community italiana di domotica personale
 
Recensione: LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 – Valvola termostatica intelligente

Recensione: LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 – Valvola termostatica intelligente

Produttore: LUMI
Categoria: Attuatore
Tipologia: Valvola/testa termostatica
Tecnologia: ZigBee / Thread (Matter)
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: variabile
Disponibilità: Amazon
Revisione recensione: 1.1

LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 - Package

 
ZIGBEE (& Matter ready)

Ogni inverno molti, alla prima bolletta energetica legata al riscaldamento, sobbalzano stupidi davanti al carissimo conto economico. Mai vero, questo, come in questa fase storica di incertezza ecomomica e di crisi energetica: il risparmio, da semplice comportamento virtuoso, diventa un vera e propria necessità quotidiano.

Per tutti coloro che in casa posseggano dei classici radiatori con valvola regolabile (che siano connessi a un impianto centralizzato o autonomo, poco conta), la soluzione a portata di mano è l’installazione e la configurazione puntuale di valvole (o “teste”) termostatiche intelligenti in grado di regolare, in funzione di molti diversi parametri (non solo della temperatura ambientale) l’erogazione del calore e, di conseguenza, i consumi energetici. A questo, tra l’altro, abbiamo dedicato un OPEN BOARD.

Dopo averne testate e recensite svariate, in questa occasione testiamo un nuovo attuatore intelligente basato sul diffuso e apprezzato standard wireless ZigBee: parliamo di LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1, parte della nota linea LUMI “Aqara Smart Home Automation“.

Nota. Sul tema del risparmio energetico per chi possegga dei termosifoni domestici abbiamo dedicato un importante e approfondito FOCUS.

Caratteristiche

LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 è un classico attuatore cilindrico dalle dimensioni di 7,5 x 5,5 cm che ben si adatta, grazie all’attacco standard M-30 nonché agli adattatori presenti nella confezione (ben sei: M30x1.5, M28x1.5, Danfoss RAVL, Giacomini), al posto delle classiche valvole termostatiche di regolazione manuale/semi-manuale.

Il corpo dell’unità è realizzato nel classico policarbonato bianco, piuttosto convenzionale ma robusto; sul frontale è presente un display a cristalli liquidi a fondo nero che funge anche da pulsante multifunzione, mentre la corona che circonda il display, anch’essa bianca e in policarbonato, ruota sull’asse longitudinare per consentire all’utente le eventuali regolazioni manuali.

Il display mostra in grandi lettere azzurre la temperatura di setpoint (ovvero la temperatura dell’ambiente alla quale, una volta raggiunta, la valvola provvede a chiudere il termosifone); in altri colori, altre indicazioni, come l’eventuale rilevazione di finestra aperta, lo stato di regolazione (automatico pianificato o manuale), lo stato della connessione wireless al BRIDGE/Gateway ZigBee. Tutti aspetti di cui parleremo più avanti.

Smontanto il corpo in policarbonato si accede al corpo interno, che svela il vano batterie (2 batterie AA da 1,5volt, incluse nella confezione).

LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 - Installata

Sulla parte posteriore è invece presente la vite per l’installazione sulla sede della valvola termostatica tradizionale che l’unità andrà a sostituire; al centro è ben visibile un tappo nero di plastica che nasconde l’asse motorizzato che provvede alla spinta dell’ago di regolazione della valvola idraulica presente sul radiatore.

Come detto, la corona anteriore funge da manopola per la regolazione manuale della temperatura target: una rotazione libera sull’asse nelle due direzioni (oraria o antioraria) consente di regolare manualmente la temperatura desiderata nell’ambiente. Data la totale assenza di pulsanti l’uso risulta particolarmente semplice, specie per soggetti con difficoltà nell’uso di componenti tecnologici (anziani, o persone con disabilità motorie o di altro tipo).

La testa, sostanzialmente, comunica con la domotica tramite l’elementare (ma affidabile) standard ZigBee; ciò che “coordina” la o le teste presenti nell’ambiente è l’accoppiata di applicazione e BRIDGE/Gateway ZigBee↔︎TCP/IP il quale per l’appunto fa da “ponte” tra le comunicazioni radiofrequenza ZigBee e la rete LAN/Internet. 

Come vedremo più avanti, LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1, può essere abbinata o ai BRIDGE/Gateway previsti dall’ecosistema LUMI Aqara (come per esempio il modello “classico” M2, la recente chiavetta dongle E1 oppure le IP CAM G2h o G3 che fungono, oltre che da telecamere, anche da bridge). Diversamente, la testa termostatica può essere collegata a BRIDGE/Gateway generici, come per esempio ZigBee2MQTT, permettendole di “sganciarsi” dall’ecosistema cloud LUMI Aqara per lavorare in modo del tutto autonomi e integrato alla propria domotica personale (descriveremo questi scenari proseguendo nella recensione). Volendo, se per la gestioen si utilizza l’app per iOS (quindi per iPhone/iPad) in abbinamento con uno dei gateway sopra elencati, si attiva implicitamente l’integrazione con Apple HomeKit, l’ambiente di gestione domotica di Apple.

Nota. L’attuatore, per quanto esplicitamente concepito per essere utilizzato con lo standard ZigBee, è comunque già predisposto per l’uso con il nuovo standard Matter.

Installazione

L’installazione è piuttosto semplice, sempre che – come sempre per questo tipo di componenti – si possegga un minimo di manualità.

La procedura indicata dal manuale riporta di provvedere all’attivazione delle batterie e poi al montaggio, particolarmente agevole e semplice. L’anello di fissaggio è in plastica: peccato, in metallo sarebbe stato preferibile. Subito dopo il montaggio fisico è necessario premere per tre volte il pulsante frontale, così da consentire alla valvola l’auto-calibrazione meccanica.

Infine, si provvede all’associazione della testa/e col BRIDGE/Gateway a disposizione (della linea Aqara oppure personale), ovvero la configurazione logica del dispositivo.

BRIDGE/GATEWAY

La procedura di associazione ZigBee è banale: l’app Aqara Home (per iOS) oppure Xiao(Mi) Home (per Android e iOS) guidano l’utente – previa configurazione una tantum di uno dei BRIDGE/Gateway sopra elencati) – in un processo semplice e intuitivo per la configurazione della testa e del suo ingresso nella rete ZigBee. Basta sostanzialmente impostare il bridge tramite l’app in modalità di modalità di associazione e tenere premuto per 10 secondi il pulsante frontale (il display) della testa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nell’esempio sopra abbiamo utilizzato Aqara Home, sebbene l’esperienza utente con Xiao(Mi) Home sia la medesima; avendolo fatto con la prima su iPhone, la valvola/testa è stata aggiunta come accessorio anche presso l’app (ed ecosistema) Apple Home, risultando quindi gestibile anche da tale ambiente.

vetrina indomus

Gestione

Ricordando a chi legge che questo componente, in quanto ZigBee, è associabile anche ad altre realtà diverse dall’ecosistema LUMI/Xiaomi; nello specifico, riportiamo in primis l’esperienza effettuata con l’app Aqara Home in termini di gestione di LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1.

Il menu di configurazione è piuttosto articolato e completo. In primis l’app verifica lo stato della valvola e, in caso di nuova installazione o di sostituzione batterie, richiede la calibrazione automatica del motore di attuazione. Successivamente, verifica l’eventuale disponibilità di aggiornamenti firmware per l’attuatore, i quali vengono attuati rapidamente in caso positivo; inoltre, suggerisce l’associazione di eventuale un sensore ambientale di temperatura (per esempio quello della stessa linea). Questa è una strategia molto intelligente: dato che il sensore presente a bordo può essere confuso o comunque condizionato dalla vicinanza del radiatore, l’utente ha la facoltà di configurare un altro sensore nella stanza, posizionato lontano dal radiatore, così da gestire la valvola in modo più accurato e non influenzato da fattori esterni. Comunque, la valvola funziona anche autonomamente senza grossi problemi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciò che distingue una testa termostatica tradizionale da una domotica è certamente la possibilità di pianificarne il comportamento rispetto alle temperature desiderate (e quindi la regolazione del radiatore), al giorno della settimana e agli orari.

LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1, grazie all’app, permette di definire in maniera semplice e immediata la configurazione delle pianificazioni di ogni singola testa presente nell’ambiente. L’app fornisce la possibilità di definire fasce orarie e di temperature target differenziandole in base alle stanze (in presenza di più valvole e più radiatori) e in base alla presenza o meno degli inquilini, funzione che, come vedremo, può essere attivata manualmente.

Una volta configurata la/le pianificazione/i ci si potrà dimenticare di tale aspetto: le teste provvederanno a regolarsi automaticamente nel grado di apertura in base alla temperatura dell’ambiente, come da loro scopo. In caso di mancanza di connessione Internet, le teste continuano a lavorare sulla base della programmazione oraria/termica definita precedentemente.

Altre funzioni interessanti sono per esempio il blocco bambini, per evitare che, giocando con la valvola, possano cambiarne le impostazioni, il monitoraggio del segnale ZigBee, l’auto-rilevazione di finestra aperta (che provvede temporaneamente a spegnere il termosifone per evitare sprechi) e altri piccoli dettagli che ci hanno fatto apprezzare, complessivamente, l’uso dell’ecosistema LUMI/Xiaomi.

Esperienza d’uso

Abbiamo provato la testa su un radiatore classico. Il funzionamento è silenzioso e putuale come ci si aspetta: alla fine la differenza di questi componenti la fanno la qualità costruttiva (nulla da dire su questo modello) e sulla completezza e versatitilità dell’ecosistema di gestione. In questo caso, esso non è evolutissimo come per esempio quello Tado° o Netatmo, ma comunque, più che appropriato nell’adempiere pienamente al proprio mestiere. La regolazione effettuata via app può essere scavalcata in qualunque momento con la semplice regolazione manuale (torcendo la testa in senso orario e antiorario in base alla regolazione che si vuole ottenere); ovviamente tale regolazione manuale è visualizzata anche come stato presso l’app di gestione, che sia la Aqara Home o la Xiao(Mi) Home. Tale funzione è disabilitabile tramite blocco-bambini.

Pecca grave, invece – abbastanza incomprensibile a dirla tutta – è l’assenza della gestione automatica tramite geolocalizzazione: non è possibile far sì che le valvole si chiudano in base all’assenza degli inquilini, cosa invece possibile per esempio con le già citate Tado° (funzione però questa a pagamento); questa mancanza, grave, speriamo possa essere colmata in futuro tramite l’aggiornamento dell’app di gestione. In realtà l’ecosistema LUMI consente una gestione parziale legata al geofencing, il quale provvede a riscaldare (se necessario) avvicinandosi al proprio appartamento, di rientro da un’assenza.


Al di là dell’ecosistema previsto dalla linea “Aqara Smart Home Automation” alla quale l’attuatore appartiere, ci siamo divertiti ad associare la valvola a un BRIDGE/Gateway agnostico, vale a dire ZigBee2MQTT, a sua volta collegato a un’istanza Home Assistant. In questo scenario LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 si è comportata molto bene, venendo integrata in tutte le sue funzioni tranne quella della pianificazione che, va da sé, va configurata direttamente presso Home Assistant. 

Compatibilità

Parlare del grado di compatibilità di un singolo componente ZigBee ha poco senso.
I componenti ZigBee, infatti, non possono essere usati da soli ma solo in accoppiata con un BRIDGE/Gateway ZigBee↔︎TCP/IP, pertanto la loro compatibilità deriva direttamente da quella del “collettore” a cui vengono associati.

Abbiamo auto modo di testare con successo tale sensore associato:

L’uso del componente associato ai gateway Xiaomi e Aqara fornisce parziale compatibilità con Google Assistant e Amazon Alexa e con il servizio IFTTT (ma non lo abbiamo testato). Inoltre, usando un gateway LUMI Aqara si dispone nativamente del supporto a Apple HomeKit (i gateway Xiaomi, invece, non sono compatibili con questo standard, malgrado siano in grado di pilotare la valvola).

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità domotica, la predisposizione della LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 all’uso con HUB personali è abbastanza efficace.

HOME ASSISTANT

Il modo migliore per intgrare una testa LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 su Home Assistant è passando attraverso ZigBee2MQTT o ZHA. Se con quest’ultimo qualche problema esiste (non tutte le funzioni vengono viste dall’HUB), con ZigBee2MQTT il funzionamento è completo e pressoché perfetto. L’autodiscovery, piccola curiosità, come si nota dall’immagine seguente imposta anche funzioni non presenti, come il raffreddamento o la ventilazione. Probabilmente si tratta di un bug che verrà corretto nei prossimi aggiornamenti di ZigBee2MQTT.

Home Assistant - LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 via ZigBee2MQTT

Precisazione su geolocalizzazione: data la facilità con la quale queste teste si integrano a Home Assistant, è altrettanto facile scrivere un’automazione dentro/fuori che consenta di ottenere questa funzione. Pertanto è possibile spegnere automaticamente le teste uscendo e riattivarle rientrando semplicemente portandosi il/gli smartphone di famiglia.

Abbiamo infine verificato la possibilità di integrare direttamente il BRIDGE/Gateway LUMI Aqara E1 utilizzato per i test con l’ecosistema LUMI (e quindi la testa ad esso associata) tramite il componente “HomeKit controller support“, il quale avrebbe consentito una piena integrazione in modalità “Local Polling” (locale) senza bisogno di un ZigBee2MQTT, di ZHA o altro. Il tentativo ha dato esito negativo. Peccato.

HOMEY

Homey di Athom non fa differenza: un’app di integrazione consentirebbe la piena integrazione senza alcuno sforzo. Purtroppo ad oggi all’elenco manca ancora LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1, ma siamo sicuri sia una questione solo di tempo.

openHAB e Domoticz

Anche questi due HUB personali possono integrare questo attuatore tramite ZigBee2MQTT che, come ricordiamo, è un BRIDGE/Gateway software assolutamente agnostico rispetto all’uso finale che se ne fa.

HOMEBRIDGE

Homebridge non dispone di componenti specifici per l’integrazione, ma a chi interessa? Il componente è, infatti, già compatibile con Apple HomeKit, quindi questa integrazione non avrebbe alcun senso.

Valutazione

Valutazione di dettaglio:

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità e integrabilità
Innovazione
Rapporto qualità/prezzo
Media

LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat E1 è un bell’attuatore. Costruito bene come LUMI sa fare, si dota di uno degli standard più amati, a oggi, dagli amanti della smart home DIY, lo ZigBee. Sicuramente, per sua stessa natura, si avvantaggia dell’adozione presso l’ecosistema previsto, ovvero quello LUMI/Xiaomi; ciononostante, anche l’uso in integrazione con la propria domotica personale (Home Assistant su tutti) porta ottimi risultati, garantendone il funzionamento in modo totalmente privato e senza il coivolgimento di servizi cloud esterni alla propria reatà domestica.

LUMI Aqara Smart Radiator Thermostat - BoACertamente usare eventualmente questa valvola presso la propria domotica basata su HUB personali complica un po’ le cose, dato che le pianificazioni vanno completamente “costruite” tramite automazioni e script; d’altro canto, questo approccio permette di ottenere il massimo dall’attuatore, basti pensare, per esempio, anceh solo alla possibilità di gestirlo in modo automatico in funzione della presenza in casa degli inquilini, cosa di base non prevista dall’ecosistema al quale naturalmente apparterrebbe, ovvero quello cloud LUMI/Xiaomi.

A prescindere, comunque venga adottato, un attuatore certamente consigliato.

Disponibilità: Amazon

Pros
  • Buona ricezione ZigBee
  • Versatile
  • Funzionamento garantito anche in assenza di connessione Internet
  • Buon rapporto qualità/prezzo
  • Predisposto per lo standard Matter
Cons
  • Non bellissimo

Altri componenti di questo tipo:

Termosifoni: come risparmiare sul riscaldamento domestico tramite accortezze pratiche e domotica

Dicci la tua o poni la tua domanda nei commenti qui sotto!

Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.
Telegram News Channel