HOT: Aggiornamento 0.100 per Home Assistant

3 minuti di lettura

Home Assistant Official Logo

Il team di sviluppo di Home Assistant ha rilasciato un nuovo, importante aggiornamento per il noto HUB software gratuito per la domotica personale, il quale si porta alla versione 0.100.x. In questa nuova release svariate sono le novità. Non si tratta, si badi, della tanto agognata versione 1.0, ma semplicemente un nuovo aggiornamento che segue la 0.99.

Ricordiamo a tutti l’importanza di eseguire SEMPRE questi aggiornamenti.

PLEX

Da questa versione l’integrazione con il famoso Media Player Plex prevede di collegare l’account con la funzione Plex link e non più tramite la maggiormente laboriosa tecnica del token.

Plex Home Assistant

Lovelace

Il frontend Home Assistant, Lovelace, è stato ulteriormente aggiornato. Moltissimi i cambiamenti/novità, tra i quali citiamo:

  • aggiunte molte nuove opzioni per il filtering degli stati delle entità;
  • nuovi elementi di configurazione in molte user interface (UI), per esempio le card “Light“, “Picture” eccetera;
  • possibilità di linkare siti esterni;
  • le utenze utilizzate sono ora nascoste dal pannello di configurazione.

Automazione device

Ulteriormente potenziate le automazioni dei device (non delle entità, ma proprio dei device fisici, introdotti come concetto sperimentale a partire dalla versione 0.99). Da questa è possibile per esempio creare delle automazioni al volo che contemplino la condizione “for” (“se una condizione si protrae per un certo lasso di tempo”).

Home Assistant device automation for

Sempre in merito ai device, la pagina sperimentale introdotta dalla 0.99 che ricapitola tutti i device censiti dall’HUB viene da questa nuova versione ampliata e potenziata: da oggi è per esempio possibile consultare l’elenco visualizzando, per ogni device, i trigger, le condition e le action previste ed utilizzabili.

Editor Automazioni

Importante novità: da oggi lo strumento visuale per la gestione delle automazioni di Home Assistant contempla la possibilità di introdurre operatori logici come “and” od “or“. Alleluia.

home assistant automazioni and or

Addio, JSON!

Non ci mancherà. La notazione JSON, in uso in svariate sezioni del frontend dell’HUB (per esempio presso i servizi, l’editor script e altro), viene ufficialmente abbandonata, consentendo all’utente l’utilizzo di un linguaggio più semplice e naturale.

Nell’esempio che segue, si vede chiaramente come, nella nuova interfaccia, nel campo “Service data” non sia più necessario indicare un payload JSON ma semplicemente le variabili necessarie, come “entity_id“, “color_name“, “brightness“.

home assistant json

A latere, robot aspirapolvere

Un utente della community Home Assistant ha scritto un grande post dedicato alla definizione di aree di pulizia di robot aspirapolvere integrati a Home Assistant.

A tal proposito, ricordiamo il nostro progetto volto a integrare robot aspirapolvere tradizionali non domotici a Home Assistant allo scopo di automatizzarne il comportamento.

Robot Aspirapolvere su parquet

Breaking changes

Una lista di modifiche che potrebbero eventualmente causare problemi.

In primis, come annunciato dagli sviluppatori nella 0.98, a partire da questa nuova versione spariscono le seguenti integrazioni:

  • UPS
  • USPS
  • Sytadin
  • SRP Energy
  • Fedex
  • Linksys AP

Inoltre:

  • l’integrazione Sonoff via eWeLink (custom component) pare non funzionare: si dovrà attendere l’aggiornamento del componente da parte dello sviluppatore;
  • l’integrazione NZBGet viene promossa e diventa una piattaforma a sé;
  • l’integrazione Linky subisce alcune variazioni rilevanti, quindi per farla funzionare è necessario rimuoverla e riaggiungerla;
  • cambiano – e questo interessa gli sviluppatori, ma di conseguenza a seguire, gli utenti – le modalità di gestione delle automazioni per i componenti custom (quelli tendenzialmente installati via HACS, per capirci) che espongano device all’HUB. Importante per gli utenti tenere d’occhio eventuali aggiornamenti dei componenti;
  • è cambiata la modalità di integrazione di Ecobee: gli utenti che utilizzino il file di configurazione anziché la voce dedicata sotto “Integrazioni” dovranno necessariamente utilizzare quest’ultima modalità

e molto altro.

Altro

Come sempre, novità e svariati i bugfix:

e molto altro, incluse svariate bugfix e beta bugfix.

Home Assistant 0.100

> Tutti i dettagli di questo rilascio sono disponibili qui.

UPDATE

Procedura DI UPDATE Windows

Il comando (da eseguire da prompt dei comandi) è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant

In caso si stia eseguendo Python in ambiente virtuale, i comandi sono i seguenti:

cd homeassistant
Scripts\activate.bat
py -m pip install --upgrade homeassistant

Procedura DI UPDATE Linux/Raspberry

I comandi per l’update sono:

sudo systemctl stop home-assistant@homeassistant
sudo -u homeassistant -H -s
source /srv/homeassistant/bin/activate
pip3 install --upgrade homeassistant
exit
sudo systemctl start home-assistant@homeassistant

N.b. In caso di errore nell’esecuzione del comando:

pip3 install --upgrade homeassistant

provvedere ad eseguire – prima della sequenza di cui sopra – il seguente comando:

sudo apt-get install build-essential libssl-dev libffi-dev python3-dev
Procedura di UPDATE Mac

Su MAC (tramite terminale) il comando è il seguente:

pip3 install --upgrade homeassistant
Procedura di UPDATE HASSIO

Hassio si aggiorna nelle solite, semplici modalità: accedere presso il menu “Hassi.io” e, presso “DASHBOARD”, cliccare su “Update” presso il box che segnala la disponibilità di aggiornamento:

HASSIO update

Prima, però, si consiglia utilizzare “Check Home Assistant configuration” per verificare – in anticipo – che la configurazione in uso sia corretta rispetto alla nuova versione di Home Assistant.


PRECISAZIONE PER UTENTI iOS

In caso dopo l’aggiornamento si ottenga un errore di integrazione con la piattaforma iOS e/o un errore simile al seguente:

hass[1113]: 2019-05-16 00:00:00 ERROR (Thread-20) [homeassistant.util.json] Could not parse JSON content: /home/homeassistant/.homeassistant/.ios.conf

per risolvere è sufficiente stoppare l’HUB, cancellare il file “.ios.conf” presente nella root di Home Assistant e infine riavviare l’HUB.


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Please comment below