Domotica: SPECIALE INVERNO 2019-2020

3 minuti di lettura

Arriva la stagione fredda e, con lei, gli speciali di inDomus dedicati a come migliorare comfort domestico e saving energetico grazie alla propria domotica personale.

Ovviamente la scelte di ognuno relative alle tecniche di riscaldamento degli ambienti non è tema preso in analisi da questo speciale: semmai, ciò che ci interessa maggiormente come community di domotica sono le tecniche per ottimizzare tramite essa la produzione del calore sia in ottica di comfort sia – cosa certamente non secondaria – in ottica di risparmio. Per confrontarsi con le esperienze degli altri utenti della community, si consiglia di accedere all’OPEN BOARD dedicato a questo tema.

IN PRIMIS: L’Hardware

FIBARO Heat Controller testa termostaticaDifficilmente si può pensare gestire domoticamente il proprio sistema di produzione del calore senza l’adozione di adeguate componenti intelligenti. A prescindere che ci si trovi in presenza di un riscaldamento centralizzato o autonomo, sono sicuramente le teste termostatiche ad essere tra gli attuatori tra i più in voga in questi anni.

Il motivo è semplice: specialmente in ambito centralizzato (dove i temuti contabilizzatori di calore sono diventati, per legge, uno spauracchio per chi precedentemente consumava senza freni), tali componenti permettono una regolazione puntuale della temperatura degli ambienti, specialmente in considerazione della presenza – o meno – degli occupanti.

Di teste termostatiche ne esistono moltissimi modelli; tra questi alcuni conosciuti da noi sono, per esempio:

Volendo spendere davvero poco dotandosi comunque di una testa elettronica e programmabile, si consiglia:


Netatmo termostatoTERMOSTATI

Altro discorso, ma altrettanto importante, è quello legato alla realtà dei termostati per riscaldamento autonomo: si tratta di componenti vitali per chi possieda un impianto per l’appunto autonomo, questo perché si tratta di attuatori in grado, per lo più, di adattarsi alle diverse tecnologie di produzione calore (caldaia, pompe calore eccetera) e che consentono – analogamente alle teste termostatiche intelligenti – di ottenere un saving energetico e una perfetta calibrazione del calore domestico, quanto serve quando serve. Ovviamente il massimo dell’efficienza, negli impianti autonomi, è data dalla co-presenza di termostati intelligenti e teste termostatiche intelligenti.

Alcuni dei termostati più noti (tutti Wi-Fi, autonomi, dotati di geolocalizzazione) sono:


SENSORI
Minut Point

Infine, a prescindere da teste e termostati, ciò che più serve sono sicuramente i sensori di temperatura e umidità, elementi imprescindibili – specialmente se usati in abbinamento agli HUB personali – per lo studio del comportamento termico della propria abitazione. Alcuni sensori consigliati sono:

GUIDE/PROGETTI

Fermo restando che un bel giro sulla nostra guida “domotica per neofiti” (sopratutto se si è neofiti) non fa mai male, vediamo quali guide/progetti abbiamo sin qui realizzato dedicati alla regolazione del clima invernale domestico:

saliamo poi sui gradini più alti, con un livello di difficoltà crescente ma anche un crescente livello tecnologico e di efficientamento energetico:


A latere, un tema comunque legato al clima, quello delle previsioni meteo in domotica:

PODCAST

Microfono

Due gli episodi del nostro podcast dedicati espressamente a questo tema. Una mezz’ora complessiva di descrizione del tema, di illustrazione – a grandi linee – di come la domotica possa rendersi realmente utile durante la fase invernale dell’anno.

Episodio 1 – Episodio 2

Insomma, tante cose da leggere, ascoltare, capire, da affrontare.

Casa vostra può diventare viva a fronte di una spesa limitatissima, spesa che il più delle volte si assorbe – per mancati consumi – in poche settimane. Buona lettura! La community vi aspetta sul forum per qualsiasi curiosità, domanda, chiarimento.

La domotica personale, un passo alla volta


Please comment below