Calibrare i sensori ambientali su Home Assistant

3 minuti di lettura
SCOPI DEL PROGETTO:
  • Calibrare con la massima precisione possibile i sensori ambientali della propria domotica
  • Livello di difficoltà: basso
  • Costo: variabile in base alla tecnica usata
CONCETTI AFFRONTATI:
COMPONENTI SOFTWARE UTILIZZATE:
DISPOSITIVI FISICI UTILIZZATI:
  • Il dispositivo in cui è in esecuzione Home Assistant
  • Il/i sensore/i da calibrare
  • un eventuale sensore di riferimento
PROGETTO MAGGIORMENTE INDICATO PER:

Tutti gli ambienti

Note e disclaimer
  • qualsiasi modifica all'impianto elettrico dev'essere effettuata da personale qualificato;
  • qualsiasi modifica attuata in proprio è a propria responsabilità personale nonché a proprio rischio e pericolo (la presente guida ha puro scopo didattico);
  • qualsiasi modifica attuata in proprio a un dispositivo ne fa decadere la garanzia.
Revisione progetto: 1.0

Abstract

I sensori ambientali domotici non sono tutti uguali. Due unità possono essere all’apparenza identiche, stesso modello, stessa età, stesso lotto persino, ma in nove casi su dieci, se posizionati nello stesso ambiente, non rilevano le medesime letture. I perché sono i più disparati: micro-diversità nei materiali, consumo, più semplicemente calibrazioni fatte male e/o altro.

Aeotec Multisensor Gen6

Capita pertanto di avere sensori gemelli, metterli uno accanto all’altro e ottenere letture diverse. Un esempio classico è quello dei sensori termici: solitamente si tratta di differenze di pochi decimi di grado, e qui si crea uno spartiacque: da una parte quelli che se ne fregano, dall’altra quelli che diavolo, no, non esiste avere differenze di lettura.

Se fate parte della prima cerchia potete anche saltare la lettura del presente progetto, il quale è appunto dedicato a chi pretende, nella propria domotica, una corretta calibrazione dei propri sensori ambientali.

Nello specifico, vedremo come ottenere il risultato presso la propria domotica basata su Home Assistant.

Approccio

Come sappiamo, l’integrazione di sensori presso Home Assistant genera delle entità di tipo “Sensor” le quali forniscono all’ambiente operativo le letture previste dal sensore (singole o addirittura multiple, diverse, come nel caso di multi-sensori, eg. Aoetec Multisensor).

Per correggere la lettura di un sensore è necessario agire addizionandole o sottraendole un dato valore di offset, calcolato sulla base della comparazione della rilevazione del sensore e una lettura “standard” di riferimento.

Poniamo di avere tre sensori di temperatura (indipendentemente dalla marca e dalla tecnologia di trasmissione dati) integrati alla nostra domotica e posti uno accanto all’altro. Non è infrequente rilevare andamenti “sfalsati” di questo tipo:

 

Sensori termici sfasati

Può darsi che uno dei tre dica la verità, oppure che tutti e tre siano sfalsati rispetto alla temperatura oggettiva dell’ambiente. Come detto, è necessario dotarsi di una lettura di riferimento per capire come regolare l’offset dei tre sensori.

Per far ciò, è possibile perseguire due strade:

  • dotarsi di una lettura standard tramite uno strumento di misura di precisione;
  • scegliere uno dei sensori come dato arbitrario di riferimento.

Il primo caso è, da va sé, quello più efficace allo scopo.
Rimanendo nel solco dell’esempio dei sensori termici (ma la logica descritta in questo progetto è applicabile a qualunque altro tipo di lettura, in linea di principio), esistono sensori professionali che possono aiutare alla rilevazione puntuale della misura di riferimento. Il gioco per calcolare l’offset sarà poi estremamente semplice: se la sonda misurerà, per esempio, 18,0 gradi e il nostro sensore da calibrare segnerà 18,2 gradi, è chiaro che l’offset sarà di -0.2 gradi, ovvero la differenza tra il valore rilevato dal sensore e la misura di riferimento.

In assenza di un sensore professionale, le opzioni si riducono: a questo punto si andrà “a sentimento”, scegliendo  uno dei propri sensori quale riferimento standard, così da allinearli tutti ad esso; chiaramente i valori assoluti non saranno potenzialmente corretti, ma per lo meno i sensori saranno tutti allineati sul medesimo “errore”.

N.b. Si ricorda, in fase di comparazione dei valori e quindi di definizione dell’offset, di lasciare i sensori vicini per qualche ora, per dare modo ai materiali di “acclimatarsi” e fornire così letture il più possibile precise.

Procedimento

Per regolare un offset (una volta calcolato) gli approcci sono sostanzialmente due.

Se il sensore, infatti, prevede l’impostazione a monte di tale correzione, il gioco è fatto: basta inserirlo in configurazione. Questa varia da componente a componente; per esempio, i termostati intelligenti Tado° sono dotati, presso l’app mobile di gestione, di tale possibilità:

App Tado° - Offset
l’app Tado°.

Dato che il termostato viene poi integrato su Home Assistant via cloud, il dato di lettura arriva all’HUB già corretto via regolazione offset, e non c’è bisogno di fare altro.

Diversamente, quando per esempio si è in presenza di sensori rappresentati dalla loro entità presso Home Assistant (indipendentemente dalla loro tecnologia), allora è necessario utilizzare un escamotage, ovvero definire un “Template Sensor” che prenda il posto dell’entità originaria e che porti in dote, come stato, la lettura del sensore originale corretta dell’offset precedentemente calcolato.

Definizione del sensore

A questo punto è sufficiente definire in configurazione il nostro sensore dotato di regolazione offset.
Ipotizziamo, a mo’ d’esempio, di possedere in configurazione  un’entità sensore chiamata sensor.temperatura_sala il quale vada regolato con un offset di +0,2 gradi.

La configurazione è davvero banale:

sensor:
  - platform: template
    sensors:
      sala_temperatura_offset:
        friendly_name: "Temperatura SALA offset"
        value_template: '{{ states("sensor.sala_temperatura")|float + 0.2)  }}'
        unit_of_measurement: "°C"
        icon_template: mdi:thermometer

Questa configurazione genererà direttamente un’entità chiamata sensor.sala_temperatura_offset la quale, nel proprio stato, riporterà in tempo reale il valore del sensore “padre” addizionato di 0,2 gradi, come da necessità.

Home Assistant - sensore con offset

Va da sé che una volta definiti dei sensori dotati di regolazione offset, quelli originali non vadano più utilizzati per automazioni, script nonché sulla Lovelace UI: rimarranno in background a fornire  il dato da correggere ai sensori corretti, e niente più.


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Please comment below