community italiana di domotica personale
 
Recensione: ITEAD Sonoff SNZB-06P, il sensore Radar “di presenza” ZigBee per tutte le tasche

Recensione: ITEAD Sonoff SNZB-06P, il sensore Radar “di presenza” ZigBee per tutte le tasche

Produttore: ITEAD
Categoria: Sensore
Tipologia: Presenza
Tecnologie: Radar a microonde / ZigBee
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Alta
DisponibilitàAmazonITEAD
Revisione recensione: 1.1
ITEAD Sonoff SNZB-06P - Package
RADAR IN SALSA SONOFF

È innegabile che tra le novità hardware più interessanti degli ultimi tempi spicchino i sensori di presenza basati su tecnologia mmWare/Radar. A differenza di quelli “classici” a rilevazione di movimento, questa categoria di sensori permette di rilevarela presenza continua di persone all’interno di ambienti, il che apre a tutto un set di automazioni ben più ricche e versatili, a partire dalla gestione intelligente dell’illuminazione.

In questo test&recensione inDomus vi presentiamo un modello che da tempo volevamo speriementare: appartenente alla linea “Sonoff Smart Home“, il sensore Sonoff SNZB-06P di ITEAD promette molto.

Vediamo se e cosa ha mantenuto.

Caratteristiche

A forma di barilotto di colore bianco, il Sonoff SNZB-06P è uno dei sensori di questa categoria tra i più piccoli da noi sperimentati e, forse, tra i più esteticamente gradevoli. Le dimensioni sono di 44,2 mm e un diametro di di 59 mm, davvero ridottissime. Il peso, praticamente ininfluente, è di 19 grammi; l’unità presenta una porta d’ingresso per l’alimentazione continua in standard USB-C (cavo incluso nella confezione, a differenza dell’alimentatore, assente) con assorbimento massimo di 1 ampere sui 5 volt (quindi 5 Watt) e un pulsante di reset/pairing. Nient’altro.

Su uno dei due lati è presente la finestra, convessa e in plastica traslucida, che nasconde il sensore vero e proprio; l’altro lato nasconde un magnete tramite il quale installare il componente alla base anch’essa magnetica da posizionare, tramite biadesivo incluso, sulla superficie che ospiterà il sensore.

ITEAD Sonoff SNZB-06P - Montaggio
il montaggio su base magnetica. Una volta collegato, il sensore può ruotare in tutte le direzioni.

Come anticipato, Sonoff SNZB-06P è un sensore di presenza basato su tecnologia Radar, la quale a differenza dei classici sensori PIR di movimento necessità di costante alimentazione.

De facto si tratta di un radar a onda continua. Invece di utilizzare il tempo per misurare la distanza (noto come TOF), la tecnologia usata dal sensore emette un debole segnale radar con una frequenza che aumenta continuamente per creare uno sweep di segnale. Dopo essere stato riflesso dalla superficie target, l’eco del segnale verrà captato dall’antenna: poiché il segnale emesso varia costantemente in frequenza, c’è una leggera differenza tra le frequenze dell’eco e dei segnali emessi. Questa differenza di frequenza è direttamente proporzionale al ritardo dell’eco, consentendo così la misurazione accurata delle distanze quindi… l’effettiva presenza. Ovviamente, la calibrazione delle frequenze di questo Sonoff SNZB-06P è tarata sulla riflessione fornita da un essere vivente (inclusi gli animali domestici, ma ne parleremo).

Sonoff SNZB-06P lavora su frequenze radar a 5.8GHz (tecnicamente microonde e non onde millimetriche/mmWave), ha un tiro fino ai 4 metri e copre un angolo di 95° sui due assi. In determinati casi (che vedremo più avanti) funziona anche come classico sensore di presenza. Come vedremo dall’esperienza d’uso a seguire, il Sonoff SNZB-06P non è particolarmente configurabile: l’unica voce disponibile, infatti, è sostanzialmente quella relativa al tempo di ritorno in stato di quiete all’abbandono della persona/e dall’ambiente monitorato dal sensore.

ITEAD Sonoff SNZB-06P - Specs

Il sensore comunica con la domotica via wireless, senza fili, tramite tecnologia ZigBee 3.0: lo svantaggio del non essere alimentato a batteria si traduce in un diretto vantaggio, in quanto agisce anche da router, ovvero da ripetitore di segnale automatico per la propria rete mesh ZigBee. Naturalmente (in quanto Zigbee) per essere utilizzato in domotica il Sonoff SNZB-06P deve essere associato a un BRIDGE/Gateway, il quale può essere o il “proprio”, ovvero quello della ITEAD (per esempio l’ottimo Sonoff NSPanel Pro oppure Sonoff ZB-Bridge Pro) per essere poi gestito tramite l’app mobile eWeLink (per iOS e Android) oppure – ancora meglio – con uno software, un “jolly” come gli apprezzatissimi ZigBee2MQTT, ZHA e deCONZ cosa che, come vedremo, apre a molta più flessibilità nell’uso.

ITEAD Sonoff SNZB-06P - Funzioni

Esperienza d’uso

Abbiamo testato Sonoff SNZB-06P sia presso il “suo” proprio ecosistema, quello per cui sarebbe concepito (“Sonoff Smart Home“) sia presso i più comuni BRIDGE/Gateway software, grande e tipica delizia di chi frequenta inDomus. Nel primo caso lo abbiamo collegato a un Sonoff NSPanel Pro, il quale tramite l’app eWeLink ci ha informati della disponbilità di un firmware aggiornato (1.0.5) che abbiamo prontamente provveduto a installare. 

Il sensore funziona in modo semplice e accuarato, rilevando quattro diversi stati:

  • Nessuna presenza
  • Presenza
  • Presenza in ambiente molto luminoso
  • Presenza in ambiente molto buio

il che fa intendere la presenza di eventuale un sensore di luminosità, il quale però non viene direttamente esposto alla rete ZigBee. L’ecosistema Sonoff permette di regolare tre livelli di sensibilità (basso/medio/alto) e il già citato tempo di ritorno allo stato di quiete. Fine, niente di più – il che, detto a bocca un po’ stretta, è davvero limitante, specie per le grandi funzionalità che questa tecnologia offrirebbe.


Con gli “altri” ecosistemi non è andata molto diversamente. Sia su ZigBee2MQTT che ZHA il sensore Sonoff SNZB-06P viene riconosciuto sia come sensore di presenza (che rimane attivo per tutto il tempo in cui una persona è sotto rilevazione) sia come sensore di movimento, cosa eventualmente utile in eventuali scenari specifici. In entrambi gli ambienti è possibile regolare il tempo, in secondi, di ritorno allo stato di quiete nonché la regolazione di sensibilità (bassa, media o alta). Niente compatibilità con deCONZ, anche se, col tempo, arriverà di certo.

Infine, gli smart speaker Alexa dotati di supporto ZigBee riescono a integrare il sensore senza particolari problemi, ma in questo caso nessun tipo di regolazione è consentita: viene semplicemente visto come sensore binario.

sensibilità e velocità

Innegabile il valore del sensore dal punto di vista di velocità e sensibilità: rapidissimo a reagire al cambiamento di stato, risulta sin troppo sensibile in certe occasioni. Non essendo ampiamente regolabile come capita per esempio col Tuya, sperimentato in certe stanze con certe condizioni di superfici riflettenti potrebbe causare falsi positivi (comunque con effettiva presenza di persone, mai in caso di totale vuoto). Nelle stanze di diverse dimensioni in cui l’abbiamo testato possiamo dirci soddisfatti ma, come detto, l’assenza di regolazioni lo castra un po‘ nella regolazione fine che, con altri, è possibile effettuare: la sola regolazione bassa/media/alta (per altro attuabile solo su ecosistema Sonoff e non sui BRIDGE/Gateway software è forse un po’ troppo generica e limitata per casi in cui la precisione sia estremamente necessaria. Sulla base della nostra esperienza empirica, “bassa” significa rilevare entro i 2,5 metri, “media” intorno ai 3 e “alta” intorno ai 4.

L’accuratezza nella rilevazione è comunque indirettamente proporzionale alla distanza, così com’è naturale che sia: all’aumentare, infatti, il sensore diventa leggermente meno preciso. Intorno ai 4 metri rileva, sì, ma tende a metterci un pochino di più rispetto che a distanze inferiori (i test di questo tipo li abbiamo fatti con la regolazione di sensibilità al massimo). Mai, però, ha mancato di rilevarci entro il range operativo.

Nota sul superamento di barriere: sebbene il radar fornisca un immaginario “cono” dal centro dell’unità, in realtà le onde superano certe barriere e rilevano comunque la persona.
SCENARI D’USO

Dal realizzare da sé un sistema anti-intrusione a semplicemente “far in modo che le luci di una stanza si accendano e rimangano accese solo quando c’è qualcuno nella stanza“, il Sonoff SNZB-06P è davvero un alleato papabile. Certo: l’assenza di regolazioni un po’ si fa sentire.

Vetrina - Offerte del giorno

Compatibilità

Come per qualsiasi componente basato su protocollo ZigBee, l’analisi in termini di compatibilità va effettuata in relazione non tanto di quella diretta che il componente offre in sé (fisiologicamente assente) quanto a quella indirettamente garantita dalla domotica personale presso la quale la rete ZigBee – sulla quale viene attestato il componente – è gestita.

Se consideriamo – come troviamo sia giusto fare in questi casi – la compatibilità possibile integrando il componente a un HUB personale (come approfondito nel paragrafo a seguire), allora tale compatibilità è massima, in quanto l’adozione di HUB personali fornisce compatibilità agli smart speaker, ad Apple HomeKit, a IFTTT e molto altro ancora.

Integrabilità domotica

Sul fronte integrazione Sonoff SNZB-06P è ben supportato, specialmente alla luce del funzionamento con quelli software come ZigBee2MQTT, ZHA e deCONZ.

Vediamo come si comporta in vari ambiti.

HOME ASSISTANT

Con Home Assistant il Sonoff SNZB-06P funziona bene, anche se come detto è castrato in termini di regolazioni: sia che lo si utilizzi integrandolo via ZigBee2MQTTZHA, il sensore funziona come da attese.

ITEAD Sonoff SNZB-06P - su ZHA di Home Assistant
integrato su Home Assistant via ZHA.

Dalla versione 1.35.0 di ZigBee2MQTT, anche su questo BRIDGE/Gateway è possibile la regolazione di sensibilità (bassa,  media e alta) e il timeout di ritorno in stato di quiete.

N.b. Date le sue caratteristiche, questo sensore può essere idealmente utilizzato per realizzare in proprio un sistema antieffrazione/antifurto con Home Assistant.
HOMEY PRO

Homey è un HUB personale hardware dotato di coordinator ZigBee, la quale consente di gestire reti di questo tipo: va da sé che sia tecnicamente in grado di integrare componenti ZigBee generiche; nello specifico però è disponibile un’app di integrazione per i componenti della linea ITEAD Sonoff, la quale però non è ancora stata adeguata per l’integrazione di questo sensore. Questione di tempo.

L’alternativa è adottare ZigBee2MQTT e integrare il Sonoff SNZB-06P via MQTT (solo Homey Pro) 

ALTRI

Segnalata la presenza di compatibilità con l’ecosistema Samsung SmartThings. Anche openHAB e Domoticz – almeno tramite ZigBee2MQTT – possono certamente integrare l’attuatore.

Valutazione

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità e integrabilità
Innovazione
Rapporto qualità/prezzo
Media
N.b. La valutazione è oggetto di revisione nel tempo in funzione di novità e aggiornamenti.
ITEAD Sonoff SNZB-06P - BoALa valutazione del Sonoff SNZB-06P è dolceamara. Sulla carta, anche alla luce dei buoni risultati di tutti i componenti Sonoff ZigBee di recente test, ci aspettavamo un sensore che meritasse quasi certamente l’Award. Ci sbagliavamo, perché come spiegato in dettaglio lo 06P pecca, colpevolmente, di una configurabilità tale da rendere l’interessante tecnologia Radar più facilmente adottabile. Capiamoci: il sensore è molto veloce, reattivo e preciso, e a maggior ragione questo ci fa un po’ storcere la bocca, perché sarebbe bastato davvero molto poco per renderlo perfetto. Magari un aggiornamento firmware più avanti, chissà.

DisponibilitàAmazonITEAD

Pros
  • Piccolo e bello
  • Molto veloce
  • Funziona bene anche da repeater di segnale ZigBee
Cons
  • Assenza di regolazioni fini

Altri sensori di presenza e movimento:


⭐️ BEST IN CLASS ⭐️
Attualmente, per questa categoria di componenti il migliore da noi sperimentato è: LUMI Aqara FP2
Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Alcuni link sono taggati in qualità di affiliati Amazon e riceviamo un compenso dagli acquisti idonei, utile al sostenimento del sito, ma le nostre recensioni sono tutte indipendenti e non sponsorizzate. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.