community italiana di domotica personale
 
Presentate molte novità per il mondo Amazon Alexa

Presentate molte novità per il mondo Amazon Alexa

3 minuti di lettura
ALEXA SI RINNOVA

Nei giorni scorsi Amazon ha presentato un ampio elenco di novità autunnali per la propria linea di assistenti personali domotici dotati del software “Alexa”, introducendo tra le altre cose non solo revisioni di prodotto ma anche nuovi modelli e nuove funzionalità.

Amazon Alexa

HARDWARE

Per quanto riguarda le componenti prodotte da Amazon, le novità sono le seguenti:

  • Amazon Echo Dot: presentata la nuova versione rivista nel design e nella qualità audio, la quale è stata migliorata. Il prezzo in dollari si aggira sempre ai 50$
Amazon Alexa Echo Dot
Amazon Alexa Echo Dot (foto cnet.com)
  • Amazon Echo Input: bella novità, si tratta di un dispositivo che permette di trasformare una cassa/impianto Hi-fi in un componente Amazon Alexa compatibile. Per 35$ è possibile collegare, tramite jack 3.5mm, un qualsiasi dispositivo sonoro e sfruttare contemporaneamente le funzionalità di assistente personale Alexa e la qualità della cassa/impianto ad esso collegato.
Amazon Echo Input
Amazon Echo Input (foto KnowTechie)
  • Amazon Echo sub: altra novità, in pratica un subwoofer per realizzare impianti 2.1; è sufficiente effettuare il pairing con uno o due altri dispositivi (ad esempio l’Echo dot) per ottenere una resa acustica certamente più immesiva. Il prezzo si colloca intorno ai 120$.
Amazon Echo Sub
Amazon Echo Sub (foto cnet.com)
  • Amazon Echo Link Amp: il “Link” è analogo all’Echo Input, ma con maggiore potenza – una specie di pre-amp stereo dotato di funzione (ovviamente) anche di assistente personale Alexa; il “Link Amp” è già un più sensato amplificatore di potenza con le medesime funzionalità. Entrambi supportano il multiroom, il prezzo di attesta intorno ai 200$ il piccolo e 300 il grande.
Amazon Echo Link e Amazon Echo Amp
Amazon Echo Link e Amazon Echo Amp (foto cnet.com)
  • Amazon Echo Plus: trattasi della versione migliorata della precedente, quindi un Echo Plus rivisto nei materiali e nella qualità audio (migliori rispetto alla precedente e rispetto all’Echo Dot). Integra un comodissimo sensore di temperatura per l’uso in domotica. Si attesta intorno ai 150$.
  • Amazon Smart Plug: una “banale” presa intelligente, domotica, nativamente supportata (ovvio) da Amazon Alexa. 25$.
  • Amazon Microwave: un forno a microonde dotato di supporto Amazon Alexa. Sarà bellissimo chiedere al forno di riprodurre i Rolling Stones. Scherziamo: il supporto è inteso come la possibilità di controllarlo tramite Alexa, avendo in casa un assistente personale tra quelli sopra elencati. 60$.
  • Amazon Echo Wall Clock: si tratta di un orologio da muro collegabile via bluetooth a uno smart speacher della linea Echo. In caso si chieda ad Alexa di impostare un timer, l’orologio utilizzerà dei led sul profilo della circonferenza per fornire indicazioni sul tempo rimanente. 30$.
Amazon Echo Wall Clock
Amazon Echo Wall Clock (foto cnet.com)
  • Ring: due diverse tipologie di IP Cam (da interno e da esterno) dotate di alta qualità video, supporto Wi-Fi, alimentate a batteria. Sui 180$.
  • Amazon Echo Show: si tratta della versione rivista dell’omonimo dispositivo dotato di schermo. In sostanza uno smart speaker “visivo”, dotato in questa versione di schermo e qualità audio migliorati. Si colloca intorno ai 230$.
  • Amazon Fire TV Recast: un box da collegare alla TV per, sostanzialmente, vedere i contenuti Amazon. Sui 240$.
  • Amazon Echo Auto: un piccolo dispotivo da 25$ per portare Alexa nella tua auto, effettuare streaming audio bluetooth ed altro.

Non sono ancora noti i prezzi europei di questi dispositivi né quali e quando saranno disponibili in Italia. Quel che è certo è che manca davvero poco al rilascio italiano di Amazon Alexa.

Software

  • “Whisper mode” (modalità bisbiglio): Alexa può essere istruito a parlare piano, qualora per esempio ci sia un bambino addormentato nell’ambiente;
  • Routines: hanno intodotto le routine nell’Echo Dot Kids Edition;ù
  • API SDK: possibilità di gestire il multiroom con speaker che supportano Alexa ma prodotti da terze parti;
  • Stereo Pairing: la possibilità di utilizzare due Echo per creare un ambiente stereo;
  • Alexa Connect Kit: rilasciato questo toolkit che permette di mettere in connessione elettrodomestici e smart device col cloud Amazon;
  • Amazon Wi-Fi simple setup: Alexa provvede ora in modo automatico a distribuire le informazioni di connessione agli altri device Amazon;
  • Alexa Guard: integrazione di Alexa con sistemi d’allarme (partnership in fase di definizione);
  • Alexa doorbell API: permette di far notificare all’Amazon Eco Show la prssione del campanello da porta Ring smart doorbell;
  • Location-based routines: per dotarsi di automazioni di accesione luci quando si è nelle vicinanze di casa (ma per questo abbiamo gli HUB personali, abbelli).

Non ci resta che aspettare l’avvento di Amazon Alexa in Italia di cui, ovviamente, parleremo focalizzandoci sugli aspetti domotici.

   
Telegram News Channel