HOT – Aggiornamento 0.117 per Home Assistant Core

4 minuti di lettura

Home Assistant Official Logo

Il team di sviluppo di Home Assistant ha rilasciato un nuovo aggiornamento per il noto HUB software gratuito per la propria domotica personale, il quale si porta alla versione 0.117.x.

Eventuali problemi con questo aggiornamento – segnalati dalla community internazionale – sono disponibili:

  • qui per le tematiche legate al Core (automazioni, integrazioni, funzionamento dell’HUB);
  • qui per i problemi legati al l’interfaccia web di frontend Lovelace UI;
  • qui per i problemi legati al Supervisor di HASSIO;
  • qui per problemi legati alla documentazione web.

Ovviamente, come sempre ci sono sempre anche il nostro FORUM e la nostra CHAT (in italiano, of course) per qualsiasi domanda o consiglio.

VI RICORDIAMO che a partire dalla 0.119 (in uscita a Dicembre), le installazioni di Home Assistant Core prevederanno obbligatoriamente l’adozione di Python 3.8. In caso si utilizzi Raspbian, la guida per migrare è questa.

Quick bar

Introdotto un motore di ricerca interno a Lovelace UI denominato “Quick bar”.
Si spiega velocemente guardando questa gif:

Home Assistant 0.117 - Quick bar

Python types

Da questa nuova versione è possibile utilizzare variabili all’interno del proprio codice. Un esempio portato dagli sviluppatori per spiegare la questione è quella di poter attuare in un’unica azione un profilo RGB ad attuatori luminosi di questo tipo (cosa prima non fattibile).

Per esempio:

script:
  my_script:
    alias: Example
    description: Example script with native lists in templates
    variables:
      entities:
        - light.living_room_window
        - light.living_room_table
      color: [255, 0, 0]
    sequence:
      service: light.turn_on
      data:
        entity_id: "{{ entities }}"
        rgb_color: "{{ color }}

Questo semplice script attua il colore rosso (255,0,0) a due entità di tipo “Light”. Come si nota, entità e colore vengono impostate nella prima parte dello script, e poi utilizzate nella sequenza di azioni (una, light.turn_on) che segue.

Questa funziona non è ancora ufficiale: per attivarla, dopo aver aggiornato alla 0.117, è necessario impostare la propria configurazione aggiungendo questo blocco (modificando la chiave homeassistant:):

homeassistant:
  legacy_templates: false

XBox

Focus su una nuova interessante integrazione: XBox!

XBox su Home Assistant

Tasmota

Tasmota Full Logo

Altra integrazione che merita una citazione è quella – in beta – a supporto dei componenti dotati dell’arcinoto firmware Tasmota.
Che questa integrazione appaia solo oggi rappresenta un serio e inspiegabile ritardo, ma tant’è: tutti i dispositivi dotati di Tasmota versione 9 in poi potranno essere integrati in auto-discovery su Home Assistant.

Dato che comunque questa integrazione si appoggia su MQTT, rimaniamo comunque convinti della bontà dell’integrazione manuale tramite tale protocollo (come nelle guide già pubblicate a suo tempo).

deCONZ

deCONZ LogoIl noto BRIDGE/Gateway software deCONZ, usato con antenne ConBee e RaspBee per integrare componenti ZigBee, beneficia in questi aggiornamento di tante piccole migliorie complessive, tra le quali:

  • maggiore stabilità;
  • introdotto il supporto ai ventilatori e serrature;
  • ampliate le funzionalità legate ai termostati;
  • ampliate le funzionalità di log per la diagnosi di nodi malfunzionanti

e altro.

Google Nest

Dopo la bella notizia dell’apertura delle API di Google Nest per l’integrazione dei componenti omonimi, primi segnali di integrazione su Home Assistant. Niente termostati ancora, solo un supporto di base, ma tant’è: la strada è in riapertura.

Altro

Continua il processo parallelo di ottimizzazione dell’intero HUB. In questa nuova versione:

  • aggiunta una funzionalità presso il frontend Lovelace UI per la ricerca rapida delle entità;
  • migliorato il ridimensionamento grafico dell’interfaccia Lovelace UI;
  • migliorata la gestione dell’editing manuale YAML presso l’interfaccia di definizione di automazioni e script;
  • aggiunti counter e timer come helper dell’interfaccia Lovelace UI;
  • migliorata ulteriormente l’integrazione Shelly (supporto per letture di voltaggio e assorbimento per i componenti che lo prevedano)

e altro ancora.

Integrazioni

Svariate le nuove integrazioni:

Inoltre, alcune integrazioni già presenti guadagnano da questa versione la possibilità di essere configurate da interfaccia grafica anziché da codice:

Alcune piattaforme variano:

  • deCONZ ora supporta ventilatori e serrature;
  • SimpliSafe ora supporta molti più sensori;
  • la piattaforma TTS ora può essere utilizzata direttamente per le notifiche;
  • la piattaforma Persistent Notification ora può essere anch’essa utilizzata direttamente per le notifiche.

Breaking changes

Presente una lista di modifiche che potrebbero eventualmente causare problemi o comunque degne di nota.
Date una scorsa CON MOLTA ATTENZIONE.

Home Assistant 0.117

> Tutti i dettagli di questo rilascio sono disponibili qui.

UPDATE

Procedura di UPDATE HASSIO

Hassio si aggiorna nelle solite, semplici modalità.

Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione e, comunque, di utilizzare “Check Home Assistant configuration” per verificare in anticipo che la configurazione in uso sia corretta rispetto alla nuova versione di Home Assistant.

Per effettuare l’aggiornamento, accedere presso il menu “Supervisor” e, presso “DASHBOARD“, cliccare su “Update” presso il box che segnala la disponibilità di aggiornamento. Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione.

HASSIO update

Procedura DI UPDATE Windows

Il comando (da eseguire da prompt dei comandi) è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant

In caso si stia eseguendo Python in ambiente virtuale, i comandi sono i seguenti:

cd homeassistant
Scriptsactivate.bat
py -m pip install --upgrade homeassistant

Procedura DI UPDATE Linux/Raspberry

I comandi per l’update sono:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install --upgrade homeassistant
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

N.b. In caso di problemi insormontabili (ma non siate frettolosi nel giudicarli tali), è sempre possibile effettuare un rollback con i comandi:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install homeassistant==0.XX.X
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

avendo cura di sostituire, nel comando:

pip3 install homeassistant==0.XX.X

le “X” con la versione precedente che funzionava (eg. 0.116.0).

Procedura di UPDATE Mac

Su MAC (tramite terminale) il comando è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant


Home Assistant Official Logo ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel