community italiana di domotica personale
 
⭐️ Recensione: ITEAD Sonoff NSPanel Pro, il display touch che funge da HUB e bridge ZigBee

⭐️ Recensione: ITEAD Sonoff NSPanel Pro, il display touch che funge da HUB e bridge ZigBee

Produttore: ITEAD
Categoria: Display fullscreen-touch / BRIDGE/Gateway ZigBee
Tipologia: n.a.
Tecnologie: Wi-Fi / ZigBee
Difficoltà d’installazione: Medio/bassa
Semplicità d’uso: Media
Disponibilità: Amazon (grigio scuro, oppure in versione bianca)
Revisione recensione: 1.3

ITEAD Sonoff NSPanel Pro - Package

 

Raccontarvi nel dettaglio ITEAD Sonoff NSPanel Pro non sarà facilissimo ma, come sempre, cercheremo di fare del nostro meglio. Sì, perchè le funzionalità e le caratteristiche di questo piccolo pannellino fullscreen touch della linea “Sonoff Smart Home” sono molte e non è facile rendere, in parole, l’ampio scenario di utilizzo che racchiude in sé.

In questa recensione non solo vi illustreremo cos’è nato per fare, di fabbrica, ma anche e sopratutto (specie in ottica do-it-yourself) quanto margine offra per farci un po’ quel che si vuole.

Un test/recensione da leggere con calma – a maggior ragione se si è (o si diventerà, ve lo auguriamo) utenti Home Assistant.
Andiamo.

Caratteristiche

Sonoff NSPanel Pro di ITEAD è la diretta evoluzione del primo, preliminare modello chiamato semplicemente Sonoff NSPanel. Questo modello evoluto è composto da un pannellino tutto schermo, completamente touch, senza pulsanti meccanici (a differenza di NSPanel), concepito espressamente per essere installato o a muro o, come vedremo, a mo’ di soprammobile.

Tale dispositivo è, de facto, un micro-computer: è dotato di processore SOC a 4 core Cortex-A35 da 1.2GHz, di una GPU Mali-G31, 2GB di RAM e 8 di ROM sul quale è in esecuzione il proprio firmware operativo; il display, da 3.95″, offre una risoluzione di 480×480 pixel (certo non un “retina display”, ma più che adeguato per gli scopi). Dotato di connettività Wi-Fi, è dotato anche di antenna ZigBee 3.0 di microfono, di speaker e di sensore di luminosità per l’autoregolazione della luminosità.

Le dimensioni sono di 86 x 86 x 39.5mm (ideale per il montaggio in scatola murale 502) ed è realizzato in robusta plastica, pesa 220 grammi e si alimenta a normalissima corrente alternata 230v. La potenza assorbita (i consumi) sono, con display acceso, attorno ai 3,5 Watt, mentre in idle assorbe, udite udite, 1.2 Watt (in base al carico della CPU).

ITEAD Sonoff NSPanel Pro - Caratteristiche tecniche

A cosa serve

ITEAD Sonoff NSPanel Pro è a tutti gli effetti una centrale HUB domotica per l’ecosistema ITEAD “Sonoff Smart Home” – ma non solo.

Cercando di spiegarla in modo semplice, sostituisce (o meglio affianca) l’uso della classica app eWeLink (per iOS e Android) in uso, solitamente, per agire e consultare tutti i device dell’ecosistema ITEAD, regolarne i funzionamenti, impostare singole funzioni specifiche e sorprattutto definire automazioni, una caratteristica, questa, per l’appunto peculiare degli HUB. In realtà, oltre alle funzioni HUB, funge anche da BRIDGE/Gateway ZigBee, dotando l’utente di una rete wireless basata su questo apprezzatissimo standard. E’ infine strumento di gestione finale, in quanto appunto dotato di display touch, il quale consente di consultare varie interfacce grafiche e agire, con un semplice tocco, su di esse.

Dato che dialoga via Wi-Fi (e quindi via Internet) col cloud ITEAD al quale afferiscono anche tutti i componenti Wi-Fi della stessa linea prodotti (nonché quelli ZigBee, tramite esso o altri BRIDGE/Gateway di linea, come ZBBridge), NSPanel Pro è in grado di pilotare il tutto in modo centralizzato. L’ampiezza e la varietà delle funzioni gestilbili e automatizzabili è legata a quanta componentistica Sonoff si abbia installata in casa: dotandosi di un solo sensore di temperatura, per esempio, si potrà solo consultare l’andamento dei parametri ambientali di quel sensore; se invece si comincia ad adottare anche dei sensori di sicurezza (come quello di apertura varchi, o di movimento), nonché degli attuatori di diversa natura (ne abbiamo testati diversi e diversi ne esistono) è possibile creare degli scenari di sicurezza a mo’ di impianto antifurto, gestire la produzione del calore o la gestione dei climatizzatori e molto, molto altro ancora.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dotandosi di sola componentistica ITEAD Sonoff, di fatto NSPanel Pro è un vero e proprio HUB domotico dotato d’interfaccia, il quale ovviamente è affiancato, quando si è lontani da casa, dalla già citata app eWeLink, la quale è facente funzioni allo stesso modo, con più o meno le stesse funzioni.

Altrimenti?

Qui le cose si fanno interessanti. Sin qui abbiamo elencato cosa si possa fare con NSPanel Pro out-of-the-box, ovvero così come esce dalla fabbrica, senza guardare lateralmente.

Cosa non detta sin qui, NSPanel Pro utilizza, quale sistema operativo, Android; monta inoltre ADB, Android Debug Bridge, software Google che consente di collegarsi in modo diretto al dispositivo così da configurarlo come meglio si crede, anche abilitando l’utente al “sideloading”, ovvero l’installazione di applicazioni inizialmente non previste.

2+2 fa ancora 4: in questo scenario è relativamente facile installare sul device applicazioni terze, rendendo NSPanel Pro un oggettino davvero, davvero interessante.

Immaginate infatti la possibilità di installarvi… Home Assistant Companion per Android (tanto per citare un’app molto adottata qui su inDomus come worldwide): esso può diverntare una delle interfacce di Home Assistant, tra l’altro integrata localmente: murale, touch, alimentata a rete, comoda e intuitiva. Non sarà un pannello enorme, ma è indubbia la possibile utilità e, perché no, la sua estetica.

In pratica, il pannelo potrebbe essere anche adottato per essere non tanto utilizzato come HUB per l’ecosistema ITEAD Sonoff quanto per essere utilizzato come strumento di gestione di altre realtà operative (come esemplificato, con Home Assistant, ma anche con alto). Ma di questo parleremo in maggior dettaglio più avanti.

Morale, NSPanel Pro è un versatile “jolly” sfruttabile in tanti ambiti diversi.

Installazione

Il processo di installazione è piuttosto elementare. Come già detto, tipicamente NSPanel Pro si installa a muro, su scatola murale 502 (tonda o quadrata), ma può anche essere usato a mo’ di soprammobile grazie all’adozione della scatola da tavolo Sonoff esplicitamente concepita allo scopo.

Basta poi collegare i poli fase e neutro (non può essere installato con la sola fase) e il gioco, in larga parte, è fatto: all’accensione, l’unità richiede di collegarsi alla Wi-Fi domestica e, dopo di questo, al cloud ITEAD, indicando username e password della propria utenza. Tout fini.

ITEAD Sonoff NSPanel Pro - Cablaggio
l’elementare cablaggio dell’NSPanel Pro.

Terminata la prima configurazione fisica e logica, NSPanel Pro provvede a fornlire tutte le indicazioni relative a tutte le funzioni sfruttabili in quel momento, come per esempio l’associazione di sensori ZigBee della linea prodotti ITEAD (come quello ambientale, oppure quello di apertura varchi, o di movimento) in quanto, come detto, può agire anche da BRIDGE/Gateway.

Da lì in poi, il pannello è pienamento operativo e verrà, inoltre, visualizzato presso l’app eWeLink, la quale consentirà di definire scene e automazioni, anche in relazione a componenti non direttamente connessi al pannello (per esempio altri componenti Sonoff Wi-Fi presenti in casa e già configurati sul cloud ITEAD).

Esperienza d’uso

NSPanel Pro si presta davvero a un’enormità di scenari diversi.

In primis, out-of-the-box, il pannello permette di visualizzare le più elementari informazioni, quali quelle meteo della località in cui ci si trova e l’orario. Ovviamente, il divertente interviene quando si provvede ad collegargli componenti ZigBee o comunque mutuare quelli già presenti sul proprio account sul cloud Sonoff: interessante è, eventualmente, la possibilità di gestire componenti anche distribuiti territorialmente (magari in una seconda casa), opzione già possibile con l’app eWeLink ma chiaramente ancora più rapidi di gestire e consultare tramite un pannellino touch com’è l’NSPanel Pro.

In presenza di attuatori singolo canale o multi-canale (come gli stranoti Sonoff Mini o i Sonoff 4CH) posso, con un solo tocco, gestire le accensioni, anche di gruppo; con misuratori di potenza ed energia posso controllare i consumi, con attuatori per la regolazione delle luci posso gestire luminosità e colori, coi sensori posso avere contezza di quel che succede in casa sotto tanti punti di vista, dal clima all’ambiente: insomma, un pieno controllo in punta di dita, a 360°, dell’ecosistema ITEAD Sonoff. Non solo: posso anche sommare più componenti dell’ecosistema per generarne di nuovi sul piano logico: posso ad esempio creare un termostato virtuale, semplicemente partendo da un sensore di temperatura e un attuatore a contatto pulito collegato alla caldaia. Ed è solo uno dei tanti esempi.

Vetrina - Offerte del giorno

Comunque sia, a nostro parere il meglio – come spieghiamo anche nel video in calce – NSPanel Pro lo dà utilizzando le sue implicite funzionalità “lateriali”. Sì, perché come sempre ITEAD lascia ampio margine d’uso ai propri utenti, consentendo anche di sfruttare i propri prodotti come meglio si crede. Per esempio, l’NSPanel Pro consente di aggiungere alle schermate consultabili alcune relative al classico browsing web: posso, semplicemente, aggiungere l’indirizzo web dell’istanza del mio HUB personale (dicamo Home Assistant, tanto per citare i soliti noti) per poter consultare e gestire tutta la mia domotica personale esattamente come se fossi davanti a un tablet o uno smartphone.

Ma c’è di meglio. Come spiegato sopra, monta Android ADB, il che mi consente di installare Home Assistant Companion (o altri app Android) e quindi utilizzarlo come fosse davvero un tablet/smartphone.

NOTA: l’uso di Android Debug Bridge (ADB) è tanto semplice quanto importante allo scopo di abilitare Sonoff NSPanel Pro agli usi “laterali” appena spiegati. Per questo, abbiamo deciso di deficare alla cosa una guida specifica.

Al di là degli HUB personali (come Home Assistant), sono tante le cose che si possono fare con questo semplice ma potente pannellino, dal gestire allarmi (anche lontani da casa relativi alle eventuali effrazioni (sfruttando alcuni dei sensori di sicurezza citati in precedenza), impostare automazioni elementari (notifiche, inneschi su attuatori eccetera), configurare webcam per visualizzarne l’inquadratura in tempo reale (accetta sia flussi RTSP che HTTP come mjpeg e altro), consultare informazioni dal web e molto altro.

Ecco il nostro video di hands-on:

Dalla versione del firmware 1.7.0 uscita nell’aprile 2023, ITEAD ha anche abilitato l’uso di NSPanel Pro via API (qui tutta la documentazione ufficiale).

Integrabilità

Moltissime cose le abbiamo dette strada facendo; vediamo di riassumerle in questo breve paragrafo.

La valutazione è molto alta, proprio perchè saggiamente ITEAD ci lascia fare “un po’ come ci pare”, in termini di usi “laterali” della propria componentistica, cosa che giocoforza anceh altri competitor stanno, lentamente, capendo essere essenziale (non per inDomus, ma per tutti).

Home Assistant

Se voglio usare NSPanel Pro con l’ottimo Home Assistant, nessun problema, anzi. Posso sia utilizzarlo come BRIDGE/Gateway ZigBee verso l’HUB, così da gestire da quest’ultimo i dispostivi ZigBee collegati a NSPanel Pro, così come posso consultare l’HUB dal pannello tramite o interfaccia web o addirittura usando Home Assistant Companion. Le due cose non sono mutuamente esclusive, posso anche fare entrambe le cose contemporanemente.

Per attuare il primo caso (le funzionalità BRIDGE/Gateway ZigBee integrate verso Home Assistant) si può utilizzare per esempio l’add-on per Home Assistant OS (ma esiste il corrispettivo per Core implementando un container Docker) chiamato eWeLink Smart Home, il quale genera un pannellino di controllo nonché le vari entità (sensori, interruttori, luci eccetera) sull’HUB, come spiegato anche sul sito di ITEAD.

ITEAD Sonoff NSPanel Pro - Integrazione verso HUB Home Assistant
un esempio di pannello Home Assistant per l’integrazione in sé dei dispositivi collegati a un NSPanel Pro.

Il secondo caso, come spiegato più volte, prevede di collegare NSPanel Pro alla propria istanza Home Assistant (locale o remota che sia) tramite o interfaccia web classica (prevista di base sul pannello) oppure tramite installazione sul pannello dell’app Home Assistant Companion per Android.

ALTRO

Se voglio utilizzare i componenti ZigBee collegati a NSPanel Pro con Apple HomeKit, posso farlo o attraverso Home Assistant (o un HUB che analogamente esporti le sue entità verso Apple HomeKit) oppure, crediamo in un futuro prossimo, via Matter Over-Wi-Fi (basterà aggiornare il firmware del pannello per renderlo router di frontiera Matter).

Con altri HUB come Domoticz, Homebridge, openHAB eccetera, vale il discorso fatto con Home Assistant: l’interfaccia web è comodamente consultabile dal pannello senza modifiche o complicanze. Se esiste un’app Android per consultare l’HUB, essa può essere installata e utilizzata, come spiegato più volte, su NSPanel. 

Per quanto riguarda altri ecosistemi, ITEAD dichiara compatibile il prorpio ecosistema (e quindi anche NSPanel) con Amazon Alexa e Google Home. Niente IFTTT nè Samsung SmartThings o altro. Dalla version 1.7.0 del firmware, è possibile controllarlo e gestirlo anche tramite Node-RED.

Valutazione

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità e integrabilità
Innovazione
Rapporto qualità/prezzo
Media
N.b. La spiegazione di questi parametri di valutazione è illustrata in dettaglio su questa scheda.
ITEAD Sonoff NSPanel ProNSPanel Pro è una figata.
A differenza del modello precedente, meno potente e sopratutto più bruttino, questo quadrato di vetro touch ha grande stile (disponibile a cornice grigio chiurara come bianca), grandissima versatilità e un rapporto qualità/prezzo secondo noi imparagonabile ad altre soluzioni: per un costo alla fine limitato, mi doto di uno strumento che può diventare utile non solo per gli utenti che utilizzino solo l’ecosistema Sonoff, ma anche e soprautto chi si è dotato (o lo farà) di HUB personali come Home Assistant o altro (ottima, infatti, la possibilità di usarlo con Home Assistant Companion).Brava ITEAD: hai capito che ci piacciono componenti ben costruiti e, sopratutto, aperti. 

Disponibilità: Amazon (grigio scuro, oppure in versione bianca)

Pros
  • Elementare ma versatilisismo
  • Concepito in chiave “open”
  • Buon livello di costruzione
  • Lo può usare anche un bambino
Cons
  • Peccato l’assenza di sensori ambientali a bordo

inDomus AWARD

Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.