Finalmente disponibile la versione 1.8 del firmware Shelly

2 minuti di lettura

Shelly Logo

I molti problemi riscontrati da alcuni possessori di componenti della linea Allterco “Shelly Home Automation Systems” dotati di firmware 1.7.x, nello specifico quelli legati alla connessione Wi-Fi per lo più “ballerina”, possono – sperabilmente – tirare un sospiro di sollievo: Allterco ha rilasciato nella serata di ieri la versione 1.8 del firmware, il quale risolve questo ed altri problemi.

Le novità però non si fermano soltanto alla risoluzione di questo annoso problema, ma introducono nuove funzionalità nonché ulteriori risoluzioni di problemi:

  • le azioni Shelly (o actions), ovvero le automazioni configurabili direttamente sul componente, passano da 1 a 5 per tutti i dispositivi che montino questo nuovo firmware. Si tenga però sempre in considerazione che l’uso massiccio di queste azioni comporta un consumo maggiore di energia per i componenti a batteria e introduce, a prescindere, delle latenze nelle prestazioni. Il nostro consiglio, come sempre, è quello di utilizzare piuttosto le automazioni degli HUB personali sui quali integrare questi componenti;
  • migliorata la sincronizzazione cloud dei nomi dei componenti e dei singoli canali ad essi associati;
  • firmware rollback: da questa nuova versione viene introdotta la possibilità di effettuare rollback di firmware tramite l’interfaccia web (voce “Firmware”) di ogni componente connesso;
  • migliorata la gestione del Wi-Fi e introdotta la possibilità di utilizzare network Wi-Fi Open;
  • introdotta, tramite l’evocazione dell’indirizzo web locale http://IP_DELLO_SHELLY/status, la possibilità di vedere chi o cosa ha innescato un cambio di stato su un canale di un attuatore;
  • possibilità di disattivare il LED di stato del componente;
  • possibilità di consultare il valore di consumo eccessivo che abbia innescato l’interruzione di erogazione elettrica (sempre tramite interfaccia web);
  • riscritto da zero il componente CoAP;
  • risolto il problema che vedeva il precedente firmware crashare in caso si utilizzasse MQTT e un indirizzo IP assegnato staticamente;
  • l’assorbimento elettrico viene ora visualizzato sull’app Shelly anche senza connessione Internet;
  • risolti alcuni problemi di autenticazione delle actions;
  • aggiunto il numero di modello al topic MQTT di wakeup. Questo campo è disponibile anche tramite chiamate REST.

Inoltre, novità specifiche anche per i vari modelli:

  • risolti alcuni problemi agli Shelly EM e Shelly 3EM legati alle comunicazioni cloud;
  • sensori Shelly H&T, Shelly Flood and Shelly Smoke: reso più accurato il calcolo della batteria residua;
  • sensore Shelly Door/Door2: possibilità – per salvare batteria – di disattivare il sensore di luminosità, in caso non serva;
  • attuatore Shelly Dimmer: migliorata la gestione dei carichi;
  • Shelly1 e Shelly 1PM: migliorata la lettura della temperatura interna (la precisione passa dal mezzo grado al decimo di grado);
  • tutti i componenti a batteria: migliorata la gestione del Wi-Fi;
  • Shelly Gas: ora operativa la possibilità di consentirgli il controllo di valvole;
  • Shelly Dimmer e Shelly Dimmer 2: nuovo commando REST per la regolazione di luminosità. Le nuove mimiche sono:
    • dim=up – increse brigthess.
    • dim=down – decrease brigthess
    • dim=stop – stop executing up or down commands.
    • dim=cycle- Up/Stop/Down/stop/…sequence
  • Shelly Flood: introdotto l’offset per la rilevazione temperatura.

Non resta quindi che collegarsi ai propri device ed eseguire l’aggiornamento firmware!

Nota importante per gli utenti Home Assistant: se per integrare Shelly utilizzate il componente ShellyforHASS, aspettate ad eseguire l’aggiornamento: il componente non è ancora aggiornato sulla base delle nuove specifiche introdotte con il nuovo firmware.
Capito ora perché vi consigliamo SEMPRE di usare MQTT e non questi componenti? 😉