Piattaforma Home Assistant “Flux Led/Magic Light”

Produttore: Home Assistant Community
Disponibilità: incluso nell’HUB personale Home Assistant
Categoria: software
Tipologia: piattaforma Home Assistant
Famiglia: componente “Light” Home Assistant
Costo medio: gratuito
Difficoltà di implementazione: medio/bassa
Valutazione inDomus: n.a.

La piattaforma “Flux Led/Magic Light”, figlia del componente “Light” di Home Assistant, serve per integrare i LED Controller Wi-Fi RGB(W) della serie Flux Led/Magic Light (ASMTLED, LitaEle, DoCooler, Sodial eccetera) nonché lampadine della stessa serie alla nostra domotica personale.

In pratica è possibile creare una o più entità “luci” che rappresentino il/i controller LED, permettendoci di disporne accensione/spegnimento, regolazione dell’intensità luminosa, colore, temperatura del bianco, effetti e giochi luminosi ecc.

Questa integrazione permette non solo di controllare questa tipologia di luci, ma anche gestirle negli scenari di automazione (accensione progressiva all’alba, uso come notifiche visive e molto altro).

Su inDomus abbiamo realizzato una guida ad hoc dedicata all’implementazione di questa piattaforma.

Configurazione

La configurazione base della piattaforma “Tile” presso il file configuration.yaml è piuttosto semplice.
È infatti sufficiente inserire un’entry di questo tipo:

# Esempio di entry su configuration.yaml
light:
  - platform: flux_led
    automatic_add: True

Questo tipo di configurazione “base” non prevede che ai controller venga assegnato un IP fisso: l’integrazione provvede infatti a una discovery automatica di eventuali controller/lampadine compatibili all’interno della rete domestica. In caso ne trovi, li aggiunge alle entità di Home Assistant attribuendogli nomi arbitrari e impostazioni di default.

Le variabili disponibili per la personalizzazione della configurazione sono le seguenti:

automatic_add (booleano, opzionale) Per abilitare l’aggiunta/discovery automatico. Default: false
devices (lista, opzionale) La lista di controller/lampadine e relativi IP

name (stringa, opzionale) Nome del device
mode (stringa, opzionale) Modalità del controller/lampadina. Possibili scelte “RGB” e “RGBW“. Default: “RGBW
protocol (stringa, opzionale) Impostarlo a “ledenet” in caso si utilizzi una lampadina Ledenet.

N.b. In base al controller/lampadina, esistono due modalità diverse per configurare la luminosità.
Di base, questa integrazione utilizza l’RGBW. Se il controller/lampadina possiede un canale bianco separato, non è necessario specificare altro: cambiando il valore del bianco questo regolerà la luminosità di tale canale mantenendo i valori RGB costanti. In caso il controller/lampadina non possegga un canale del bianco separato sarà necessario utilizzare i valori di RGB.

Effetti

Questa piattaforma fornisce un gran numero di effetti e giochi luminosi, i quali possono essere “evocati” tramite interfaccia di frontend come tramite automazione nell’uso del servizio “turn_on” (spiegato nel dettaglio sulla scheda del componente padre “Light).

La lista degli effetti è la seguente:

Effect Name Description
colorloop Una mobida transizione tra i colori dell’arcobaleno
colorjump Salta tra sette diversi colori dell’arcobaleno
colorstrobe Effetto strobo tra i colori dell’arcobaleno
random Sceglie un colore a caso nell’ambito RGB
red_fade, green_fade, blue_fade, yellow_fade, cyan_fade, purple_fade, white_fade Effettua un fade tra i colori indicati nel nome e il nero
rg_cross_fade Effettua un fade tra rosso e verde
rb_cross_fade Effettua un fade tra rosso e blu
gb_cross_fade Effettua un fade tra verde e blu
red_strobe, green_strobe, blue_strobe, yellow_strobe, cyan_strobe, purple_strobe, white_strobe Effetto strobo utilizzando il colore indicato nel nome



Dubbi? Perplessità? Fai un salto sul FORUM o sulla CHAT @DISCORD!
Questa pagina è coperta dalla licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License il che significa che puoi liberamente condividerlo, senza modificarlo, citando il link della fonte.