Le varie modalità di integrazione di componenti e servizi con Home Assistant

2 minuti di lettura
● Resta sempre aggiornato grazie al nostro canale Telegram e alla nostra newsletter settimanale!

Home Assistant Official LogoDopo aver provveduto alla prima installazione e poi alla prima configurazione “onboarding” di Home Assistant – il noto HUB personale software per la domotica personale – è finalmente possibile cominciare ad usarlo.

Ma usarlo, ovviamente, significa integrarvi i propri componenti domotici al fine di controllarli, censirli, automatizzarli e così via: Home Assistant in sé, vuoto, serve a poco. Per farlo, Home Assistant prevede due modalità parallele: l’utilizzo dell’interfaccia Lovelace UI (con l’eventuale auto-discovery) e il file di configurazione.

Spieghiamoci meglio.

Home Assistant dispone di una grande varietà di elementi utili all’integrazione di componenti domotici e servizi di diversa natura (oltre a quelli “custom”, ovvero prodotto da terze parti); tali elementi possono essere attivate/i tramite una modifica manuale al file di configurazione (di cui parleremo a breve) oppure, in alcuni casi, l’uso di un’interfaccia guidata sul fronted web/app del’HUB.

Via interfaccia

Lovelace UI è il nome dell’interfaccia di Home Assistant, che può essere consultata via web come tramite applicazione per smartphone/tablet e che permette, in alcuni casi, di configurare delle integrazioni di componenti e servizi semplicemente seguendo un percorso grafico guidato.

Quando, con Home Assistant in esecuzione, esso rileva la presenza di componenti integrabili (funzione cosiddetta di auto-discovery), l’interfaccia presenza una notifica e guida l’utente all’integrazione, basta cliccare su link proposto:

Home Assistant - Notifica Discovery

A prescindere dall’auto-discovery, per configurare un’integrazione disponibile via interfaccia è sufficiente accedere alla voce di menu “Impostazioni” / “Integrazioni” / “+“.

Così facendo, si accede alla lista di integrazioni possibili (l’elenco è molto molto lungo, questa è solo una parte):

Home Assistant - lista integrazioni

cliccando su quella d’interesse, si provvede alla configurazione.
Portiamo l’esempio di Alexa Media Player, un’integrazione realizzabile via interfaccia derivante dall’avvenuta installazione dell’omonimo componente “custom”. Cliccando sulla voce nell’elenco appare la schermata di configurazione dell’integrazione:

Home Assistant - lista integrazioni - Alexa Media Player

Al termine della procedura, nuove entità vengono create sull’HUB ed è così possibile iniziare a cominciare ad usarle.

File di configurazione

Quando un’integrazione non offre il supporto via interfaccia, l’unica alternativa è quella più “tradizionale”, ovvero quella di aggiungere blocchi di codice specifici a un file chiamato configuration.yaml, il quale contiene la configurazione “manuale” dell’HUB, ovvero tutto ciò che non può o che comunque non viene configurato via interfaccia.

Tale file ha una natura e sintassi specifiche: ne parliamo più diffusamente qui.

Tutte le integrazioni – che siano configurabili via interfaccia come no – possono comunque, sempre, esser configurate via file di configurazione. Ognuna di esse – trovate di una grande varietà di elementi – prevede un proprio blocco specifico (vedi esempio relativo all’integrazione delle lampadine Philips HUE).

Dispositivi

Un’ultima menzione va fatta rispetto alla voce di menu “Dispositivi“. Presso la voce “Impostazioni“, infatti, si trova questa voce la quale, accedendovi, elenca i dispositivi sin qui integrati dal punto di vista della loro natura “fisica”. Se per esempio si è integrato un multi-sensore (come per esempio l’Aeotec Multisensor6), esso apparirà come singola voce la quale, se cliccata, fornirà l’elenco delle entità ad esso associate, generate grazie alla sua integrazione (quindi un sensore di temperatura, uno di umidità, uno di luminosità e così via).


Si consiglia la lettura della seguente scheda:

Comprendere la logica componente-piattaforma-entità di Home Assistant


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.