SLSys Gateway (BRIDGE/Gateway ZigBee/Bluetooth): “il gateway russo”

5 minuti di lettura
Produttore: Slsys
Categoria: BRIDGE/Gateway ZigBee↔︎TCP/IP e Bluetooth↔︎TCP/IP
Tipologia: Unità coordinator stand-alone
Tecnologie: Wi-Fi / ZigBee / Bluetooth LE
Difficoltà d’installazione: Media
Semplicità d’uso: Media
Revisione scheda: 1.1

Com’è noto, diversi produttori hanno optato, quale standard delle proprie soluzioni domotiche, per il protocollo di comunicazione ZigBee: è il caso della note linea prodotti Philips HUE, Xiaomi Mijia, LUMI Aqara, Ikea TRÅDFRI e molte, moltissime altre altre. L’adozione dei componenti basati su questo standard prevede solitamente l’adozione del BRIDGE/Gateway Zigbee↔︎TCP/IP della stessa linea prodotti (eg. Gateway Philips HUE per controllare i componenti di questa linea), salvo casi di interoperabilità (eg. l’esistente possibilità di controllare componenti ZigBee LUMI Aqara tramite Gateway Xiaomi Mijia) – nonché l’uso forzato di app mobili apposite fornite dai produttori del gateway. Stessa cosa, dicasi per alcuni componenti Bluetooth.

Sappiamo che, quando si utilizzano degli HUB personali, la soluzione più facile e veloce per integrare accessori ZigBee (senza usare i BRIDGE/Gateway di linea) è quella di dotarsi di un coordinator ZigBee sotto forma di dongle, per lo più USB (come per esempio ConBee, o come CC2531) da collegarsi al computer sul quale è in esecuzione l’HUB, sul quale poi viene a sua volta posizionato il software che consente di far dialogare la rete ZigBee (nella quale far entrare gli accessori) e l’HUB stesso. L’adozione di questo tipo di componenti (assieme alla loro controparte software) permette in sostanza di evitare l’odioso vendor lock-in dato indirettamente dall’adozione un BRIDGE/Gateway diverso per ogni linea prodotti, tra l’altro non sempre integrabile con i nostri amati HUB personali.

Un altro approccio, invece, è quello di dotarsi di un componente a se stante, autonomo, che monti a bordo un software che consenta di gestire le due antenne di cui dispone (una Wi-Fi e una ZigBee) in modo da far da tramite tra le due reti: il proprio HUB dialogherà poi con il BRIDGE/Gateway tramite Wi-Fi. Un esempio di questo approccio è  quello del BRIDGE/Gateway ZigBee di cui abbiamo parlato diffusamente su questo progetto.

Questo lungo preambolo per illustrare le funzionalità del SLSys Gateway (“il gateway russo”, per gli amici): anch’esso è un BRIDGE/Gateway ZigBee del tutto autonomo, analogo a quello descritto nel progetto sopra indicato, ma con differenze sostanziali:

  • si basa sul validissimo SOC Espressif ESP32;
  • utilizza antenne e amplificatori di segnali Texas Instruments CC253x/CC259x;
  • ha una potenza trasmissiva notevole (il che spesse volte risolve problemi di copertura quando non si vogliono utilizzare componenti ZigBee che fungano da repeater di segnale);
  • è dotato di supporto Bluetooth (stesse mimiche e logiche di comportamento dello ZigBee);
  • supporta un gran numero di diversi accessori ZigBee; (laddove i propri manchino è possibile far richiesta di aggiunta – gratuitamente);
  • offre interfacce diverse come API Rest e MQTT.

Si tratta dunque di un dispositivo molto funzionale, versatile e pratico.

SLSys Gateway architecture

N.b. Sebbene presente, l’antenna Bluetooth (concepita per le analoghe funzioni della ZigBee, ma su un protocollo diverso – il Bluetooth LE per l’appunto) non è ancora gestita dal firmware. Lo farà più avanti: quando sarà, modificheremo guide e la presente scheda aggiungendo più dettagli.

Interfaccia web

Analogamente a software di supporto BRIDGE/Gateway ZigBee come deCONZ (la controparte dei dongle ConBee e RaspBee), anche il software presente su questo SLSys Gateway mette a disposizione dell’utente una interessante interfaccia web che consente di:

  • aggiungere, gestire e rimuovere accessori ZigBee con un semplice click;
  • creare delle automazioni “locali” utilizzando dei bind  tra i vari accessori;
  • creare gruppi di accessori;
  • possibilità di assegnare dei friendly name ai singoli dispositivi;
  • realizzare degli script in linguaggio LUA;
  • visualizzare la mappa dei dispositivi presenti nella propria rete ZigBee;
  • possibilità di gestire da interfaccia eventuali LED RGB/RGBW;
  • possibilità di controllare l’output dello speaker (se presente);
  • possibilità di impostare l’ID della rete ZigBee e il canale da utilizzare;
  • effettuare un backup e restore della configurazione;
  • effettuare upgrade del firmware del gateway via OTA

e altro.

SLSys Gateway - Web Interface - Dettagli
Il pannello dettagli della interfaccia web.
SLSys Gateway - Web Interface - Lista accessori
La lista accessori vista dall’interfaccia web.
SLSys Gateway - Web Interface - Topografia di rete
La rappresentazione della topografia di rete.

Dotarsi di un SLSys Gateway

Dotarsi un SLSys gateway non è difficile: esistono però più strade.

La prima è quella che prevede di far tutto da sé seguendo queste indicazioni (in lingua russa, da tradurre). Per intraprendere questa strada è possibile utilizzare, modificandolo, un gateway Xiaomi Gateway ZigBee come enclosure. Si tratta comunque di una strada piuttosto impervia, che prevede determinate capacità.


Alternativamente, è possibile acquistare la board pronta chiedendo qui, oppure è possibile creare il proprio gateway senza avere a disposizione la board semplicemente utilizzando una board SOC ESP32 in abbinamento a un’antenna CC2530, oppure un’antenna CC2538 + amplificatore CC2592. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di progetto.

Esistono due versioni della board SOC ESP32, una da 4MB di memoria e una da 16MB: adottando quest’ultima sarà possibile effettuare l’aggiornamento del firmware via OTA. Differentemente, usando la versione da 4MB per effettuare tale aggiornamento sarà necessario collegare il gateway al proprio computer e scrivere il firmware aggiornato tramite l’utilizzo di esptool.

N.b. Trovare la dev board ESP32 16MB con piedini già saldati è molto difficile, mentre è facile trovarla così configurata in versione 4MB. Ovviamente se non si è pratici nelle saldature consigliamo l’utilizzo della versione da 4MB in modo tale da effettuare i collegamenti con la CC2530 con dei semplici cavetti Dupont

A seguire la realizzazione del gateway tramite stampa 3D dell’enclosure con dentro una board SOC ESP32 e un’antenna CC2538 + amplificatore CC2592 (realizzata da Giovanni Castanía, che ringraziamo per l’illuminante collaborazione):

Configurazione

Una volta dotatisi di un SLSys Gateway, consigliamo la lettura attenta della guida dedicata alla sua prima configurazione operativa e messa in esercizio.

Integrabilità domotica

Provvedere all’integrazione dello SLSys Gateway (e quindi degli accessori ad esso connessi via ZigBee/Bluetooth) verso i più comuni HUB personali e affini le strade sono, principalmente, due: MQTT e HTTI API.

HUB Modalità di integrazione
Home Assistant E’ disponibile un’opzione per abilitare l’auto-discovery su Home Assistant basato su protocollo MQTT. Il componente “MQTT” di Home Assistant riconoscerà quindi automaticamente i dispositivi esposti dal BIRDGE/Gateway, provvedendo così alla definizione delle corrispondenti entità. In alternativa, non volendo utilizzare l’auto-riconoscimento, è possibile configurare manualmente ogni singolo device, sempre via MQTT, oppure sfruttando le HTTP API messe a disposizione dallo SLSys Gateway.

[ GUIDA ALL’INTEGRAZIONE ]

openHAB A differenza di Home Assistant, per openHAB non è disponibile l’auto-discovery, ma rimane valida la possibilità di utilizzare il binding MQTT dell’HUB per configurare manualmente le entità esposte dal BRIDGE/Gateway. In alternativa, è possibile realizzare l’integrazione sfruttando le HTTP API messe a disposizione dallo SLSys Gateway.
Domoticz A differenza di Home Assistant, per Domoticz non è disponibile l’auto-discovery, ma rimane valida la possibilità di utilizzare il componente MQTT dell’HUB per configurare manualmente le entità esposte dal BRIDGE/Gateway. In alternativa, è possibile realizzare l’integrazione sfruttando le HTTP API messe a disposizione dallo SLSys Gateway.
Homebridge A differenza di Home Assistant, per Homebridge non è disponibile l’auto-discovery, ma rimane valida la possibilità di utilizzare un qualsiasi plug-in generico MQTT (per esempio homebridge-mqttthing) per configurare manualmente le entità esposte dal BRIDGE/Gateway.
Homey Pensare di usare SLSys Gateway con Homey non avrebbe alcun senso: Homey è un HUB personale hardware dotato di antenna ZigBee e di tutta una serie di apps per integrare un’enorme varietà di componenti ZigBee.

Ringraziamenti

Si ringrazia con calore Giovanni Castanía per aver portato all’attenzione della community questo componente e per la fattiva collaborazione nella divulgazione dei suoi contenuti.


Telegram News Channel