community italiana di domotica personale
 
Home Assistant adotta CodeNotary per l’integrità e la sicurezza del proprio codice

Home Assistant adotta CodeNotary per l’integrità e la sicurezza del proprio codice

1 minuti di lettura

CodeNotary - Logo

Una buona notizia per tutti, specie quegli utenti particolarmente concentrati sui temi di sicurezza e privacy: la board di Home Assistant ha deciso di adottare CodeNotary quale strumento per mettere in sicurezza sia il codice sia i processi di sviluppo delle sue molte componenti.

“CodeNotary Ledger Compliance” fornisce una soluzione a prova di manomissione, indelebile, per l’elaborazione di milioni di transazioni al secondo, in sede o nel cloud e con verifica crittografica. CodeNotary serve a ripristinare la fiducia e l’integrità nelle soluzioni digitali consentendo alle organizzazioni di mantenere registri delle transazioni e delle transizioni dei dati a prova di manomissione, indelebili e immutabili.

Per un HUB personale per domotica come Home Assistant la sicurezza è estremamente importante e assicurarsi che vengano utilizzati solo il codice di origine e approvato e le distribuzioni è fondamentale: centinaia di migliaia di implementazioni potrebbero essere compromesse qualora un cattivo attore della filiera dello sviluppo introducesse codice malevolo, influenzando così sicurezza e privacy dei dispositivi di automazione domestica.

Pascal Vizeli, uno dei leader del board Home Assistant ha dichiarato, in merito a questa novità:

I certificati digitali tradizionali sono una sorta di tecnologia antica in un mondo di sviluppo moderno e agile. Non vogliamo limitarci ad approvare o revocare un certificato, vogliamo essere in grado di revocare una certa dipendenza, versione build o immagine del contenitore. Stavamo cercando qualcosa che ce lo consentisse! Spulciano i dettagli del servizio di CodeNotary, esso è risultato perfettamente adeguato e la sua integrazione è stata molto semplice.

In un brevissimo lasso di tempo, il team di Home Assistant ha creato le proprie azioni GitHub per autenticare il codice sorgente, le build e le immagini del contenitore all’interno del processo CodeNotary. Inoltre, hanno integrato un processo di verifica nel loro componente supervisore che controlla l’origine e l’integrità dei componenti in esecuzione. L’attuale versione beta contiene già questo miglioramento della sicurezza.

In buona sostanza, il livello complessivo della soluzione Home Assistant si innalza ulteriormente, garantendo ai propri utenti un prodotto sempre più affidabile e sicuro.

   
Telegram News Channel