Home Assistant

1 minuti di lettura
Produttore: Home Assistant Community
Categoria: HUB personale
Tipologia: HUB personale software
Tecnologia: varie
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Media
Disponibilità: presso GitHub
Revisione recensione: 1.5

Home Assistant Official Logo

Home Assistant è un HUB personale Open Source.

Anzi, è l’HUB personale software per eccellenza.

In pratica, si tratta di un software che vi offre un’interfaccia unica per controllare e automatizzare la vostra domotica, anche qualora abbiate componenti di linee di prodotti diversi tra loro. Supporta Alexa, Google Home, Siri e molti altri sistemi di controllo, incluse app mobili per Google Android e Apple iOS.

In sostanza, Home Assistant è un software che si installa sui maggiori sistemi operativi (vedi l’elenco delle guide ad esso dedicata tra le quali quelle relative all’installazione) e che offre un’interfaccia web oppure via app mobile che permette di coordinare, automatizzare, gestire in toto la domotica personale.

Google Android vs Apple iOS

I punti di forza di Home Assistant sono:

  • un’interfaccia potente e profondamente personalizzabile (vedi demo);
  • una grandissima disponibilità di componenti e piattaforme utili a domotizzare “sotto un unico tetto” tutta la vostra domotica, qualunque esso sia il produttore delle componenti disponibili;
  • un concept di design estremamente flessibile, il che si traduce nella possibilità di realizzare funzionalità e personalizzazione incredibili;
  • la gratuità.

Il punto dolente di Home Assistant è legato alla curva di apprendimento: non è un software banale da capire (sopratutto da principianti della domotica), va studiato e capito per riuscire ad ottenere il massimo.

COME IMPLEMENTARE HOME ASSISTANT

Home Assistant può essere implementato gratuitamente su computer tradizionali basati su Microsoft Windows, su Apple macOS, su Linux oppure, con molta più efficacia, su Raspberry Pi, un mini computer dal bassissimo ingombro, costo e consumo elettrico.

Home Assistant è distribuito in tre principali modalità:

  • HASSIO;
  • stand-alone;
  • HASSBIAN.

Si tratta sempre-dello-stesso-software, ciò che cambia è la modalità in cui viene installato. HASSIO, però, presenta effettivamente una differenza rispetto alle altre due modalità: al suo interno si trova una specie di “store” (gratuito) di add-on dal quale installare e configurare con estrema facilità tutta una serie di componenti esterni all’HUB utili alla realizzazione della propria domotica personale.

L’elenco delle guide dedicate alle varie modalità d’installazione di questo magnifico oggetto software gratuito è disponibile qui.

Primi passi con Home Assistant: da dove cominciare


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Please comment below