Effettuare il backup (ed eventuale ripristino) della propria installazione HASSIO

4 minuti di lettura
Scopi della guida:
  • Effettuare un backup completo della propria installazione Home Assistant (HASSIO) – ed eventualmente provvedere a un ripristino
  • Livello di difficoltà: bassa
Concetti affrontati:
  • Configurazione software
Componenti software utilizzate:
Prerequisiti:
  • Home Assistant configurato e funzionante
  • Un account Google (opzionale)
Dispositivi fisici utilizzati:
GUIDA maggiormente indicatA per:

Tutti gli ambienti

Note e disclaimer
  • qualsiasi eventuale modifica agli impianti domestici dev'essere progettata ed realizzata SOLO da personale qualificato;
  • qualsiasi modifica attuata in proprio è a propria responsabilità personale nonché a proprio rischio e pericolo (i contenuti della presenta pagina hanno puro scopo didattico);
  • qualsiasi modifica attuata in proprio a un dispositivo ne fa decadere garanzia, omologazioni e certificazioni di qualità.
Revisione guida: 1.1

Abstract

Può capitare anche una volta sola nella vita, ma quella singola volta ci se la ricorda sempre molto bene: quella della perdita improvvisa di dati. Moltissimi imparano l’importanza di avere un backup (quale sia il dato in questione) solo dopo aver perso dei dati; va da sé che la lezione, una volta imparata, non si la scordi più.

Home Assistant non fa differenza. Specialmente quando installato in distribuzione HASSIO (su Raspberry Pi o in altri ambiti operativi), la possibilità di effettuare un backup è essenziale; fortunatamente, questo tipo di distribuzione è dotata di un sistema facilitato che permette anche all’utente più inesperto di effettuarlo e, in caso di guai, ripristinarlo.

Definito “snapshot”, tale sistema consente di “fotografare” per intero lo stato dell’installazione permettendoci, in caso di malfunzionamenti, di ripristinarne in toto la configurazione, incluse le personalizzazioni effettuate, gli storici disponibili, gli add-on e quant’altro. Insomma: rimettere tutto com’era.

Questa guida illustra quindi come effettuare tali snapshot, come (opzionalmente) generarla e copiarla in modo automatico sul Cloud e come, in caso di guai, ripristinarla.

Effettuare la snapshot

Il modo più elementare di creare una snapshot è quello di recarsi presso la voce di menu di HASSIO “Supervisor” e cliccare, in alto, su “SNAPSHOT“. Si aprirà una sezione che, col singolo click alla voce “CREATE” provvederà appunto a creare una snapshot “completa”:

HASSIO - Creazione snapshot

questo perché, per l’appunto, abbiamo lasciato selezionato la voce “Full snapshot“. Se si volesse invece personalizzare il contenuto della snapshot, sarà sufficiente cliccare su “Partial snapshot“:

HASSIO - Partial snapshot

Facendo ciò, HASSIO darà la possibilità all’utente di  scegliere cosa salvare nel backup in corso di realizzazione. Terminata la personalizzazione sarà sempre un click su “CREATE” a provvedere alla creazione della snapshot.

N.b. L’aggiunta di una password (utilizzando il campo preposto) è sempre consigliata – specialmente se, come vedremo, si utilizzerà il Cloud come repository. È inoltre possibile specificare un nome da attribuire alla snapshot tramite il campo “Name“.

Terminata la procedura, immediatamente sotto apparirà una piccola box che rappresenta, per l’appunto, la nostra snapshot.

HASSIO - lista snapshot

Cliccandovi sopra sarà possibile accedere ai dettagli della stessa:

HASSIO - snapshot - dettagli

Come si nota facilmente, oltre a riassumere i dettagli della snapshot, sul fondo la schermata offre una serie di opzioni:

  • DOWNLOAD SNAPSHOT (per caricare il backup localmente);
  • RESTORE SELECTED (per ripristinare selettivamente degli elementi specifici);
  • WIPE & RESTORE (per cancellare completamente l’istanza HASSIO e ripristinare in toto il backup);
  • DELETE SNAPSHOT (per cancellare il backup in questione).

Salvare la snapshot

Creare una snapshot non è sufficiente per tutelarsi. In caso per esempio l’hard disk che contiene l’installazione HASSIO dovesse corrompersi o guastarsi, infatti, non ci sarebbe molto da fare dato che, quando create, le snapshot vengono salvate sul medesimo supporto.

Ecco perché è necessario salvare “da qualche parte” queste snapshot una volta create. Per farlo è possibile perseguire due strade:

  • scaricarle in locale, sul proprio computer;
  • copiarle sul Cloud.

Per effettuare un download locale è sufficiente sfruttare l’opzione “DOWNLOAD SNAPSHOT” e salvare il file dove meglio si crede.

Meglio ancora l’opzione che consente di salvare automaticamente ogni snapshot creata su HASSIO sul Cloud Internet, nello specifico quello di Google, “Drive”. Per provvedere a questo automatismo è necessario installare l’add-on HASSIO “Google Drive Backup“; la procedura per provvedere all’installazione & configurazione di tale elemento è descritta qui.

N.b. Inoltre – cosa molto importante – tale add-on consente non solo di copiare automaticamente le snapshot sul cloud, ma anche di provvedere in autonomia la creazione di una snapshot ogni tot giorni a un orario prestabilito, consentendo all’utente di disinteressarsi completamente rispetto alla creazione di tali backup. In sostanza, il sistema salva se stesso e copia tale backup direttamente su Cloud.

Ripristinare il sistema

Poniamo quindi di trovarci nella malaugurata situazione di aver perso, improvvisamente, la nostra installazione HASSIO. Condizione essenziale per risolvere questa spiacevole situazione è quella di possedere una snapshot il più possibile aggiornata. Se si utilizza, come consigliato, l’add-on “Google Cloud Backup” e si sarà provveduto a configurarlo in modo che provveda automaticamente alla creazione e alla copia delle snapshot su Cloud, sarà sufficiente recuperare l’ultima creata in termini di tempo.

Ciò che va fatto dunque nell’ordine è:

Una volta terminata la procedura collegarsi all’interfaccia web di HASSIO, recarsi alla voce “Supervisor” e poi “SNAPSHOT“. Nell’elenco delle snapshot disponibili dovrebbe appunto apparire il nostro backup (qualora il backup non dovesse comparire, premere la freccia circolare di aggiornamento in alto a destra). A questo punto sarà sufficiente aprirne i dettagli e poi cliccare su “WIPE & RESTORE” per provvedere al totale ripristino della configurazione, riportando in vita la nostra precedente configurazione.

La procedura potrebbe metterci un po’ – ovviamente le tempistiche varieranno in base alla complessità della configurazione e alla potenza del computer sul quale è in esecuzione HASSIO.

Al termine della procedura sarà sufficiente collegarsi nuovamente all’indirizzo originale della nostra installazione così finalmente ripristinata.


Home Assistant Official Logo ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel