Qubino Flush Shutter

5 minuti di lettura
Produttore: Qubino
Categoria: Attuatore
Tipologia: Controllo motori elettrici bifase (tapparelle elettriche e similari)
Tecnologia: Z-Wave Plus
Difficoltà d’installazione: Media
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: Amazon
Revisione recensione: 1.0

Qubino Flush Shutter - Package

SU E GIÙ

Qubino, brand emergente di base in Slovenia, presenta con questo suo Qubino Flush Shutter una soluzione domotica dedicata espressamente al controllo degli scuri motorizzati di qualsiasi tipo (tapparelle, avvolgibili, persiane) o comunque di qualsiasi motore elettrico bifase (come per esempio i teli da proiezione avvolgibili).

Basato su tecnologia Z-Wave Plus (S2), prevede per l’uso la presenza di un BRIDGE/Gateway che supporti tale standard; è disponibile in due varianti (la 230v corrente alternata e la 12-24 volt corrente continua), abbiamo avuto l’opportunità di testarne la versione 230v in laboratorio.

Ecco cos’abbiamo scoperto per voi.

Caratteristiche

In primis, come sempre, l’aspetto estetico. Si tratta di un piccolo componente dalle dimensioni di 36,8 x 41,8 x 16,9mm, un pochino più grande del minuscolo Qubino Mini Dimmer provato in precedenza ma comunque piuttosto piccolo, facilmente collocabile in scatole murarie.

Qubino Flush Shutter è un attuatore a doppio canale in grado, per l’appunto, di gestire l’invio di tensioni su due canali (uno alla volta, in modo interbloccato, per evitare eventuali danneggiamenti dell’unità a motore). Può essere comandato direttamente via domotica presso il quale è integrato, oppure manualmente, tramite pulsanti o interruttori manuali esterni.

Qubino Flush Shutter - Installazione tipo
uno schema di installazione tipo.

Le installazioni possibili sono diverse: Qubino Flush Shutter ben si adatta a varie condizioni operative, così che in presenza di diversi schemi elettrici possa essere installato senza particolari problemi:

Qubino Flush Dimmer - schemi di installazione possibile

Tra le sue caratteristiche accessorie quella più importante è forse la presenza di un meccanismo di auto-calibrazione: una volta installata, l’unità può essere istruita per auto calibrarsi rispetto al punto massimo e minimo di sollevamento dello scuro motorizzato ad esso connesso. Una volta in esercizio, il Flush Shutter è in grado di fornire le letture di assorbimento elettrico istantaneo, oltre alla temperatura ambientale ottenuta tramite un sensore esterno (opzionale, da acquistare separatamente). L’attuatore, inoltre, ricorda la posizione assoluta della tapparella (o quel che sia) anche in caso di perdita di alimentazione.

Il massimo carico supportato è di 4A a 240V, quindi 920 watt. Estremamente contenuto il consumo operativo dell’unità stessa: solo 0,4W. Trattandosi di un componente Z-Wave alimentato a rete, funge anche da ripetitore di segnale per tale rete mesh.

L’unità presenta un LED colorato sul retro per agevolare l’installazione, una piccola antenna a filo che fuoriesce dalla sua conchiglia protettiva in plastica e, infine, un pulsante per effettuare il pairing con la propria rete Z-Wave.

Installazione

Qubino Flush Shutter si installa abbastanza facilmente (si consiglia sempre e comunque l’intervento di un elettricista professionista): le sue dimensioni, come detto, gli permettono di essere ospitato in qualunque scatola, pertanto il montaggio può essere attuato in pochi istanti e con grande semplicità. Il manuale è, ovviamente, di grande supporto.

Terminata l’installazione è sufficiente attivare il proprio BRIDGE/Gateway (o l’HUB personale che lo comanda) in modalità di pairing per aggiungere velocemente l’attuatore alla lista di entità disponibili.

Compatibilità

Come per qualsiasi componente basato su protocollo Z-Wave, l’analisi in termini di compatibilità va effettuata in relazione non tanto della compatibilità diretta che il componente offre (fisiologicamente nulla) quanto a quella indirettamente garantita dalla domotica personale presso la quale la rete Z-Wave – sulla quale viene attestato il componente – è gestita.

Se consideriamo – come troviamo sia giusto fare in questi casi – la compatibilità possibile integrando il componente a un HUB personale (come approfondito nel paragrafo a seguire), allora tale compatibilità è massima, in quanto l’adozione di HUB personali fornisce compatibilità a tutti gli smart speaker, ad Apple HomeKit a IFTTT e molto altro ancora.

N.b. inDomus ha testato l’attuatore per due settimane in condizioni d’uso reale in abbinamento a un BRIDGE/Gateway Z-Wave↔︎TCP/IP Aeotec Z-Stick Gen5. Durante i test non è stato rilevato alcun malfunzionamento né perdita di connessione. La reattività dell’attuatore è piuttosto buona.

Integrabilità domotica

Sul fronte integrazione Qubino Flush Shutter è piuttosto versatile, senza presentare particolari problemi tecnici.

HOME ASSISTANT

Qubino Flush Shutter si integra molto bene e facilmente con Home Assistant: in presenza di una rete Z-Wave configurata con tale HUB è necessario cliccare su “ADD NODE” e subito dopo accendere l’unità: dopo pochi istanti, vengono create una serie di entità:

Qubino Flush Shitter - Integrazione Home Assistant - Entità

Va da sé che la più importante di queste entità sia quella che rappresenta logicamente la tapparella controllata tramite l’attuatore:

Qubino Flush Shutter - Integrazione Home Assistant - Cover

Tra le altre entità si nota quella relativa all’assorbimento elettrico istantaneo, e quella che comunica posizione relativa della tapparella (da sfruttarsi eventualmente in automazione).

N.b. I test effettuati da inDomus sono stati effettuati tramite rete Z-Wave basata su BRIDGE/Gateway Z-Wave↔︎TCP/IP Aeotec Z-Stick Gen5 e gestita da Home Assistant. Nello scenario testato, i tempi di risposta dell’attuatore e delle azioni associare sono stati pressoché istantanei.
HOMEY

Homey è un HUB personale hardware dotato di antenna Z-Wave, la quale consente di gestire reti di questo tipo: va da sé che sia in grado di integrare componenti Z-Wave generiche; nello specifico, è disponibile un’app di integrazione specifica, la quale consente l’integrazione piena di tutte le funzioni dell’attuatore.

HOMEBRIDGE

Homebridge, BRIDGE software per rendere compatibili con Apple HomeKit dispositivi non nativamente compatibili con tale standard, non pare esser dotato di un plugin tale da gestire direttamente una rete Z-Wave: è infatti più naturale immaginare la disponibilità di un plugin che permetta a Homebridge di dialogare con altri HUB in grado di gestire il componente. È il caso – ed è solo un esempio – del plugin “homebridge-zway”, il quale consente di collegare Homebridge con un’istanza del server Z-Way, componente software che permette di gestire in toto una rete Z-Wave a partire da antenne USB o similari (eg. Aeotec Z-Stick).

In pratica:

  • si installa Z-Way;
  • si configura su di esso un’antenna Z-Wave (eg. Aeotec Z-Stick) e di conseguenza si definisce la propria rete Z-Wave;
  • si fa entrare l’Qubino Flush Shutter nella rete Z-Wave appena definita;
  • si collega Homebridge a Z-Way tramite “homebridge-zway”;
  • a questo punto l’app “Casa” vedrà l’accessorio come cover/scuro.

A logica funziona, ma ha più senso gestire direttamente la rete Z-Wave da un HUB come Home Assistant o Homey e poi tramite essi “esporre” le entità Z-Wave ad Apple HomeKit.

ALTRI HUB

Qubino Flush Shutter è altamente integrabile, così come illustra questo elenco manutenuto direttamente da Qubino.

Qubino Flush Shutter

Valutazione

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Integrabilità domotica
Prezzo
Media

Qubino Flush Shutter - BoASi tratta certamente di un buon componente, ma non esente da difetti. Parlandone bene, gode dell’altissima qualità (sia in termini di sicurezza, consumo e affidabilità) derivante dall’uso dello standard Z-Wave; si integra con un grande numero di HUB ed ecosistemi, funziona bene e senza apparenti difficoltà. Il problema, se c’è, è la limitatezza dell’ambito di applicazione: si tratta infatti di un componente poco versatile, in quanto è concepito per una e una sola cosa: controllare motori bifase. Se paragonato a componenti analoghi ne esce battuto in quanto, in modo lampante, è funzionalmente (e inspiegabilmente) limitato: si pensi per esempio allo Shelly 2.5, il quale non solo è Wi-Fi (con il vantaggio di non dover prevedere un BRIDGE/Gateway di controllo), ma può essere usato anche come doppio interruttore intelligente e non solo come controller per motori bifase – e questo per la metà del prezzo rispetto a questo Qubino Flush Shutter.

Va ribadito che si tratta comunque di un prodotto di alta qualità sia in termini di materiali, di elettronica e di funzionamento complessivo; peccato il prezzo un po’ alto e, sopratutto, la limitatezza nei campi di applicazione.

OPEN BOARD: Le tapparelle elettriche e la domotica personale 🏠