FRITZ!DECT 200

5 minuti di lettura
Produttore: AVM
Categoria: Attuatore / Sensore
Tipologia: Spina/presa intelligente con misuratore di assorbimento
Tecnologia: DECT
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: Amazon
Revisione recensione: 1.0
FRITZ!DECT 200 - Lean
SMART HOME DECT

Componenti di questo tipo ne abbiamo già recensiti diversi; questo modello AVM, FRITZ!DECT 200, si distingue dagli altri per l’adozione dello standard wireless DECT, tipicamente disponibile in tutti i modem/router della linea FRITZ!Box della casa tedesca.

Analogamente a standard come ZigBee o Z-Wave, DECT prevede l’utilizzo di un BRIDGE/Gateway di controllo, una sorta di concentratore il quale dialoga con i componenti con lo standard in questione e, dall’altro lato, con la rete LAN TCP/IP, consentendoci così di raggiungere i componenti. In questo caso specifico –  a differenza degli standard sopracitati – il concentratore in questione è il proprio modem/router: in sostanza, chi possiede un FIRTZ!Box (sufficientemente recente) dispone anche di un BRIDGE/Gateway DECT. Tale standard viene utilizzato non solo per controllare componenti domotiche come questa, ma anche telefoni cordless, ambito per il quale è stato inizialmente creato.

Caratteristiche

Il modo più elementare per domotizzare un’utenza elettrica – ormai è cosa nota ai più – è quello di utilizzare degli attuatori a relè in grado di consentire all’utente di attivare/disattivare l’erogazione di corrente. FRITZ!DECT 200 fa proprio questo: in breve, si tratta di un componente che si posiziona su una presa a muro in formato F “Shucko” e permette, tramite Wi-Fi (o pulsante fisico posto sul dorso) di accendere/spegnere l’elettrodomestico collegato ad essa. In pratica, l’attuatore si frappone tra la presa murale e l’elettrodomestico, di conseguenza consentendone il controllo. Il vantaggio di questo tipo di attuatore è l’installazione senza bisogno di alcun tecnico specializzato: si montano collegandoli alla presa e il gioco è fatto.

FRITZ!DECT 200 - Package

FRITZ!DECT 200, inoltre, è dotato di un sensore di rilevamento dell’assorbimento elettrico (espresso in Watt), valore riportato sia verso l’applicazione di controllo (che vedremo in seguito) sia verso eventuali integrazioni domotiche di altro tipo.

Applicato in domotica personale è quindi uno dei componenti ideali non solo per controllare l’erogazione della corrente ma anche per misurarne l’assorbimento e, di conseguenza, i consumi in termini economici. Peccato invece per l’assenza di un qualche comodo sistema di rappresentazione visiva (magari una corona luminosa, come per Shelly Plug S) che comunichi all’utente il grado di assorbimento istantaneo, il quale valore massimo supportato è 10 Ampere (circa 2300 Watt).

FRITZ!DECT 200 ha un modello similare, la presa FRITZ!DECT 210, la quale si differenzia per la presenza della certificazione di protezione IP44  (quindi valida per l’uso esterno ma non sotto pioggia particolarmente violenta) e per un carico massimo supportato di 16 Ampere.

Ecosistema

La presa FRITZ!DECT 200 (come la sorella 210) si configura e gestisce, tipicamente, attraverso l’interfaccia web del modem/router FRITZ!Box in proprio possesso o tramite l’app mobile MyFRITZ! (per Android e iOS) collegata ad esso. Una volta effettuata l’installazione (basta premere un pulsante sull’unità e selezionare “aggiungi componente” dal menu delle applicazioni sopracitate), la presa viene visualizzata in interfaccia, comunicando all’utente l’assorbimento istantaneo nonché la ovvia possibilità di accendere/spegnere l’erogazione di corrente.

FRITZ!DECT 200 - FRITZ!Box

In caso il modem sia esposto anche alla rete Internet (in modo protetto, ovviamente), i componenti della Smart Home DECT ad associati possono conseguentemente essere consultati e controllati da remoto.

Peccato per l’assenza di un contabilizzatore di consumi oppure di automazioni di qualche tipo all’interno dell’ecosistema AVM: non è per esempio possibile essere allertati al superamento di una determinata soglia di assorbimento, né impostare lo spegnimento in tale frangente; sono comunque disponibili automazioni semplici (on/off) su base calendario/orario.

Compatibilità

Parlare del grado di compatibilità di un singolo componente DECT ha poco senso. Tali componenti, infatti, non possono essere usati da solo ma solo in accoppiata con un elemento BRIDGE/Gateway DECT↔︎TCP/IP (un modem FRITZ!Box), pertanto la sua compatibilità deriva direttamente dal grado di compatibilità di tale elemento “collettore” a cui è associato.

rileviamo allora la presenza di una skill per Amazon Echo (Alexa) e alcune componenti per Google Home (Assistant) concepiti per il controllo delle componenti smart home DECT collegate ad esso. Qualcosa c’è anche per il servizio IFTTT.Assente invece la compatibilità (per le componenti domotiche DECT collegate a FRITZ!Box) verso Apple HomeKit – la cosa, come vedremo nel paragrafo seguente, comunque è aggirabile.

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità domotica il BRIDGE/Gateway al quale FRITZ!DECT 200 dev’esser necessariamente collegato per essere controllato e integrato (quindi un modem/router FRITZ!Box) non presenta grossi problemi, anzi.

HOME ASSISTANT

Home Assistant integra la linea di modem/router AVM FRITZ!Box – ivi incluso questo modello – senza alcun problema e piuttosto facilmente (vedi guida). Lo fa principalmente in due modalità diversi: come unità UPnP e come BRIDGE/Gateway DECT↔︎TCP/IP e, ovviamente, parlando di integrazione della FRITZ!DECT 200 (e di qualsiasi altro componente DECT utilizzabile), ci interessa la seconda.

L’integrazione genera automaticamente delle entità di tipologia coerente con quella del dispositivo integrato; per esempio, nel caso di questa presa intelligente FRITZ!DECT 200, essa viene integrata come entità di tipo “Switch” con annessi tutti gli attributi legati ad assorbimento e altro, come per esempio la temperatura rilevata (dato quest’ultimo paradossalmente non disponibile presso l’ecosistema FRITZ!):

FRITZ!Box - Home Assistant - Integrazione DECT - FRITZ!DECT 200

L’entità generata può poi essere utilizzate in modo standard come prevede l’HUB Home Assistant (in gestione manuale come con automazioni, script e quant’altro).

HOMEY

Homey dispone di un’app (“Fritzbox Bridge“) la quale consente la piena integrazione. Nessun problema rilevato: l’integrazione si fa molto velocemente e con efficacia.

openHAB e Domoticz

openHAB riesce ad integrare FRITZ!Box (e quindi le componenti DECT) senza problemi grazie a un binding apposito; anche Domoticz risulta in grado di integrarlo in vari modi.

SAMSUNG SMARTTHINGS

Anche questo ecosistema pare riuscire ad integrare FRITZ!Box, o per lo meno alcune componenti. FRTIZ!DECT 200 risulta integrabile, ma il modem/router in sé (con le sue varie funzioni) non abbiamo precisamente capito se e come.

HOMEBRIDGE

Homebridge, una soluzione per fornire sola compatibilità con Apple HomeKit, dispone ad oggi di un plugin per l’integrazione (“homebridge-fritz“). Data l’obsolescenza del progetto, si consiglia però di utilizzare uno degli HUB sopracitati i quali sono in grado a loro volta di esporre le proprie entità verso HomeKit, risolvendo così il problema.

HUB Integrabilità Note
Home Assistant ✔️ In modalità Local Push tramite componente “FritzBox” – vedi guida.
Homebridge (Apple HomeKit) ✔️ Tramite modalità Local Push (via plugin “homebridge-fritz“)
openHAB ✔️ Tramite binding apposito o tramite modalità Local Push
Domoticz ✔️ Tramite modalità Local Push
SAMSUNG SmartThings ✔️ L’attuale schema supporta in toto le funzioni FRITZ!DECT
Homey ✔️ Tramite modalità Local Push (via app Fritzbox Bridge)

Valutazione

Valutazione di dettaglio:

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Integrabilità domotica
Prezzo
Media
N.b. La spiegazione di questi parametri di valutazione è illustrata in dettaglio su questa scheda.
FRITZ!DECT 200 - BoAAVM FRITZ!DECT 200 è certamente una buona alternativa per chi possegga un modem/router FRITZ!Box e voglia dotarsi di una presa intelligente per controllare elettrodomestici (di fatto, in parte domotizzandoli) ottenendo inoltre la misurazione d’assorbimento. Ovviamente, come sempre l’integrazione del componente (indiretta, tramite l’integrazione del modem) con gli HUB personali permette di ottenere il massimo dal device (per quanto si parli comunque di un attuatore molto semplice), consentendo all’utente di utilizzarlo anche con gli smart speaker, tramite automazioni complesse e altro.

Solo po’ troppo alto, forse, il prezzo. Speriamo che AVM si posizioni su questo mercato affollato con dei prezzi aggressivi che aumentino l’appetibilità delle componenti DECT come questa.

Altri componenti di questo tipo:


Telegram News Channel