Gestire le tapparelle elettriche tramite firmware Tasmota (anche migrando dalla fork by stefanbode)

6 minuti di lettura
SCOPI DEL PROGETTO:
  • Configurare il firmware Tasmota su un attuatore deputato al controllo di tapparelle elettriche (sia che monti il firmware originale o il vecchio “Tasmota fork by stefanbode”)
  • Livello di difficoltà: medio
  • Costo: n.a.
CONCETTI AFFRONTATI:
  • Configurazione software
COMPONENTI SOFTWARE UTILIZZATE:
  • Firmware Tasmota dalla versione 6.7 in su
DISPOSITIVI FISICI UTILIZZATI:
PROGETTO MAGGIORMENTE INDICATO PER:

Tutti gli ambienti

Note e disclaimer
  • qualsiasi eventuale modifica agli impianti domestici dev'essere progettata ed realizzata SOLO da personale qualificato;
  • qualsiasi modifica attuata in proprio è a propria responsabilità personale nonché a proprio rischio e pericolo (i contenuti della presenta pagina hanno puro scopo didattico);
  • qualsiasi modifica attuata in proprio a un dispositivo ne fa decadere garanzia, omologazioni e certificazioni di qualità.
Revisione guida: 1.0

Abstract

Il firmware alternativo Tasmota è noto e apprezzato per fornire funzionalità aggiuntive e caratteristiche specifiche a componenti basati su SOC ESP8266/ESP32. Adottato largamente su componenti della linea ITEAD “Sonoff Smart Home”, viene usato anche spesso e volentieri su componenti come Wemos, NodeMCU e molti, molti altri.

Nel caso di attuatori a due o più uscite installati per il controllo di tapparelle elettriche (come per esempio il Sonoff Dual, o il Sonoff 4CH e tanti altri) tramite domotica, tale firmware consente di ampliare le funzioni previste di base dal firmware originale al fine, appunto, di gestire le uscite elettriche in modo intelligente rispetto al controllo delle tapparelle. Banalmente, è importante che il firmware capisca quanto ci mette una tapparella ad aprirsi e chiudersi, così da capire a che altezza si trovi quando viene pilotata, ed altro.

Tutte queste funzioni vengono gestite tramite l’interfaccia web offerta dal firmware Tasmota, ma in realtà la sua adozione è utile per canalizzare le funzionalità per la gestione e controllo tapparelle soprascritte (e non solo) verso gli HUB personali. Un FOCUS interessante sul tema di come si controlla un componente riprogrammato il firmware è disponibile qui.

N.b. Fino all’avvento della versione 6.7 di Tasmota tali funzionalità di gestione e controllo tapparelle non erano disponibili: per ottenerle, si faceva ricorso a una fork di tale firmware, quella di Stefan Bode. Oggi, invece, ha senso utilizzare direttamente la versione ufficiale del firmware anziché la fork Stefan Bode, oppure migrare da essa alla ufficiale.

Questa guida passo-passo è quindi dedicata sia a coloro che adottino il firmware Tasmota al fine di controllare delle tapparelle elettriche oppure coloro che montino ancora la vecchia “fork by stefanbode”, per aiutarli a migrare sulle più recenti versioni ufficiali di Tasmota pur mantenendo le funzionalità di gestione e controllo delle tapparelle elettriche.

Il tema degli attuatori per tapparelle è abbastanza vasto: al fine si consiglia la lettura del nostro OPEN BOARD dedicato ad esso. Comunque, per tutti i temi toccati dalla presente guida vi ricordiamo la disponibilità del nostro FORUM e della nostra chat Telegram.

Si parte

Assunti

Si assume, innanzitutto, che si disponga di un qualunque attuatore a due o più vie utilizzabile al fine di controllare uno o più motori elettrici per tapparelle e che, in quanto basato su SOC ESP8266/ESP32, supporti la riprogrammazione con firmware Tasmota (per esempio i sopracitati Sonoff).

Riprogrammazione

La riprogrammazione di un componente basato su SOC ESP8266/ESP32 non è specificamente oggetto di questa guida; a tal scopo abbiamo infatti messo a disposizione la nostra MASTERGUIDE. In questo paragrafo piuttosto illustriamo ciò che va fatto in base al fatto che si migri dal firmware fork di Stefan Bode o si installi da zero il firmware Tasmota sull’attuatore.

MIGRAZIONE DA FORK STEFAN BODE

Migrando dall’ormai obsoleta versione fork di Stefan Bode, è importante prima di modificare alcunché appuntarsi i valori dei tempi di discesa e salita della tapparella. Per farlo, recarsi presso la voce “Console” dell’interfaccia web del firmware ed eseguire i seguenti due comandi:

shutteropenduration
shuttercloseduration

i quali risponderanno con i due tempi, per esempio:

{“shutteropenduration1″:”28.0”}
{“shuttercloseduration1″:”25.0”}

Nel caso dell’esempio sopra, i due tempi sono rispettivamente di 28 e 25 secondi.


Effettuare dunque il reset dell’unità, cancellando tutte le impostazioni del firmware, tramite il comando (sempre da “Console“):

reset 2

Ciò fatto, l’attuatore si resetterà e ripartirà. Perdendo tutte le impostazioni, perderà anche le coordinate d’accesso alla Wi-Fi domestica: provvedere quindi a collegarsi all’Access Point Wi-Fi che lui stesso esporrà e indicare tramite l’interfaccia le coordinate d’accesso della propria Wi-Fi domestica. L’attuatore si resetterà e ripartirà e stavolta rientrerà in rete.

Ricollegarsi all’interfaccia web del firmware e accedere alla voce “Firmware Upgrade” e inserire, nella voce “Upgrade by web server”, i seguenti indirizzi, provvedendo ad aggiornare il firmware ad ogni inserimento.

NON SALTARE ALCUN PASSAGGIO, vanno infatti effettuati tutti e in quest’ordine:

  1. https://github.com/arendst/Tasmota/releases/download/v6.6.0/sonoff-minimal.bin
  2. https://github.com/arendst/Tasmota/releases/download/v7.2.0/tasmota-minimal.bin
  3. https://github.com/arendst/Tasmota/releases/download/v8.1.0/tasmota-minimal.bin
  4. https://github.com/arendst/Tasmota/releases/download/v8.4.0/tasmota-minimal.bin
  5. https://github.com/arendst/Tasmota/releases/download/v8.4.0/tasmota.bin
  6. https://github.com/arendst/Tasmota/releases/download/v8.5.1/tasmota.bin
N.B. La guida viene redatta in presenza della versione 8.5.1 quale ultima disponibile del firmware Tasmota. In caso ne siano uscite di nuove, al punto 6. sostituire l’indirizzo con quello dell’ultima disponibile.

Saltare direttamente a versioni più evolute senza effettuare le intermedie può portare al brick elettronico dell’attuatore.

INSTALLAZIONE DA ZERO

Nel caso si tratti di un attuatore “vergine”, ovvero dotato di firmware originale, non ci sono particolari indicazioni: è sufficiente installare l’ultima versione disponibile del firmware Tasmota utilizzando le solite, stracollaudate modalità.

Configurazione

Una volta Installato il firmware Tasmota ufficiale è necessario configurarlo al fine di controllare e gestire le tapparelle elettriche. In questa guida prenderemo a mo’ d’esempio il Sonoff Dual (attuatore 220v a due vie), ma ovviamente le tecniche descritte sono le stesse per altri analoghi attuatori multicanale riprogrammabili con firmware Tasmota.

TIPOLOGIA ATTUATORE

La prima, elementare cosa da fare è configurare il firmware in modo da fargli apprendere su quale attuatore esso si trovi. Per farlo, recandosi sempre presso l’interfaccia web accedere alla voce “Configuration” > “Module” e impostare il modello d’interesse (eg. Sonoff Dual).


Poi recarsi alla voce di menu “Configuration” > “Configure Other” e impostare la seguente stringa:

{“NAME”:”NOME_DEVICE”,”GPIO”:[17,255,0,255,0,22,18,0,21,56,0,0,0],”FLAG”:0,”BASE”:39}

N.b. La stringa NOME_DEVICE può essere personalizzata.

Selezionare la spunta “Activate” e cliccare poi su “Save“.


Infine, recarsi presso la console e inserire il seguente comando (necessario affinché l’interfaccia web disponga dello slider di regolazione della posizione della tapparella):

SetOption80 1

Torniamo sulla pagina principale dell’interfaccia web e premiamo “Restart“. L’attuatore si riavvierà.


A questo punto dopo tali configurazioni l’interfaccia varierà più o meno come segue:

Tasmota su Sonoff Dual - Tapparella

CRONOMETRAGGIO

Ora è necessario cronometrare i tempi di alzata e discesa della tapparella (a meno che non siano già disponibili perché ereditati dalla fork).

Per farlo, portare la tapparella nella posizione di massima chiusura, attivare la salita cronometrandone la durata fino al punto di massima apertura; effettuare poi la cosa contraria misurando la discesa. Si consiglia la massima accuratezza possibile.

Ora, sempre alla voce “Console” dell’interfaccia web, eseguire il seguente comando:

ShutterSetClose 1

che confermerà al firmware la posizione di chiusura della tapparella.

Ora, in base ai secondi rilevati nella precedente prova di cronometraggio, utilizziamo i comandi:

ShutterOpenDuration1 X
ShutterCloseDuration1 Y

Dove X e Y saranno rispettivamente i secondi misurati per l’apertura e chiusura totale della tapparella.

Torniamo ora sulla pagina principale dell’interfaccia web e premiamo “Restart“. L’attuatore si riavvierà.

INTERLOCK

Infine, è necessario attivare l’interblocco, anche noto come interlock. Tale funzione di rendere necessario fare in modo che i due canali di erogazione elettrica non siano mai attivati contemporaneamente con rischio – o meglio la certezza – quindi di bruciare il motore della tapparella. Immaginiamo infatti di avere una tapparella posizionata a metà e via domotica di impostare l’apertura (quindi attivando uno dei due relè) e via pulsante murale impostarne la chiusura (attivando l’altro relè): il motore si brucerebbe.

N.b. Per attivare un Sonoff Dual via pulsanti fisici è disponibile una guida ad hoc.

Sempre alla voce “Console” dell’interfaccia web, eseguire il seguente comando:

Interlock 1,2

tale comando indicherà quali canali dovranno essere interbloccati tra di loro (in questo caso, l’1 e il 2).
Eseguire poi:

Interlock ON

per attivarlo; verificare che sia stato attivato tramite il comando

Interlock

che dovrebbe riportare un output di questo tipo:

{“Interlock”:”ON”,”Groups”:”1,2″}

a conferma dell’avvenuta configurazione.


Complimenti: il vostro attuatore è così configurato correttamente.

Uso

Ora l’attuatore è finalmente in grado di controllare le tapparelle.
Chiaramente per un uso efficace in domotica è prevista l’integrazione dello stesso presso il proprio HUB personale: per questo si consiglia di utilizzare MQTT.

La guida per l’integrazione di attuatori così configurati con Home Assistant, via MQTT, è disponibile qui.

Riferimenti

Tutta la documentazione ufficiale relativa alla gestione tapparelle con Tasmota è disponibile qui.


ITEAD Sonoff Basic ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica ai Sonoff (e più generalmente ai dispositivi ESP8266), per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel