VERY HOT – Aggiornamento 0.115 per Home Assistant Core

7 minuti di lettura

Home Assistant Official Logo

Il team di sviluppo di Home Assistant ha rilasciato un nuovo aggiornamento per il noto HUB software gratuito per la domotica personale, il quale si porta alla versione 0.115.x.

⚠️ Si tratta di un aggiornamento piuttosto corposo: prima di provvedere vi consigliamo di leggere con estrema attenzione questo nostro articolo nonché le stesse release notes di Home Assistant. Comunque ricordiamo a tutti, a prescindere, l’importanza di eseguire SEMPRE questi aggiornamenti.

Eventuali problemi con questo aggiornamento – segnalati dalla community internazionale – sono disponibili qui.
Ovviamente, ci sono sempre anche il nostro FORUM e la nostra CHAT.

Media Player

La card Media Player dell’interfaccia Lovelace UI subisce una profonda revisione e si dota, da questa nuova versione dell’HUB, della possibilità di effettuare la selezione manuale dei contenuti da riprodurre. Appare infatti il tasto “sfoglia”, il quale consente di selezionare, per l’appunto, i propri contenuti manualmente.

Ovviamente questo impatta tutta una serie di integrazioni, le quali in base alla propria natura consentiranno lo sfoglio appropriato. Alcune integrazioni toccate da queste novità sono:

  • Plex
  • Spotify
  • Sonos
  • Arcam
  • Netatmo

e altri.

Aggiungendo la cartella media all’interno della cartella contenente i file di configurazione dell’HUB, essa verrà utilizzata come capofila all’atto di sfogliare i contenuti.

Tag

Come noto, l’app mobile Home Assistant Companion è ora un canale valido per la lettura delle tag NFC. L’HUB, da questa nuova versione, si dota finalmente di un pannello per l’amministrazione di questi elementi fisici, il quale fornirà un elenco che illuminerà la riga corrispondente quando una tale tag verrà letta tramite l’app.

Automazioni e Script

Come sappiamo, automazioni e script di Home Assistant hanno subito di recente svariati aggiornamenti nelle logiche di funzionamento (a partire dalle modalità di esecuzione); questa 0.115 introduce altre novità importanti.

Nuova azione: WAIT_FOR_TRIGGER

Tra le action utilizzabili, ne nasce una nuova: wait_for_trigger, la quale consente di mettere in attesa un’automazione/script fino al presentarsi di un nuovo trigger specifico.

Per esempio:

automation:
  - trigger:
      - platform: state
        entity_id: binary_sensor.cancello
        to: 'on'
    action:
      - wait_for_trigger:
          - platform: state
            entity_id: binary_sensor.ingresso
            to: 'on'
        timeout: 10
        continue_on_timeout: false
      - service: notify.notify
        data:
          message: Qualcuno è entrato in casa.

L’automazione di cui sopra si spiega da sé: si innesca con un trigger legato allo stato del cancello (binary_sensor.cancello) e attende che si inneschi anche l’apertura della porta di casa (binary_sensor.ingresso) per inviare un messaggio.

Attributi entità in trigger e condition

ALLELUIA! Questa è una novità che si aspettava da tantissimo tempo, ovvero la possibilità di utilizzare anche gli attributi delle entitàdirettamente – come trigger e condition, e non più solo gli stati delle stesse (o da template che utilizzassero sì gli attribuiti, ma comunque degli accrocchi inguardabili):

trigger:
  - platform: state
    entity_id: climate.sala
    attribute: havc_action
    state: "heating"
  - platform: numeric_state
    entity_id: weather.outside
    attribute: temperature
    above: 20
condition:
  - condition: state
    entity_id: climate.sala
    attribute: havc_mode
    state: "heat"
  - condition: numeric_state
    entity_id: weather.outside
    attribute: humidity
    below: 80
action: [] 

Nell’automazione proposta sopra, essa si innesca quando il climatizzatore entra in stato operativo (attributo havc_action) o quando la temperatura esterna è superiore ai 20 gradi (attributo temperature dell’entità weather.outside); viene effettivamente eseguita però quando si presenta o la condizione per la quale il climatizzatore sia in stato di riscaldamento (attributo havc_mode dell’entità climate.sala) o quando l’umidità esterna è inferiore a 80.

Entità input

Ora è possibile utilizzare direttamente le entità di tipo input_* all’interno di automazioni e script:

  • i trigger di tipo time ora accettano entità input_datetime;
  • i trigger di tipo numeric_state accettano entità input_number;
  • le condition basate su time accettano entità input_datetime;
condizioni

Ora è possibile scrivere le condizioni in svariate modalità diverse.

Template

Come sappiamo, per personalizzare l’output di certi campi (per esempio data) è sempre stato necessario aggiungere il suffisso _template. Molto noioso e spesso causa di problemi.

Da oggi non serve più:

action:
  - service: "notify.{{ state('input_select.active_notify_platform)' }}"
    data:
      title: Questa è una notifica!
      message: "The time is {{ now() }}
Minuterie

Altri piccoli dettagli sono stati cambiati sempre per automazioni e script.

Integrazioni ricaricabili a caldo

Da oggi si allarga l’elenco delle integrazioni YAML ricaricabili senza dover riavviare l’HUB:

  • Command Line
  • File Size
  • Filter
  • Generic IP Camera
  • Generic Thermostat
  • Groups
  • History Stats
  • HomeKit
  • Min/Max
  • MQTT
  • Ping
  • RESTful
  • RPi GPIO
  • SMTP
  • Statistics
  • Telegram
  • Templates
  • Trend
  • Universal Media Player

Per effettuare il reload dopo una modifica ai file di configurazione YAML, è sufficiente recarsi alla voce “Configurazione” > “Integrazioni” del menu, identificare l’integrazione da riavviare e cliccare “Reload“.

Broadlink

La 0.115 di Home Assistant introduce delle variazioni importanti ai componenti Broadlink (ora è possibile configurare questa integrazione da interfaccia Lovelace UI) e la cosa manda in crisi molte precedenti configurazioni, incluse quelle basate su SmartIR.

Vengono infatti pensionati i servizi broadlink.learn e broadlink.send, i quali vengono sostituiti. A breve usciremo con un focus ad hoc che spieghi che fare e come.

Se usate Broadlink, seguite questa guida per aggiornare Home Assistant e ripristinare il corretto funzionamento dei servizi, dei telecomandi virtuali e di SmartIR. (Attenzione comunque, qualche problema c’è a prescindere, in alcuni casi).

EZVIZ

L’integrazione EZVIZ viene temporaneamente disabilitata a causa di un problema a una dipendenza di codice. Verrà ripristinata quanto prima (probabilmente già dalle prime minor update della 0.115).

Se usate IPCAM EZVIZ, aspettate ad aggiornare Home Assistant (oppure accettate di non avere le EZVIZ funzionanti).

Upload immagini

Sì! Finalmente è possibile effettuare sul server l’upload per l’immagine del proprio profilo.
Agevoliamo la demo:

Shelly!

Finalmente Shelly sbarca su Home Assistant in modo ufficiale: è disponibile l’integrazione basata su CoAP, la quale consente di integrare i componente della linea Shelly “Home Automation Systems” in modalità Local Push pur mantenendo attivo il servizio cloud di Allterco. Ovviamente il livello qualitativo di tale integrazione è tutto da testare – dalle prime impressioni sembra molto, molto immatura, per quanto funzionante.

Possiamo dire ciao ad integrazioni tramite custom component come ShellyForHASS? Rimangono valide come sempre (e noi ve le consigliamo a prescindere) le integrazioni via MQTT.

Varie, ma importanti

Continua il processo parallelo di ottimizzazione dell’intero HUB. In questa nuova versione:

  • sidebar sinistra dell’interfaccia Lovelace UI: ora è possibile finalmente nascondere le voci che non si utilizzano per propri motivi e riorganizzare l’ordine degli elementi;
  • le card reative alle singole entità ora forniscono più informazioni (come, per esempio, lo storico dettagliatio;
  • Calendar Card: da oggi finalmente è possibile visualizzare i calendari come card presso l’interfaccia Lovelace UI;
  • nuove icone! Ora supportate le Material Design Icons in versione 5.5.55;
  • interventi minori sul template per sviluppatori (“Strumenti per gli sviluppatori” > “Template“);
  • interventi minori (d’interfaccia) sul Logbook;
  • chi utilizza il cloud Nabu Casa con Google Home / Amazon Echo Alexa ora può escludere l’esposizione di domini ed entità verso gli smart speaker semplicemente dall’interfaccia Lovelace UI, presso la configurazione Nabu Casa;
  • ora è possibile riordinare le entità, per esempio definendo una card elenco, semplicemente trascinando i nomi con il click del mouse anziché premendo sulle fastidiose freccette alto/basso;
  • OpenZWave continua il suo sviluppo;
  • il componente “Stream” finalmente supporta l’audio;
  • il componente Met.no ora supporta le previsioni orarie;
  • il componente Yr è stato rimosso per richiesta del fornitore del servizio;
  • grosse migliorie sul fronte delle prestazioni globali e specifiche di alcuni componenti;
  • Google Home:
    • ora è possibile chiedere allo speaker di passare alla fonte input precedente;
    • aggiunti semplici controlli per gli effetti luminosi;
    • ora è possibile mettere in mute e regolare il volume delle sorgenti media_player.

Integrazioni

Svariate le nuove integrazioni:

Inoltre, alcune integrazioni già presenti guadagnano da questa versione la possibilità di essere configurate da interfaccia grafica anziché da codice:

Alcune piattaforme variano:

  • Agent DVR ora supporta l’Alarm Control Panel;
  • devolo Home Control ora supporta la gestione degli scuri e dei termostati;
  • Fibaro aggiunto il supporto alle serrature;
  • KNX ora supporta l’uso di stazioni meteo dedicate;
  • VeSync aggiunge il supporto per i ventilatori.

Breaking changes

Una lista di modifiche che potrebbero eventualmente causare problemi o comunque degne di nota:

  • Broadlink:cambiano una valanga di cose, aggiornando in modo bovino i vostri Broadlink smetteranno di funzionare. Attendete il nostro speciale sul tema oppure informatevi con attenzione sulle variazioni;
  • Reverse Proxy: se usate queste tecniche, leggete bene qui. Sono cambiate varie cose;
  • EZVIZ: come spiegato sopra, l’integrazione viene temporaneamente disabilitata;

e molto altro ancora. Date una scorsa CON ATTENZIONE.

Home Assistant 0.115

 

> Tutti i dettagli di questo rilascio sono disponibili qui.

UPDATE

Procedura di UPDATE HASSIO

Hassio si aggiorna nelle solite, semplici modalità.

Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione e, comunque,  di utilizzare “Check Home Assistant configuration” per verificare in anticipo che la configurazione in uso sia corretta rispetto alla nuova versione di Home Assistant.

Per effettuare l’aggiornamento, accedere presso il menu “Supervisor” e, presso “DASHBOARD“, cliccare su “Update” presso il box che segnala la disponibilità di aggiornamento. Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione.

HASSIO update

Procedura DI UPDATE Windows

Il comando (da eseguire da prompt dei comandi) è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant

In caso si stia eseguendo Python in ambiente virtuale, i comandi sono i seguenti:

cd homeassistant
Scriptsactivate.bat
py -m pip install --upgrade homeassistant

Procedura DI UPDATE Linux/Raspberry

I comandi per l’update sono:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install --upgrade homeassistant
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

N.b. In caso di problemi insormontabili (ma non siate frettolosi nel giudicarli tali), è sempre possibile effettuare un rollback con i comandi:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install homeassistant==0.XX.X
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

avendo cura di sostituire, nel comando:

pip3 install homeassistant==0.XX.X

le “X” con la versione precedente che funzionava (eg. 0.114.0).

Procedura di UPDATE Mac

Su MAC (tramite terminale) il comando è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant


Home Assistant Official Logo ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel