HOT – Aggiornamento 0.111 per Home Assistant Core

4 minuti di lettura

Home Assistant Official Logo

Il team di sviluppo di Home Assistant ha rilasciato un nuovo aggiornamento per il noto HUB software gratuito per la domotica personale, il quale si porta alla versione 0.111.x.

Si tratta, questa volta, di una versione importante che, a differenza della precedente 0.110 (la quale ha portato con sé tante novità ma indirettamente anche tanti problemi),  si concentra più sul frontend Lovelace e sulle logiche di avvio allo scopo di migliorare l’esperienza utente.

Ricordiamo a tutti, a prescindere, l’importanza di eseguire SEMPRE questi aggiornamenti. Eventuali problemi con questo aggiornamento – segnalati dalla community internazionale – sono disponibili qui.

API&Lovelace, in primis

A partire da questa nuova versione, Home Assistant cambierà l’ordine di priorità di avvio delle componenti: a differenza di come succedeva in precedenza, da oggi a partire per primi saranno i motori relativi alle API di eventuale interfacciamento dell’HUB col mondo esterno e il frontend Lovelace UI, il quale sarà quindi disponibile molto rapidamente.

I motori di integrazione, invece, partiranno secondariamente, il che significa che:

  1. eventuali problemi agli stessi non impediranno più l’avvio corretto del frontend (vedremo meno “Safe Mode” di prima);
  2. di contro, all’avvio alcune entità e alcune interfacce potrebbero risultare non immediatamente disponibili.

In caso di utilizzi un frontend Lovelace auto-generato, questa nuova funzionalità non sarà disponibile, in quanto il frontend risulterà disponibile comunque solo al termine dell’avvio totale di tutti i componenti.

Altre migliorie allo startup

In questa nuova versione viene migliorato il supporto ai log di sistema: in fase di avvio qualsiasi componente che arranchi ad avviarsi viene segnalato ogni 60 secondi, così da dare visibilità all’utente del fatto che comunque il processo di avvio è in corso e migliorare così la percezione dell’operatività.

Sempre in logica di perfezionamento e miglioramento delle fasi di avvio, viene modificata la logica per la quale le piattaforme di integrazione vengono caricate: non viene infatti più atteso il caricamento dei componenti ad esse collegate, ma l’esecuzione parte e viene poi semmai conclusa in background.

Varie, ma importanti

  • Prosegue il perfezionamento (o meglio, l’ampliamento delle funzionalità e il testing) della nuova piattaforma (ancora in beta, molto in beta) OpenZwave, introdotta con la versione 0.110, la quale col tempo andrà a sostituire il discutibile supporto allo standard Z-Wave presente su Home Assistant, forse attualmente uno dei componenti più carenti dell’HUB;
  •  Prosegue il perfezionamento della piattaforma Blebox introdotta con la 0.110;
  • l’integrazione con Google Home finalmente supporta anche input_select per selezionare le fonti;
  • due nuovi trigger per le nostre automazioni basate sulla piattaforma “homeassistant“, ovvero:
    • automation_reloaded, stato innescato quando viene ricaricata un’automazione;
    • scene_reloaded, quanto innescato quando viene ricaricata una scena;
  • migliorato il supporto alla piattaforma Plugwise.

Breaking changes

Una lista di modifiche che potrebbero eventualmente causare problemi:

  • la piattaforma di integrazione dei device XBee viene rinominata da “zigbee” a “xbee” per evitare confusioni;
  • ance Insteon cambia la modalità di configurazione;
  • la piattaforma ZHA utilizzata per esempio per il funzionamento di ConBee e RaspBee varia in modo da far riconoscere eventuali componenti ZigBee (tende, scuri eccetera) così integrati non più come switch ma correttamente come cover;
  • il componente HomeKit ora prevede anche il servizio homekit.reset_accessory il quale serve, come suggerisce il nome, a resettare l’accessorio (lato “Casa” di apple) qualora degli aggiornamenti di versione di Home Assistant abbiano generato (come prevede il componente) nuovi ID univoci che causano, a volte, il malfunzionamento dello stesso;
  • ad alcune entità generate tramite l’uso di deCONZ (con le sopracitate antenne ConBee o RaspBee) ora vengono attribuite le corrette state class (vedi dettagli);
  • alcune variazioni all’integrazione Synology DSM;
  • a partire dall’aggiornamento 0.113 verrà abbandonata la configurazione dell’integrazione Daikin via file di configurazione (rimarrà solo via interfaccia Lovelace)

e MOLTO altro ancora. Date una scorsa.

Altro

Come sempre, novità e svariati i bugfix/beta bugfix:

e molto altro, incluse svariate bugfix e beta bugfix.

Home Assistant 0.111

 

> Tutti i dettagli di questo rilascio sono disponibili qui.

UPDATE

Procedura DI UPDATE Windows

Il comando (da eseguire da prompt dei comandi) è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant

In caso si stia eseguendo Python in ambiente virtuale, i comandi sono i seguenti:

cd homeassistant
Scripts\activate.bat
py -m pip install --upgrade homeassistant

Procedura DI UPDATE Linux/Raspberry

I comandi per l’update sono:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install --upgrade homeassistant
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

N.b. In caso di problemi insormontabili (ma non siate frettolosi nel giudicarli tali), è sempre possibile effettuare un rollback con i comandi:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install homeassistant==0.XX.X
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

avendo cura di sostituire, nel comando:

pip3 install homeassistant==0.XX.X

le “X” con la versione precedente che funzionava (eg. 0.104.3).

Procedura di UPDATE Mac

Su MAC (tramite terminale) il comando è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant
Procedura di UPDATE HASSIO

Hassio si aggiorna nelle solite, semplici modalità.

Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione e, comunque,  di utilizzare “Check Home Assistant configuration” per verificare in anticipo che la configurazione in uso sia corretta rispetto alla nuova versione di Home Assistant.

Per effettuare l’aggiornamento, accedere presso il menu “Supervisor” e, presso “DASHBOARD“, cliccare su “Update” presso il box che segnala la disponibilità di aggiornamento. Prima di procedere si consiglia, come sempre, di effettuare un backup della propria configurazione.

HASSIO update


Home Assistant Official Logo ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel