Home Assistant Companion

3 minuti di lettura
●  Resta aggiornato con il nostro canale e con la nostra newsletter settimanale!  ●
Produttore: Home Assistant CommunityHome Assistant Companion - Icon
Categoria: Strumento di gestione finale
Tipologia: App per smartphone/tablet
Tecnologia: n.a.
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: presso Apple Store e Google Play Store
Revisione scheda: 1.1

Il sempre più noto HUB software dedicato alla domotica personale Home Assistant dispone di una controparte, un’app mobile dedicata alla sua gestione e controllo chiamata “Home Assistant Companion“, sviluppata e rilasciata direttamente dalla community open source che sviluppa l’HUB stesso.

Tale app è disponibile sia per i dispositivi mobile Apple (solo quelli che montino iOS superiore alla versione 9.x) e per quelli Android; l’app è utilizzabile solo a partire dalla versione 0.95 di Home Assistant, condizione essenziale per utilizzare il componente a supporto dell’app, ovvero “Mobile App” (che vedremo a seguire).

FUNZIONI

Primariamente, lo scopo di Home Assistant Companion è quello di permettere all’utente di agire manualmente sull’interfaccia Lovelace UI, ovvero il “pannello di controllo” della propria domotica personale. Ogni inquilino di una casa che utilizzi Home Assistant come HUB può accedervi (tramite nome utente/password) e provvedere così ad agire sugli elementi disponibili (luci, interruttori, entità clima e molto altro), variabili ovviamente in base alle integrazioni messe in campo.

Home Assistant - Tablet a muro
Home Assistant a muro.

Spesso l’app viene utilizzata anche per realizzare, tramite tablet, delle interfacce a muro molto semplici ma efficaci.

L’applicazione è utile non solo per controllare la domotica quando ci si trova in casa, ma anche e sopratutto quando si è fuori: il controllo remoto è infatti una delle funzioni più importanti, attuabile a patto di aver configurato ciò che serve per collegarsi da fuori.

Al di là dell’ovvio uso a fini di controllo, Home Assistant Companion garantisce altre tre funzioni fondamentali:

  • localizzazione;
  • notifiche;
  • podometro (per ora disponibili per ora solo sulla versione per Apple iOS).

Sempre presso iOS, è garantito anche il supporto per le “Actions” nonché per Apple Watch.

Home Assistant Companion - Apple Watch
su Apple Watch.
LOCALIZZAZIONE

Cruciale. Si tratta di una funzione che permette di generare delle entità presso Home Assistant – collegate ad ogni smartphone-tablet che si autentichi sull’HUB tramite l’app – di tipo “Device Tracker“, ovvero delle entità che raccolgono la geolocalizzazione del dispositivo. Tali informazioni sono estremamente utili per definire delle automazioni relative, per esempio, all’ingresso o all’uscita di casa da parte di uno, più di uno o tutti gli inquilini della casa.

N.b. La domotica personale basata su Home Assistant non viola la privacy dei suoi utenti: tutte le informazioni relative agli stati (ivi inclusa quello del componente “Device Tracker”) sono collezionate LOCALMENTE e non vengono trasmesse a nessuna realtà esterna. Per i più scettici: Home Assistant è un progetto open source, il che significa che il codice sorgente è aperto, ergo il suo comportamento – comprovato – è verificabile da chiunque. Ovviamente gli eventuali servizi esterni utilizzati per collezionare la posizione sono responsabili della gestione di quell’informazione specifica.

Affinché tale localizzazione funzioni è necessario che l’app sia autorizzata alla raccolta, sullo smartphone/tablet, di tali informazioni di localizzazione.

NOTIFICHE

Anche le notifiche non sono di certo secondarie. Si tratta di una funzione che permette di inviare appunto delle notifiche push verso lo smartphone/tablet che sia autenticato, tramite l’app, al proprio HUB domestico. La funzione permette non solo di inviare semplici notifiche di testo

Home Assistant - Notifica frigorifero caldo
notifica su iOS.
Home Assistant Companion per Android - Notifica
notifica su Android.

ma anche più complesse, contenenti immagini, richieste d’azione da parte dell’utente ed altro.
Va da sé che l’uso delle notifiche sia uno strumento insostituibile per chi sia dotato di una domotica personale basata su questo HUB (e non).

PODOMETRO

L’app è in grado di fornire a Home Assistant delle informazioni relative al numero di passi e di scale ascese/discese, qualora l’utente abbia la necessità di definire delle automazioni legate a questo genere di informazioni.

USO

Per utilizzare l’app è necessario provvedere alla configurazione del componente “Mobile App” presso Home Assistant. Per farlo è sufficiente aggiungere la riga:

mobile_app:

in configurazione, a meno che non sia già presente

default_config:

la quale provvede ad instanziare, all’avvio, una serie di componenti “base”, tra i quali appunto “Mobile App“.

Una volta riavviato Home Assistant, l’HUB è in grado di accogliere le connessioni provenienti dall’app Home Assistant Companion: è sufficiente aprirla, inserire l’indirizzo della propria domotica, fornire le proprie credenziali ed accedere.

Una volta connessi per la prima volta (il cosiddetto “onboarding”), l’app visualizzerà l’ambiente della propria domotica personale e comincerà a comunicare relativamente alle informazioni sopracitate (geolocalizzazione, notifiche eccetera).

In caso di problemi

Sebbene l’uso dell’app sia particolarmente intuitivo ed agevole, possono comunque verificarsi dei probemi di funzionamento, sopratutto lato HUB (specialmente per i meno esperti). In caso, la community Home Assistant mette a disposizione questa guida (in inglese).



Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.