Integrare l’illuminazione Nanoleaf a Home Assistant

3 minuti di lettura
SCOPI DELLA GUIDA
  • Integrare uno o più pannelli luminosi Nanoleaf Canvas (oppure Aurora) alla configurazione Home Assistant
  • Livello di difficoltàbasso
CONCETTI AFFRONTATI:
  • Utilizzo e configurazione software
COMPONENTI SOFTWARE UTILIZZATE:
PREREQUISITI
DISPOSITIVI FISICI UTILIZZATI:
GUIDA maggiormente indicatA per:

Tutti gli ambienti

Note e disclaimer
  • qualsiasi modifica all'impianto elettrico dev'essere effettuata da personale qualificato
  • qualsiasi modifica attuata in proprio è a propria responsabilità personale nonché a proprio rischio e pericolo (la presente guida ha puro scopo didattico)
  • qualsiasi modifica attuata in proprio a un dispositivo ne fa decadere la garanzia.
Revisione guida: 1.1

Nanoleaf logo

Abstract

Nanoleaf Canvas” è una delle soluzioni di illuminotecnica domotica che più ci hanno colpito in quest’ultimo periodo per concept, qualità e funzionalità.

Si tratta, in breve, di un sistema a mattonelle luminose touch che possono essere assemblate dall’utente come esso meglio crede, lasciando così una grande libertà alla creatività del singolo.

Tali mattonelle, una volta assemblate, compongono un unico, complessivo pannello luminoso il quale può – tramite la propria applicazione di gestione e controllo – essere pilotato in termini di colori, animazioni luminose, intensità luminosa e altro.

Nanoleaf Canvas - Balena

Si tratta quindi non solo di sistema di illuminazione, ma un vero e proprio elemento di design e di arredo, il quale consente di rendere vivo un angolo della propria abitazione.

Uno degli aspetti di maggior valore della soluzione sta nel suo ampio grado di integrabilità; nella presente guida vedremo come provvedere all’integrazione con Home Assistant al fine di dotarci di un’entità di tipo “Light” il quale ci permetta non solo l’accensione/spegnimento, ma anche la regolazione puntuale di colore e di effetti visivi – manuale come automatica.

N.b. Questa guida è fondamentalmente valida – nelle medesime modalità – per i pannelli Nanoleaf Aurora.

TOKEN

La piattaforma “Nanoleaf Light Panel” utilizza – per governare un pannello Nanoleaf – una chiave univoca di accesso, detta token, erogata dal pannello stesso. In sostanza si tratta di una parola d’accesso che, fornita a Home Assistant, abilita al controllo – e quindi all’integrazione – un qualsiasi pannello Nanoleaf Canvas o Aurora.

Prima di “domandare” al pannello quale sia il suo token, è necessario che tale pannello sia configurato sulla propria rete Wi-Fi e che gli sia stato attribuito un IP statico. Il primo punto si provvede seguendo la sezione “Installazione” della recensione di prodotto; sul secondo si consiglia la lettura di questa guida.

Provveduto a ciò, la procedura è la seguente:

  • impostare il pannello in modalità token;
  • eseguire un comando “cURL” da terminale*

*in caso si utilizzi un computer Windows, è necessario aver installato tale comando.

Ora, per impostare il pannello in modalità token provvedere a tenere premuto il pulsante di accensione posto sul pannello stesso per almeno cinque secondi.
Rilasciare poi il pulsante ed eseguire il seguente comando:

curl -i -X POST http://MIO_IP:16021/api/v1/new

dove MIO_IP è l’indirizzo IP (statico) assegnato al pannello.

Il comando dovrebbe rispondere con una stringa come segue

{“auth_token”:”xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx”}

Dove xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx è il token che ci interessa.

Terminata la procedura spegnere e riaccendere il pannello.

Integrazione

A questo punto è possibile configurare l’integrazione tra il pannello e Home Assistant.
La configurazione base della piattaforma presso il file configuration.yaml è piuttosto semplice.

Sarà infatti sufficiente inserire un’entry di questo tipo:

# Esempio di configurazione
light:
  - platform: nanoleaf
    host: MIO_IP
    token: xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

dove MIO_IP è l’indirizzo IP (statico) assegnato al pannello e xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx è il token del pannello.

Provvedere ora al riavvio di Home Assistant.

Nel caso dell’esempio sopra, la configurazione genererà un’entità di tipo “Light” chiamata light.nanoleaf.

Rappresentazione e servizi

L’entità di tipo “Light” verrà rappresentata come un qualunque altra luce integrata a Home Assistant:

Nanoleaf Canvas - Integrazione Home Assistant

la quale (o le quali, in presenza di più pannelli) potrà essere utilizzata – oltre che come elemento da gestire manualmente – come trigger o come action nelle nostre automazioni o in altri scenari tipici di Home Assistant, utilizzando ovviamente i servizi forniti tramite il componente padre “Light“.

Nello specifico, molto interessante è la possibilità di utilizzare l’attributo “effect” del servizio “light.turn_on“: tale attributo può essere impostato al fine di attivare gli scenari definiti presso l’app Nanoleaf.

In sostanza, quando uno scenario viene caricato sull’app Nanoleaf (e quindi sul pannello), tale effetto (indicato dal proprio nome) può essere evocato direttamente da Home Assistant in fase di accensione del pannello stesso.

Automazioni

In quanto “figlia” del componente “Light”, questa integrazione consente un gran numero di possibilità in termini di automazione.

Nell’esempio che segue impostiamo in modo automatico un determinato schema colore (“Falling Whites“) all’accensione del pannello:

automation:
- alias: "Impostazione automatica Nanoleaf"
  trigger:
    platform: state
    entity_id: light.nanoleaf
    to: 'on'
  condition: []
  action:
    service: light.turn_on
    entity_id: light.nanoleaf
    data_template:
      effect: 'Falling Whites'

Abbiamo dato grande risalto a queste possibilità tramite un progetto ad hoc mirato a controllare automaticamente il pannello luminoso in base al clima:

Notifiche visive basate sul clima (o altro) con Nanoleaf e Home Assistant


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.

🔻 Clicca QUI per commentare l'articolo. 🔻