HOT – Aggiornamento 0.114 per Home Assistant Core

4 minuti di lettura

Home Assistant Official Logo

Il team di sviluppo di Home Assistant ha rilasciato un nuovo aggiornamento per il noto HUB software gratuito per la domotica personale, il quale si porta alla versione 0.114.x.

Ricordiamo a tutti, a prescindere, l’importanza di eseguire SEMPRE questi aggiornamenti.

Eventuali problemi con questo aggiornamento – segnalati dalla community internazionale – sono disponibili qui. Ovviamente, ci sono sempre anche il nostro FORUM e la nostra CHAT.

Dark Mode

Tanto diffusa e tanto alla moda: è la modalità “scura”, o per l’appunto “Dark Mode”, di una data interfaccia grafica: Home Assistant adotta questo aspetto per il suo frontend Lovelace UI, modalità selezionata automaticamente in base alle eventuali impostazioni dello smartphone/tablet/computer col quale si consulta l’HUB.

Inoltre è possibile anche selezionare i colori primari da utilizzare: questo semplicemente accedendo sul proprio profilo utente e selezionando i colori di proprio interesse.

Home Assistant 0.114 - Dark Mode

Ovviamente questa novità non ha effetti su coloro che utilizzino temi personalizzati (installati tramite HACS o in altri modi), i quali ovviamente rimarranno operativi a prescindere dalla disponibilità della Dark Mode. Anch’essi, comunque, potranno essere aggiornati dai loro realizzatori per disporre di una versione chiara e una scura (selezionabile nelle stesse modalità sopra descritte).

Automazioni e script

Come sappiamo, la versione precedente (0.113) ha introdotto moltissime novità lato automazioni e script: in questa nuova ne emergono altre, come per esempio la possibilità di definire azioni ripetitive direttamente da interfaccia grafica, piuttosto che altre piccole cose, come la possibilità di indicare dei timing tramite numeri decimali (per esempio 2.5 minutes anziché usare 90 seconds).

Introdotto inoltre il parametro stop_actions nel servizio automation.turn_off. Questo consente, se importato a false (di default è a true), di completare tutte le azioni qualora sia stato evocato il servizio, il quale per l’appunto interrompe l’azione.

Infine – abbastanza importante – il trigger per automazioni basato sulla piattaforma time da oggi supporta più voci contemporaneamente:

 automation:
  - alias: Esempio
    trigger:
      - platform: time
        at:
          - "05:00:00"
          - "06:00:00"
          - "10:00:00"
    action:
      choose:
        ... 

Open Z-Wave

Continua a crescere la piattaforma d’integrazione dedicata a Z-Wave, la quale sostituirà quanto prima la vecchia, obsoleta piattaforma.

Chi la stesse già utilizzando scoprirà, nel pannello ad essa dedicata alla voce “Integrazioni”, molti più dettagli relativi ai singoli componenti integrati tramite essa. Ora, inoltre, le luci RGB possono essere regolate anche nello spettro del colore e non solo più nell’intensità luminosa.

Varie, ma importanti

Continua il processo parallelo di ottimizzazione dell’intero HUB. In questa nuova versione:

  • l’elenco delle entità è ora indicizzato – e quindi è più veloce (ma perché, non lo era?!);
  • la verifica della configurazione sotto “Impostazioni” > “Controlli del server” è ora molto più veloce;
  • il processo di generazione dei LOG ora appartiene effettivamente a un processo a sé, non influenzando più le prestazioni dell’HUB;
  • la gestione degli eventi su base tempo è ora molto più efficiente

Infine, in caso il database storico di Home Assistant dovesse mai risultare corrotto, da oggi la cosa non causerà più alcun blocco: semplicemente, l’HUB  lo accantonerà e ne genererà uno nuovo (ovviamente segnalando la cosa nei LOG).

Integrazioni

Nessuna grandissima integrazione di rilievo, giusto qualcosa.
Due invece le integrazioni già esistenti che guadagnano la configurabilità via interfaccia grafica e abbandonano quella manuale:

Inoltre, alcune integrazioni già presenti guadagnano da questa versione la possibilità di essere configurate da interfaccia grafica anziché da codice:

Breaking changes

Una lista di modifiche che potrebbero eventualmente causare problemi o comunque degne di nota:

  • Google Home: se avete integrato questo Smart Speaker con l’HUB, dopo questo aggiornamento 0.114 effettuate un refresh via app mobile Google affinché tutto funzioni correttamente;
  • HomeKit: l’esposizione delle entità di Home Assistant verso HomeKit via integrazione omonima ora include anche i campanelli (doorbell);
  • Recoder: il database viene sempre validato all’avvio – ed eventualmente sostituito;
  • Shell Command: i comandi shell eseguiti da Home Assistant da oggi non girano più indefinitamente, ma per un massimo (timeout) di 60 secondi;
  • Command Line: i comandi shell eseguiti da Home Assistant da oggi non girano più indefinitamente, ma per un massimo (timeout) di 15 secondi

e altro ancora. Date una scorsa.

Home Assistant 0.114

 

> Tutti i dettagli di questo rilascio sono disponibili qui.

UPDATE

Procedura DI UPDATE Windows

Il comando (da eseguire da prompt dei comandi) è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant

In caso si stia eseguendo Python in ambiente virtuale, i comandi sono i seguenti:

cd homeassistant
Scriptsactivate.bat
py -m pip install --upgrade homeassistant

Procedura DI UPDATE Linux/Raspberry

I comandi per l’update sono:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install --upgrade homeassistant
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

N.b. In caso di problemi insormontabili (ma non siate frettolosi nel giudicarli tali), è sempre possibile effettuare un rollback con i comandi:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install homeassistant==0.XX.X
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

avendo cura di sostituire, nel comando:

pip3 install homeassistant==0.XX.X

le “X” con la versione precedente che funzionava (eg. 0.104.3).

Procedura di UPDATE Mac

Su MAC (tramite terminale) il comando è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant
Procedura di UPDATE HASSIO

Hassio si aggiorna nelle solite, semplici modalità.

Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione e, comunque,  di utilizzare “Check Home Assistant configuration” per verificare in anticipo che la configurazione in uso sia corretta rispetto alla nuova versione di Home Assistant.

Per effettuare l’aggiornamento, accedere presso il menu “Supervisor” e, presso “DASHBOARD“, cliccare su “Update” presso il box che segnala la disponibilità di aggiornamento. Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione.

HASSIO update


Home Assistant Official Logo ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel