community italiana di domotica personale
 
Recensione: Meross MSG100, l’apriporta garage che nasconde un segreto

Recensione: Meross MSG100, l’apriporta garage che nasconde un segreto

Produttore: Meross
Categoria: Attuatore
Tipologia: Apriporta garage/varchi elettrici
Tecnologie: TCP/IP via Wi-Fi / contatto pulito
Difficoltà d’installazione: Medio/bassa
Semplicità d’uso: Elementare
Disponibilità: Amazon (versione Wi-Fi Standard) o (versione HomeKit) / Meross
Revisione recensione: 1.0

Merosso - Logo

APRITI SESAMO

Un attuatore parlicolare, quello oggetto di questo test/recensione, che nasconde più di quello che mostra nel proprio nome: MSG100 Apriporta Garage è un componente semplice ma versatile della linea Meross, di una tipololgia che sin qui raramente abbiamo testato. Principalmente concepito per la gestione intelligente dell’apertura di bascule e porte garage, in realtà nasconde una indiretta funzionalità che può tornare utile anche in altri scenari.

Vediamo assieme cos’abbiamo scoperto.

Caratteristiche

Meross MSG100 appare come una piccola scatoletta in plastica di 9.4×4.6×2.3 centimetri, in policarbonato bianco, alimentata a 5 volt in corrente continua via USB; sono inoltre presenti, oltre il cavo USB appena segnalato, altri due cavi bipolari: uno dedicato al sensore di apertura (cavo rosso/nero) e uno dedicato all’azionamento del motore elettrico che controlla l’apertura del varco in questione.

Meross MSG100

Sulla parte frontale trovano alloggio un pulsante di azionamento/reset e un LED di stato; la scocca, inoltre, nasconde anche un cicalino di segnalazione acustica del quale parleremo più avanti. L’unità si collega alla rete tramite Wi-Fi 2.4GHz ed è disponibile sia in versione tradizionale Wi-Fi che in versione anche compatibile con il sovra-standard Apple HomeKit.


La logica di funzionamento è piuttosto semplice.
In primis, si posiziona il sensore di apertura, magnetico, tra la bascula/varco e un punto fermo (il binario in cui scorre, per esempio) e si collega all’unità Meross MSG100, in modo che “sappia” quando il varco è aperto o chiuso (non il livello di apertura: solo lo stato aperto/chiuso). 

I motori elettrici che solitamente consentono l’apertura elettrica prevedono, per lo più, un ingresso bipolare il quale, quando cortocircuitato avvia, alternativamente, apertura e chiusura della bascula (solitamente indicati come contatti OP/CS o O/S/C). Chiudo una volta il contatto, il motore apre; lo richiudo, chiude il varco, e così via.

Basterà quindi collegare il terzo cavo del Meross MSG100 (il cavo di “attuazione”) a tali contatti di attivazione del motore per aver concluso l’installazione e per controllare, così, la bascula.

Contatto pulito

I più esperti avranno già capito che ci troviamo quindi in presenza di un attuatore a contatto pulito.

In pratica, il relè interno al Meross MSG100 non fa altro che cortocircuitare (per un tempo regolabile) i due poli del “terzo cavo”, quello da collegare al motore elettrico, fungendo così da attuatore a contatto pulito utile per azionare il motore tramite i suoi contatti OP/CS o O/S/C. In pratica, dai due contatti del terzo cavo non esce alcuna corrente elettrica: è, in termini logici, l’equivalente di un interruttore meccanico. In pratica, si tratta di funzione “impulso” su contatto pulito.

N.b. Ovviamente non tutti i motori elettrici sono attivabili tramite contatti pulito. Ecco perché Meross mette a disposizione una lista di compatibilità per verificare, prima dell’acquisto, l’applicabilità al proprio caso.

Tutto ciò è particolarmente interessante, perché Meross MSG100 è di fatto un attuatore a contatto pulito alimentato a 5v, il che lo rende particolarmente utile anche in altri, diversi scenari in cui serva un attuatore di questo tipo. Si tratta della funzionalità accessoria alla quale facevamo riferimento in apertura: un attuatore di questo tipo può così essere utile in altri ambiti, i più disparati.

Installazione

Installazione parte, una volta, tanto, prima dall’aspetto logico per passare poi a quello fisico.

Innanzitutto, come spiegato anche sul manuale, si provvede ad accendere l’unità tramite l’alimentatore USB senza però collegare alcun sensore di apertura né tantomeno il motore che andremo a controllare. Una volta alimentata l’unità, si apra l’app Meross (per Android e iOS) e si provveda, tramite pochi e rapidi passi, a fornire all’unità le credenziali per accedere alla Wi-Fi domestica, dopodiché la rappresentazione logica dell’apriporta apparirà sull’app Meross (e presso l’app Casa di Apple, nel caso del modello compatibile Apple HomeKit).

Arrivati a questo punto, l’app ci guida nel processo di installazione fisica, che prevede di collegare il sensore di apertura e il cavo di attuazione al motore.

Il processo è abbastanza semplice – a patto di aver un minimo di manualità nel fai-da-te. Come spiegato precedentemente, si tratta sostanzialmente di collegare il sensore all’unità (posizionandolo dove meglio si crede sul varco) tramite il suo lungo cavo di ben 7 metri nonché il cavo bipolare di attuazione al motore elettrico.

Vetrina - Offerte del giorno

Esperienza d’uso

L’attuatore è davvero semplice nelle sue funzionalità: premi una volta e lui apre, premi un’altra e lui chiude. Fine. Molto semplice, molto intuitivo, a prova di bomba.

Ma come funziona, di preciso?

Poniamo che il varco sia fisicamente chiuso. Il sensore di apertura risulta anch’esso (ovviamente) chiuso e quindi altrettanto il lo stato del varco presso l’app Meross. Mettiamo che l’utente a questo punto prema su “apertura”: Meross MSG100 darà un impulso per un tempo prestabilito (dal mezzo secondo ai tre secondi) il suo contatto pulito collegato al motore elettrico, il quale –  programmato per farlo – si avvierà per tot secondi, quelli necessari all’apertura del varco. Accadendo ciò, il sensore di apertura si aprirà, così da comunicarlo all’MSG100 il quale girerà l’informazione all’app, la quale a sua volta indicherà “varco in apertura” per un certo numero di secondi (configurabili) per poi assumere lo stato “varco aperto”. 

A questo punto, premendo su chiusura, MSG100 darà un altro impulso al motore, il quale avvierà la chiusura; l’app, questa volta, per visualizzare stato “chiuso” attenderà la rilevazione del sensore di apertura, la quale arriverà all’effettiva chiusura. Se, entro un tot di secondi (anch’esso regolabile), il sensore non rileverà la chiusura, il varco verrà indicato come “inceppato” e così rimarrà, salvo che il sensore non venga poi successivamente chiuso.

In sostanza: mentre l’apertura viene rilevata “in corso” ma non si ha percezione se effettivamente il motore abbia concluso la sua azione, la chiusura è uno stato effettivo, rilevato dal sensore.


Ciò detto e spiegato, Meross MSG100 funziona bene, è essenziale, senza fronzoli, può essere controllato remotamente tramite l’app Meross (nonché tramite altre realtà, ma ne parliamo in dettaglio nel paragrafo a seguire), la quale consente una serie di funzionalità molto interessanti:

  • ricevere avvisi di rilevata apertura e chiusura;
  • ricevere avvisi per la dimenticanza di varco aperto (regolabili nella durata);
  • essere integrata ad Amazon Alexa e Google Assistant (proteggendo anche l’attivazione tramite pin vocale);
  • pianificare la chiusura automatica in certi giorni e orari;
  • regolare la durata dell’impulso del contatto pulito;
  • attivare un utile cicalino, abbastanza rumoroso, che operi quando viene comandata l’apertura o la chiusura del varco.

Tutte funzionalità particolarmente apprezzabili sia che MSG100 venga utilizzata nel suo contesto previsto e naturale (la gestione di un varco gestito elettricamente) sua come attuatore a contatto pulito utilizzato in qualsiasi altro ambito.

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità domotica, la predisposizione de Meross MSG1000 all’uso con HUB personali brilla un po’ in tutti gli ambiti.

HOME ASSISTANT

Home Assistant non è dotato di un componente ufficiale che supporti Meross, ma ne esiste uno non ufficiale (installabile via HACS) il quale consente di integrare pienamente, con successo, questo attuatore come entità di tipo “Cover” (varco). L’integrazione è di tipo local push, ergo non utilizza la connessione Internet né il cloud Meross per dialogare col componente.

Tale componente è ottimale anche per l’integrazione di altre componenti Meross, quali teste termostatiche, attuatori, interruttori da muro e altro. Lo sviluppatore sta (giustamente) cercando di far certificare il componente come componente ufficiale di Home Assistant. Abbiamo testato con successo l’integrazione: l’interruttore e i suoi sensori vengono “visti” come entità indipendenti. A questa integrazione è dedicata questa guida specifica.

Meross MSG100 - Integrazione Home Assistant
alcune delle entità erogate dall’integrazione con Home Assistant.
Precisazione su Apple HomeKit e geolocalizzazione: va da sé che riuscendo ad integrare la testa a Home Assistant sia possibile, tramite questo HUB, esporre l’entità verso HomeKit, fornendogli così la compatibilità di fabbrica assente. Per quanto riguarda la geolocalizzazione, è facilmente possibile scrivere un’automazione dentro/fuori che consenta di ottenere questa funzione utile, per esempio, ad aprire il garage quando ci si sta avvicinando con l’auto.
HOMEY PRO

Homey Pro prevede e dispone di un’app dedicata che consente la piena integrazione di questo utile attuatore con l’ecosistema Homey. Ideale: questo consente la realizzazione di automazioni evolute, come quella di attivazione tramite geolocalizzazione (cosa non prevista, di base, dall’app Meross).

openHAB e Domoticz

La presenza di IFTTT tra le compatibilità consente un’integrazione quantomeno elementare con questi due HUB.

Meross MSG100 - Package

Valutazione

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità e integrabilità
Innovazione
Rapporto qualità/prezzo
Media
N.b. La valutazione è oggetto di revisione nel tempo in funzione di novità e aggiornamenti.
Meross MSG100 - BoAIl Meross MSG100 è un attuatore semplice ed efficace per consentire a chiunque di attivare un motore elettrico (predisposto tramite attuazione a contatto pulito) e quindi controllare varchi come spiegato in lungo e in largo in questa recensione.

C’è da dire che non ne abbiamo mai provato altri attuatori specificamente concepiti per questo uso; questo, onestamente, ci sentiamo di consigliarlo perché è semplice, intuitivo, ben costruito e piuttosto versatile; il fatto che disponga di un attuatore a contatto pulito (per altro alimentato a 5v) è certamente un vantaggio, perché consente di utilizzarlo in altri mille ambiti diversi, anche non propriamenti vicini allo scopo per cui è stato concepito.

Disponibilità: Amazon (versione Wi-Fi Standard) o (versione HomeKit) / Meross

Pros
  • Versatile
  • Domotizza con grandissima semplicità
  • Utilizzabile anche per altro
Cons
  • Peccato non poter disabilitare il sensore di apertura e poter lavorare solo in modalità “optimistic” (per usi terzi)

Altri componenti di questo tipo:

Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Alcuni link sono taggati in qualità di affiliati Amazon e riceviamo un compenso dagli acquisti idonei, utile al sostenimento del sito, ma le nostre recensioni sono tutte indipendenti e non sponsorizzate. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.