Panoramica: come usare gli attuatori Broadlink su Home Assistant

2 minuti di lettura

 

Broadlink RM Mini 4

L’uso dell’infrarosso e della radiofrequenza in domotica è piuttosto diffuso. Declinato poi su attuatori Broadlink e sull’HUB personale Home Assistant dà forse il meglio di sé.

Il problema più che altro sta nella vastità del tema, motivo per cui abbiamo deciso di realizzare questa pagina “capofila” che riassuma, per punti, come utilizzare Broadlink su Home Assistant, ovvero da dove partire (ovvero dalla scelta dell’attuatore) fino all’implementazione più completa.

Scelta attuatore
Modello Funzioni supportate Integrabilità con Home Assistant
Broadlink RM Mini 3 Infrarosso ✔️
Broadlink RM PRO/PRO+ (RM3) Infrarosso / Radiofrequenza ✔️
Broadlink RM4 Mini Infrarosso ✔️
Broadlink RM4 Pro Infrarosso / Radiofrequenza ✔️

Per “Radiofrequenza” si intende l’invio di “codici fissi” inviati su frequenze 433 MHz/315 MHz, quindi non codici “rolling-code” (tipo i FAAC, conosciuti anche come hopping code). I radiocomandi di questo tipo non si domotizzano via Broadlink, ma così.

Modalità d’uso

Sostanzialmente le possibili modalità d’uso sono tre (possono essere usate contemporaneamente):

  1. invio di codici (infrarossi o radiofrequenza) raw (grezzi);
  2. come telecomando virtuale;
  3. come entità di tipo clima, ventilatore o media player.

Quale sia la modalità che si sceglie, a monte deve venire effettuata l’integrazione a Home Assistant dell’attuatore Broadlink (o degli attuatori, laddove se ne possegga più d’uno).

1. Invio codici raw (grezzi)

Si tratta della più elementare delle modalità. In sostanza si utilizza il servizio remote.send_command per inviare codici grezzi in codifica Base64, raccolti con Broadlink Manager o con altre tecniche. 

Solitamente si utilizza in prima battuta per verificare che l’integrazione con Home Assistant funzioni. Di fatto è una modalità resasi obsoleta con l’avvento della modalità 2. che illustreremo a seguire.

Tutte le indicazioni su questa modalità sono disponibili qui:

Catturare e inviare codici infrarossi/radiofrequenza tramite Broadlink e Home Assistant

 

2. Come telecomando virtuale

Si tratta della modalità che ha sostituito (o meglio, affiancato) la prima, rendendo la gestione dei codici molto più semplice e funzionale. Introdotta a partire dalla versione 0.103, tale modalità consente di “mappare” il Broadlink come “telecomando virtuale” sull’HUB sempre utilizzando il servizio remote.learn_command, ma andandogli ad associare dei telecomandi fisici e relativi pulsanti (e quindi codici) che vengono registrati sull’HUB e possono così essere riutilizzati.

L’invio dei codici è così molto astratto e semplificato: dimenticandosi dei codici veri e propri, è possibile evocare il servizio remote.send_command indicando al telecomando virtuale e quale tasto “premere” di quale telecomando fisico registrato, e quindi inviare il relativo codice.

Tutte le indicazioni su questa modalità sono disponibili qui:

Gestire telecomandi virtuali su Home Assistant via Broadlink (parte 1)

 

3. Come entità strutturate

Uno dei modi più interessanti nell’uso dei Broadlink è infine quella di definire delle entità virtuali (eg. “Condizionatore”, “TV” ecc.) le quali, quando utilizzate (manualmente o via automazione) di fatto altro non facciano che inviare codici via Broadlink.

In sostanza è possibile domotizzare condizionatori/climatizzatori tradizionali non domotici, televisioni/impianti Hi-fi (e altri) tramite l’adozione di SmartIR, componente non ufficiale per Home Assistant estremamente potente e versatile. L’uso di questo componente prevede comunque l’attivazione in configurazione della modalità 1.

Home Assistant - Climate Lovelace
come appare un climatizzatore integrato tramite SmartIR.

La cosa forse più interessante di questa modalità è legata al fatto che, generando delle entità strutturate, è possibile di conseguenza usarne i servizi Home Assistant. Mettiamo per esempio di volere definire un’automazione che spegna il condizionatore quando usciamo di casa: nell’azione di tale automazione indicheremo semplicemente il servizio relativo allo spegnimento (“climate.turn_off“) e il nome dell’entità. Lo spegnimento avverrà automaticamente tramite codice infrarosso inviato dal Broadlink.
Il livello di astrazione, dunque, è elevatissimo

Tutte le indicazioni su questa modalità sono disponibili qui:

Custom Component Home Assistant “SmartIR”


Home Assistant Official Logo ATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.


Telegram News Channel