AVM rilascia FRITZ!OS 7.20 per i suoi modem FRITZ!Box

2 minuti di lettura

AVM-Logo

7.20

La scorsa notte AVM ha rilasciato la versione 7.20 del sistema operativo FRITZ!OS dedicato ai modem/router della propria linea AVM FRITZ!Box. Questa nuova versione, inizialmente disponibile (già da oggi) per il modello top di gamma AVM FRITZ!Box 7590, dovrebbe venire rilasciata progressivamente per tutti i modelli che montassero la precedente 7.13.

L’aggiornamento, come da tradizione AVM, porta con sé un gran numero di migliorie, perfezionamenti e correzione bug: oltre 100, infatti, le voci del changelog.

Le novità

Tra le tantissime variazioni, tra le quali citiamo a seguire alcune tra le più importanti.

In primis, è stata migliorata e potenziata la gestione del Wi-Fi, la quale da oggi supporta il nuovissimo protocollo di autenticazione WPA3, capace di garantire una maggiore sicurezza, nonché l’introduzione del nuovo Performance Mesh Steering, unta tecnologia concepita per migliorare le performance del meshing di rete (la ripetizione del segnale tramite apparati appositi). La nota capacità di auto-tuning dei canali Wi-Fi (tema sul quale vi consigliamo la lettura di questa scheda) è stata inoltre potenziata: da oggi terrà conto anche della presenza di eventuali ripetitori mesh. Per il modello 7590 (come detto, il primo ad accogliere questo aggiornamento), previsto da oggi l’utilizzo anche del canale a 160MHz per il trasferimento dati. Sempre sul fronte Wi-Fi, introdotto il supporto a OWE per la cifratura del traffico dedicato alle reti Wi-Fi ospiti.

Con FRITZ!OS 7.20 il servizio VPN viene accelerato di ben tre volte, consentendo connessioni remote molto più veloci; inoltre, ora permette di limitare le connessioni solo ad alcuni specifici dispositivi e di configurare i parametri NetBIOS per ogni singola connessione. Migliorate inoltre – in modo radicale – le prestazioni del supporto Samba v2 e v3 del servizio NAS disponibile a bordo.

Sul comparto telefonico, la 7.20 introduce nuove suonerie (nove) e viene semplificato in modo importante l’inserimento dei numeri telefonici, i quali or suggeriscono in modo automatico i contatti della rubrica già all’inserimento delle prime cifre, un po’ come accade sugli smartphone.La gestione delle rubriche condivise ora è molto più semplice grazie anche all’aggiunta del supporto iCloud e dei provider CardDAV; migliorata inoltre anche anche la sicurezza: il nuovo FRITZ!OS supporta ora le comunicazioni vocali criptate con standard TLS ed SRTP, ma solo col provider Deutsche Telekom, quindi per chi abita in Germania. Funzione in arrivo anche in Italia? Vedremo.

Chi avesse abbia adottato delle componenti domotiche DECT ora potrà controllarle gli stati (temperature, accensioni eccetera) direttamente dalla pagina principale dell’applicazione mobile FRITZ!Fon. Sempre sul fronte DECT, introdotto il supporto per nuovi componenti come FRITZ!DECT 500 LED e FRITZ!DECT 440.


Come detto, le novità sono tantissime e saranno via via disponibili per i vari modelli progressivamente a partire da oggi. L’elenco completo di novità e bugfix per il modello 7590 è disponibile qui; le altre versioni, come detto, usciranno progressivamente ma saranno del tutto simili (a parte alcuni aspetti propri dei vari modelli).

 

AVM FRITZ!Box 7590 - Lean


Telegram News Channel