community italiana di domotica personale
 
Recensione: QNAP QHORA 301W

Recensione: QNAP QHORA 301W

7 minuti di lettura
Produttore: QNAP
Categoria: Apparati di rete
Tipologia: Router
Tecnologie: WAN on Ethernet, LAN (Ethernet / Wi-Fi / Mesh)
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Medio (varia in base a quanto si personalizza la configurazione)
Disponibilità: Certified Partners Italia / Amazon
Revisione recensione: 1.0

QNAP QHORA 301W

MOSTRUOSO

QNAP è un brand per lo più associato alla gestione dati, date le molte soluzioni storage di diversa natura e target, ma è una mera semplificazione: presente anche sul mercato del networking, in questa occasione dà a inDomus di testare nei propri lab una soluzione top di gamma di ultimissima concezione, QNAP QHORA 301W, router Wi-Fi dalle caratteristiche e conseguenti prestazioni di livello estremo.

Caratteristiche

Il router QNAP QHORA 301W è un’unità a forma di parallelepipedo delle dimensioni di 25 x 180 x 48 mm, in metallo verniciato, alimentato da un alimentatore esterno a 12v con assorbimento massimo di 24 watt. Basato su CPU Qualcomm IPQ8072A Hawkeye 2 Quad-core (a 2,2 GHz 64-bit), presenta 1 GB di memoria RAM e 4 di storage interno eMMC.

È però sul fronte trasmissivo a trattarsi di un router dalle caratteristiche impressionanti:

  • supporta Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac/ax tramite 8 (sì, OTTO) antenne diverse da 5dBi;
  • velocità wireless 2,4 GHz 2,4 G (1182 Mbps): 4×4 (40 MHz);
  • velocità wireless 5 GHz 5 G (2475 Mbps): 4×4 (80 MHz), 2×2 (160 MHz);
  • bande wireless supportate, 20/40/80/160 MHz;
  • 6 porte ethernet di cui:
    • 4 a 1GbE
    • 2 a 10 GbE

La presenza di due porte a 10GbE è importante, perché consente a chi disponga di un servizio Internet con velocità superiore al gigabit (come cominciano ad esservene nel nostro paese) di utilizzarlo a pieno, in quanto, come vedremo, sono configurabili come porte WAN.

QHORA 301W è solo router, il che significa che non dispone di modulo modem a bordo. Lo abbiamo testato per diversi giorni con una connessione FTTC TIM a 200Mbps/20Mbps: il router è stato collegato inizialmente in cascata a un modem configurato DHCP, poi con uno che permettesse la configurazione come Bridge (in modo tale da evitare un doppio NAT) senza perdere la funzionalità VoIP. Abbiamo quindi configurato il router QHORA in modo tale da stabilire direttamente una connessione PPPoE.

QNAP QHORA 301W - Retro
il retro dell’unità.

Funzionalità

Veniamo alle nostre prove di laboratorio.
Come solitamente accade, l’interfaccia è disponibile collegandosi via browser in HTTP all’indirizzo IP del router. Non appena collegati viene mostrata una dashboard riassuntiva che mostra le metriche e le informazioni più importanti relative allo stato dell’apparato di rete.

QNAP QHORA 301W - Dashboard

Di primo acchito siamo rimasti sorpresi, visto che ci aspettavamo un menu molto più complesso: nella realtà già in questa prima versione firmware risulta tutto molto ordinato e la fruizione risulta piuttosto fluida e semplice – anche per i meno preparati a questo tipo di interfacce.

Presso la voce “Client” vengono mostrati i device connessi al router assieme alle informazioni di dettaglio, oltre a poter configurare le eventuali VLAN per la propria rete locale.

Rete“, invece, presenta diversi sottomenu. In “Definizione porta” l’interfaccia mostra lo stato di tutte le porte LAN oltre a fornire la possibilità di scegliere quale delle stesse (incluse quelle da 10Gbps) utilizzare quale porta WAN (cosa molto apprezzata, per i motivi spiegati in precedenza legati alla disponibilità di connessioni Internet super-veloci) per l’accesso alla rete Internet.

QNAP QHORA 301W - Rete - Definizione porta

È inoltre possibile configurare alcune impostazioni per le singole porte tra le quali velocità di trasmissione, MTU e tipologia di connessione (laddove tale porta sia configurata come WAN). Cliccando invece su “WAN” e “LAN” vengono rispettivamente presentate alcune brevi informazioni relative alla porta configurata come WAN e le restanti porte LAN.

Presso “VLAN” è possibile gestire, lo dice il nome stesso, tutte le proprie VLAN: di default se ne presentano due, una di default ed altra dedicata all’eventuale rete ospiti. Ovviamente è possibile aggiungerne di nuove potendo scegliere range e classi di indirizzi IP, assegnazioni statiche di IP in base agli indirizzi fisici MAC (DHCP reservation), durate delle lease e DNS server da utilizzare.


Nella voce di primo livello del menu “Punto di accesso wireless/virtuale” si potranno definire fino a tre Virtual Access Point + altri tre VAP per la rete guest. Un totale di ben sei reti Wi-Fi diverse.

QNAP QHORA 301W - Rete Wireless - VAP

Ogni singolo VAP può essere configurato sotto diversi aspetti: per ognuno è possibile personalizzare le impostazioni relative al SSID e alla sicurezza. Funzionalità molto interessante poi quella di poter suddividere gli accessi in rete, sia in ambito domestico che, sopratutto, in quello aziendale. Presente anche un pianificatore per poter definire puntualmente i range temporali in cui mantenere accese o spente le varie Wi-Fi. Nelle impostazioni avanzate, presente anche la possibilità dell’abilitazione del band steering, canali, potenza trasmissione, frequenza e larghezza di banda.

Veniamo ora alla voce “QVPN Servers“, dove è possibile trovare molte diverse impostazioni, a partire dalla possibilità di scegliere se configurare il nostro router come server VPN, funzionalità particolarmente elaborata e personalizzabile in questo potente QNAP QHORA 301W.

La prima opzione è quella di utilizzare un servizio offerto direttamente da QNAP che sfrutta il protocollo proprietario QBelt. Si tratta di un protocollo progettato per “ridurre le possibilità che la connessione venga rilevata come VPN, riducendo inoltre le possibilità di intercettazione del traffico di rete”. Al netto di questa prima opzione, è comunque possibile configurare il router come classico server L2TP e/o OpenVPN (quest’ultima particolarmente apprezzata perché non sempre disponibile sui router anche di fascia alta come questo).

Non stupisce poi la possibilità offerta da QNAP di poter impostare il router come client cliccando sulla voce “QVPN Clients“; il modello QHORA 301W è infatti espressamente concepito per creare reti distribuite, via VPN, su diversi siti, così da creare reti aziendali sicure e particolarmente veloci. 

Veniamo ora al menu “Sistema“.

In questa sezione è possibile decidere se configurare l’unità come router wireless oppure come Access Point. Ovviamente sarà possibile sfruttare quest’ultima funzionalità solo collegando il router via cavo ethernet ad altro router. In questa sezione di menu è possibile trovare un classico “Registro eventi” noinché le “Impostazioni di sistema” (dove è possibile riavviare, reimpostare o effettuare il backup della configurazione) e il “Controllo accessi” dove sarà possibile gestire l’account di amministrazione locale (nonché l’accesso al cloud QNAP).


Come molti modelli top, QNAP QHORA 301W supporta la gestione storage: presso “Impostazioni USB” è possibile impostare i dettagli dei dischi collegati ed esporre eventualmente i contenuti tramite l’abilitazione della funzionalità di server FTP nonché Samba. Presso la sezione “Firmware“, invece, come è facile intuire è possiible gestire l’aggiornamento del software di sistema, incluso eventuale aggiornamento programmato in specifiche fasce orarie del giorno.

Infine, presso la voce di menu “NAT / Firewall” è possibile definire regole specifiche per limitare il traffico in ingresso: configurare l’ALG, il port forwarding e il supporto al servizio UPnP. Per quanto riguarda invece la gestione dei Dynamic DNS, QNAP QHORA 301W lascia un po’ a desiderare (almeno nell’attuale versione firmware da noi testata), in quanto risulta supportato il solo dominio “myqnapcloud.com”.

Esperienza d’uso

Abbiamo avuto modo di testare il QHora-301W per diversi giorni e in diverse condizioni d’uso. Si tratta di un prodotto sicuramente di alto livello e soprattutto all’avanguardia.

Dà l’impressione di essere piuttosto solido: sicuramente non di dimensioni ridotte ma, per una volta, non è brutto, anzi. Si tratta di un componente del tutto privo di ventole – quindi totalmente silenzioso – nonostante monti un processore Qualcomm Quad-core 2,2 GHz. Presenta delle feritoie sui lati e sulla parte inferiore per la circolazione dell’aria: dopo giorni di utilizzo, appoggiando la mano sulla parte superiore non avvertiamo particolare calore, a differenza di molti altri apparati di rete che scaldano moltissimo (talvolta anche in presenza di ventole), cosa che dimostra una grande attenzione alla progettazione. D’altronde parliamo di QNAP.

Come detto supporta Wi-Fi 6 802.11ax il quale prevede una velocità teorica di trasferimento fino a 3600Mb/s dual-band (2,4GHz e 5GHz), quindi davvero numeri importanti. Ovviamente supporta ampiamente lo standard mesh per l’ampliamento della copertura Wi-Fi tramite repeater compatibili.

Dobbiamo  comunque sottolineare l’assenza di antenne esterna: nel nostro caso, un ambiente di circa 70mq, abbiamo avuto problemi di copertura di un’area specifica con modem/router utilizzati in precedenza con antenne interne, anche di fascia alta, ma con il QHora purtroppo la situazione non è cambiata. Ad ogni modo ottima la possibilità di definire fino a 7 diverse reti wireless (3 sulla 2.4, 3 sulla 5 e 1 rete ospite), e sopratutto l’adozione dello standard mesh, il che consente una ripetizione del segnale a copertura di tutti gli angoli bui dell’ambiente.

Apprezzata tantissimo è la presenza delle porte da 10Gbit e l’estrema flessibilità di configurazione. Oltre alla maggiore velocità di trasferimento tra i device della propria LAN (ovviamente sempre se provvisti di SSD adeguati), è presente il grosso vantaggio di poter decidere di utilizzare come WAN non solo le porte 1 e 2 da 1Gbit, ma anche una delle 2 da 10Gbit. Ormai, con la diffusione dell’FTTH, questo aspetto non è affatto trascurabile. Ormai, almeno in Italia, nel giro di poco si è passati dal vendere connettività da massimo 1Gbit a connettività d amassimo 2.5Gbit.

A livello software possiamo sottolineare la semplicità di utilizzo. I menu sono sì corposi ma molto ben strutturati, rendendo la configurazione molto semplice anche a persone meno pratiche. La facilità di utilizzo però non nasconde la grande configurabilità, la quale è difficile da riportare in toto in una singola recensione. QNAP QHora-301W è infatti una soluzione enorme, che consente un’altrettanto enorme varietà di usi e applicazioni, specie in ambito small-medium enterprise.

Abbiamo già citato la duttilità relativa alla configurazione della parte WAN e della rete(i) Wi-Fi. Ottima la gestione delle VPN che, oltre a supportare il protocollo proprietario di QNAP, supporta anche i protocolli più diffusi permettendo di configurare il router sia come client e come server. Buona anche la gestione di più VLAN (cosa non affatto scontata: su molti altri modelli top di gamma di altri brand questo non è possibile).

Ciliegina sulla torta, il servizio SD-WAN, anche se di fatto raramente può essere considerato un valore aggiunto per utenti consumer.

Valutazione

QNAP QHORA 301W - BoASiamo di fronte a un modello top dei top. Adatto all’uso domestico? Potenzialmente sì, se per poter usufruire delle enormi capacità di questo router si è pronti a spendere la giusta cifra che viene richiesta per l’acquisto di un modello comunque davvero top.

Tipicamente, il QNAP QHora-301W dà il suo massimo in azienda, dove grazie alle sue estreme caratteristiche di wireless networking, VLAN e VPN consente di creare reti aziendali distribuite, veloci, affidabili. Ovviamente in ambito aziendale tale apparato, come detto estremamente avvenieristico su più fronti, in primis sul fronte hardware, va comparato con apparati di medesima categoria.

Disponibilità: Certified Partners Italia / Amazon

   
Telegram News Channel