Come configurare condizioni e previsioni meteo Dark Sky su Home Assistant

3 minuti di lettura
Scopi della guida
  • Aggiungere dei sensori di rilevazione e previsione meteo basati sul servizio Dark Sky alla configurazione di Home Assistant
  • Livello di difficoltà: basso
Concetti affrontati:
  • Configurazione software
Componenti software utilizzate:
Prerequisiti
Dispositivi fisici utilizzati:
GUIDA maggiormente indicatA per:

Tutti gli ambienti

Note e disclaimer
  • qualsiasi modifica all'impianto elettrico dev'essere effettuata da personale qualificato;
  • qualsiasi modifica attuata in proprio è a propria responsabilità personale nonché a proprio rischio e pericolo (la presente guida ha puro scopo didattico);
  • qualsiasi modifica attuata in proprio a un dispositivo ne fa decadere la garanzia.
Revisione guida: 1.3
guida a cura di Andker

Abstract

DarkSky è un servizio metereologico gratuito il quale, quando integrato presso Home Assistant, permette di dotarsi di entità di tipo “Sensor” relative alle rilevazioni meteo (relative alle condizioni attuali – e altro, come vedremo) e una di tipo “Weather”, contenente le previsioni riassuntive della propria zona.

I sensori disponibili sono:

– apparent_temperature – apparent_temperature_high – apparent_temperature_low – cloud_cover – daily_summary – dew_point – hourly_summary – humidity – minutely_summary – moon_phase – ozone – precip_accumulation – precip_intensity – precip_intensity_max – precip_probability – precip_type – pressure – summary – temperature – temperature_high – temperature_low – uv_index – visibility – wind_bearing – wind_speed

A differenza di altre piattaforme (per esempio Weather Underground), DarkSky è gratuita fino a un massimo di 1000 interrogazioni giornaliere, più che sufficienti per un uso personale domestico.

Ottenere la propria API KEY

Il primo passo per configurare DarkSky è ottenere la propria API KEY, ovvero una stringa di caratteri che identifica l’utente in modo univoco e autorizza alla raccolta delle informazioni meteo.

Collegarsi dunque al sito https://darksky.net/dev e, una volta registrati, presso la propria area utente (“Your Account“) , individuare (e copiare) la propria “Secret Key“:

DarkSky API KEY

Come si vede facilmente, il “Plan Type” è di tipo “Trial”: questo significa che per l’appunto è gratuito, gratuità che permette un massimo di 1000 interrogazioni automatiche al giorno.

DarkSky modalità “weather”

La piattaforma DarkSky può esser configurata su Home Assistant in due modalità: come servizio meteorologico o come gruppo di sensori (o entrambe le modalità). Nel primo caso, ci si dota di un pannello ad hoc più orientato alla semplice consultazione; nel secondo, ci si dota di veri e propri sensori sì consultabili ma anche utilizzabili per le automazioni domestiche (eg. “se più tardi è prevista pioggia, disabilita l’irrigatore automatico“).

Per configurare DarkSky in modalità “weather”, la configurazione è simile alla seguente:

weather:
  - platform: darksky
    name:
    api_key:
    scan_interval:
      days: 0
      hours: 0
      minutes: 0
      seconds: 0
      milliseconds: 0

dove:

platform(Stringa, obbligatorio) il nome della piattaforma – necessariamente “darksky”
name(Stringa, opzionale) Il nome del pannello “weather”
api_key(Stringa, obbligatoria) L’API Key che avete ottenuto dal pannello utente di DarkSky
latitude/longitude(Stringa, opzionale) Latitudine e longitudine della località da monitorare (solitamente la medesima configurata su configuration.yaml in merito alla propria posizione). Laddove non indicate, verranno utilizzate le coordinate di casa indicate presso la voce “homeassistant:” del proprio file di configurazione di Home Assistant.
update_intervalL’intervallo tra un censimento dati e il seguente

È importante configurare correttamente l’update interval: il periodo più breve configurabile è di 1 minuto e 44 secondi, il quale corrisponde alle fatidiche 1000 interrogazioni massime al giorno offerte gratuitamente da DarkSky.
Il valore che consigliamo è di 5 minuti.

DarkSky modalità “sensor”

Come spiegato, è possibile anche configurare puntualmente la lista di sensori da introdurre in domotica.
La configurazione tipo è la seguente:

sensor:
- platform: darksky
  name:
  api_key:
  language: it
  scan_interval:
    days: 0
    hours: 0
    minutes: 0
    seconds: 0
    milliseconds: 0
  monitored_conditions:
    - apparent_temperature
    - apparent_temperature_high
    - apparent_temperature_low
    - cloud_cover
    - daily_summary
    - dew_point
    - hourly_summary
    - humidity
    - minutely_summary
    - moon_phase
    - ozone
    - precip_accumulation
    - precip_intensity
    - precip_intensity_max
    - precip_probability
    - precip_type
    - pressure
    - summary
    - temperature
    - temperature_high
    - temperature_low
    - uv_index
    - visibility
    - wind_bearing
    - wind_speed

I parametri di configurazione sono i medesimi espressi per la modalità “weather”.
Ovviamente, la scelta rispetto quali sensori configurare è personale.

A valle della configurazione (magari utilizzando un raggruppamento), l’output sul frontend risulta essere simile al seguente:

DarkSky Sensor Group

guida a cura di Andker


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Please comment below