community italiana di domotica personale
 
Shelly: l’aggiornamento ai device di prima generazione introduce un’importante novità (e altro)

Shelly: l’aggiornamento ai device di prima generazione introduce un’importante novità (e altro)

Amazon - Promozioni del giorno

Shelly Logo

Allterco, il produttore bulgaro dietro la fortunata linea di componenti per domotica personale denominata “Shelly Home Automation Systems“, rilascia nel weekend l’aggiornamento 1.11.8 per lo più dedicato alla maggior parte dei componenti della prima generazione, come Shelly 1, Shelly 2.5, Shelly 1PM, Shelly EM, Shelly RGBW2 e così via.

Shelly Plus 1PMIl nuovo firmware, oltre a introdurre tutta una serie di correzioni e perfezionamenti, introduce l’importante funzione ECO MODE – attivata di default (ma poi configurabile in seguito) – la quale consente una riduzione dei consumi dei singoli attuatori di circa il 30%, nonché la riduzione media di temperatura di esercizio intono ai 5-10 gradi centigradi.

Cambia anche la modalità di richiesta forzosa di aggiornamento degli stati, solitamente operata via MQTT: mentre precedentemente si utilizzava il comando “announce” per ottenere tutti gli stati relativi ai vari device nonché le telemetrie specifiche (per esempio lo stato dei relè, quello dei vari sensori e altro), ora tale comando prevede sì un topic di risposta ma non più quelli telemetrici che valorizzano e aggiornano i vari stati – che prima, invece, venivano ricevuti.

Questo significa che le automazioni utilizzate per esempio su Home Assistant per aggiornare gli stati, del tipo:

automation:
- alias: Aggiornamento stati all'avvio di Home Assistant
  trigger:
  - event: start
    platform: homeassistant
  condition: []
  action:
  - service: mqtt.publish
    data:
      payload: announce
      topic: shellies/command 

non aggiornano più gli stati telemetrici. Il nuovo comando per forzare il ricevimento di tali telemeletrie di stato è “update“, pertanto l’automazione di cui sopra va coerentemente aggiornata sostituendo announce con update.

Ovviamente è possibile utilizzare sia:

shellies/command update

per ricevere gli aggiornamenti da tutte le unità collegate (ovviamente aggiornate col nuovo firmware) oppure il comando:

shellies/NOME-SHELLY/command update

per aggiornare puntualmente una singola unità.

Il nuovo firmware, come anticipato, introduce anche altre novità, come la possibilità di riavviare un device (o tutti quelli presenti sulla propria rete) tramite comando MQTT, nonché risolve diversi bug e introduce alcuni perfezionamenti, e altro.


Il rollout dell’aggiornamento 1.11.8 è in corso in queste ore; per applicarlo, accedere tramite l’app Shelly (o via web) al dispositivo in questione. Una volta connessi selezionare la voce “Settings“:

Shelly Cloud - Settings

Selezionare poi “Firmware update” per provvedere all’aggiornamento dell’unità:

Shelly Cloud - Settings - Firmware update

Dopo un tempo variabile (fino a due minuti) l’attuatore tornerà disponibile e sarà così pronto per la configurazione base.

AGGIORNAMENTO DI GRUPPO

In caso si voglia provvedere ad un aggiornamento massivo è possibile utilizzare un comando specifico per forzare la cosa.


Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.
Amazon - Promozioni del giorno