Piattaforma Home Assistant “Broadlink RM2 and A1 sensor”

Produttore: Home Assistant Community
Disponibilità: incluso nell’HUB personale Home Assistant
Categoria: software
Tipologia: piattaforma Home Assistant
Famiglia: componente “Sensor” Home Assistant
Costo medio: gratuito
Difficoltà di implementazione: media
Valutazione inDomus: n.a.

La piattaforma “Broadlink RM2 and A1 sensor”, figlia del componente “Sensor” di Home Assistant, serve per definire in configurazione uno o più sensori a partire dai dispositivi Broadlink RM2 e Broadlink A1 e-Air.

Tali sensori sensori raccolgono informazioni relative a:

  • temperatura;
  • umidità relativa (solo Broadlink A1 e-Air);
  • qualità dell’aria (solo Broadlink A1 e-Air);
  • luminosità (solo Broadlink A1 e-Air);
  • rumore (solo Broadlink A1 e-Air);

Questa piattaforma non è dedicata alla ricezione/invio di segnali in radiofrequenza 433mhz o infrarossi (previsti con il dispositivo Broadlink RM2) ma alla sola definizione di entità di tipo sensore.

Configurazione

La configurazione base di un qualunque “Template sensor” presso il file configuration.yaml è piuttosto semplice.
È infatti sufficiente inserire un’entry di questo tipo:

# Esempio di entry su configuration.yaml
sensor:
  - platform: broadlink
    update_interval: 60
    host: IP_ADDRESS
    mac: 'MAC_ADDRESS'
    monitored_conditions:
      - temperature
      - humidity
      - air_quality
      - light
      - noise

Le variabili disponibili per la personalizzazione della configurazione sono le seguenti:

update_interval (intero, opzionale) Il numero di secondi tra un aggiornamento e l’altro.
host (stringa, obbligatorio) L’IP del dispositivo.
mac (stringa, obbligatorio) L’indirizzo MAC del dispositivo.
monitored_conditions (lista|stringa, obbligatorio) L’elenco delle metriche da collezionare. I valori possibili sono (“termperature”, “humidity”, “air_quality”, “light”, “noise”)

Utenti Windows

In caso l’istanza Home Assistant sia in esecuzione su sistemi Windows è necessario installare una libreria software chiamata PyCrypto.

I binari per l’installazione – e indicazioni rispetto all’installazione su sistemi 64/32 bit – sono disponibili all’indirizzo https://github.com/sfbahr/PyCrypto-Wheels.

Implementazione

su inDomus c’è una guida apposita dedicata all’implementazione di questa piattaforma e di questo device.



Dubbi? Perplessità? Fai un salto sul FORUM o sulla CHAT @DISCORD!
Questa pagina è coperta dalla licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International Licenseil che significa che puoi liberamente condividerlo, senza modificarlo, citando il link della fonte.