impianto di illuminazione. In tale impianto l’interruttore è una Thing, il singolo attuatore elettrico è un Channel, la lampadina è un Item e la linea elettrica che collega ogni lampadina con il singolo interruttore è un Link.

A seguire inDomus pubblicherà le prime guide dedicate all’installazione di questo HUB personale sui maggiori sistemi personali.


openHAB logo bigATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a openHAB, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.

🔻 Clicca QUI per commentare l'articolo. 🔻