community italiana di domotica personale
 
Recensione: ECOVACS DEEBOT X1 TURBO – parte 2

Recensione: ECOVACS DEEBOT X1 TURBO – parte 2

Produttore: ECOVACS
Categoria: Robot
Tipologia: Pulizia domestica
Tecnologie: varie
Difficoltà d’installazione: Medio/Bassa
Semplicità d’uso: Alta
Disponibilità: Amazon (anche in versione bianca T10 TURBO presso Unieuro)
Revisione scheda: 1.0

ECOVACS X1 TURBO

PARTE 2

Dopo aver elencato nella parte 1 tutte le caratteristiche di una soluzione davvero monstre per la pulizia domestica, ovvero ECOVACS DEEBOT X1 TURBO, eccoci arrivati alla seconda e conclusiva parte nella quale raccontarvi la nostra esperienza sul campo, le nostre impressioni, le nostre critiche e apprezzamenti.

Indice

Esperienza d’uso

Come facciamo sempre con questo tipo di componenti abbiamo testato ECOVACS DEEBOT X1 TURBO per diversi giorni, calandolo in un ambiente dotato un parquet e maioliche abitato da due persone e da un animale domestico (felis silvestris catus), lo stesso ambiente e le modalità di test di alcuni precedenti modelli, così da renderci effettivamente conto di quanto questa nuova soluzione rappresenti (o meno) una svolta.

In primis, le tre tecnologie di orientamento spaziale, ovvero TrueMapping 2.0, Truedetect 3D 2.0 e AIVI Object Recognition Strategic Cleaning si sentono eccome, da subito. Non tanto la primissima, che diamo ormai scontata per efficacia (sebbene abbiamo comunque notato una profonda velocizzazione e un maggior dettaglio in fase di prima mappatura), quando le altre due, concepite espressamente per rilevare ostacoli una, per riconoscere lo sporco la seconda.

Truedetect 3D 2.0 finalmente risolve un problema non secondario, ovvero l’inceppamento per ostacoli raccolti nel cammino. Lo diciamo subito, anche in questo caso non siamo alla perfezione assoluta (cavi molto molto sottili vengono ancora rilevati con difficoltà), ma si tratta della migliore esperienza, in assoluto, fatta sin qui dalla nostra redazione. I cavi (di dimensioni normali) vengono finalmente rilevati, i calzini correttamente evitati come la peste, il tutto complessivamente funziona molto bene, concedendoci finamente il lusso di lanciare (o pianificare) le operazioni di pulizia senza dover pensare “ho lasciato pista libera al robot?“.

ECOVACS DEEBOT X1 TURBO - 3D Mapping
è possibile inviare il robot a pulire “sotto i mobili”.

AIVI Object Recognition Strategic Cleaning è un altro strumento interessante. Abbiamo posizionato strategicamente delle macchie fastidiose, come caffè secco e schizzi di acqua salata vicino all’angolo cottura, per vedere come si comportasse. Bene, dobbiamo dire: il robot si incaponisce, passando più volte sulla macchia rilevata, così da rimuoverla. Sempre però che venga rilevata: sul caffè, per esempio, essendo di colore marrone sul parquet scuro che abbiamo a disposizione non è stata rilevata due volte su cinque. La funzionalità di elusione strategica degli escrementi degli animali domestici sebbene ancora sperimentale funziona già a dovere: abbiamo simulato delle feci di animale impastando dei biscotti al cacao (vi risparmiamo i dettagli del dietro le quinte), posizionandole poi in vari punti della casa: su tutte le superfici, sia parquet le maioliche chiare del bagno, sono state rilevate correttamente e altrettanto correttamente evitate.

Sull’aspirazione c’è molto poco da dire: è molto, molto potente, quindi non si incappa mai in particolari problemi, anzi. Unica cosa non particolarmente positiva è relativa alle dimensioni del serbatoio polveri: più grande sarebbe stato apprezzabile. Così com’è, obiettivamente, impone di essere svuotato a mano dopo circa 100 mqt di pulizia (in funzione, però, anche del grado di sporcizia presente sui pavimenti).

Quanto al lavaggi, è evidente da subito come ECOVACS abbia ingegnerizzato la soluzione con la volonta di sostituirsi in pieno alle pulizie fatte a mano. Non fosse per la necessità di svuotare di tanto in tanto i serbatoi di acqua sporca e polveri, X1 TURBO è finalmente il maggiordomo che tutti aspettavamo

Il lavaggio è infatti eccellente, vogliamo sottolinearlo, e “vorremmo pure vedere”, visto il costo non secondario di questa notevole soluzione per la smart home. Il fatto che le spazzole vengano letteralmente lavate di tanto in tanto durante il processo di pulizia lo rende molto efficace, i pavimenti brillano di pulizia che è percepibile facilmente anche semplicemente camminando scalzi. Data la profondità e l’efficacia della pulizia, pure vivendo in due in appartamento con un animale domestico abbiamo rilevato una reale necessità di lavaggio solo ogni due-tre giorni (con aspirazione, invece, quotidiana), mentre con altre soluzioni precedenti il lavaggio risultava necessario quasi tutti i giorni. 

Le spazzole sono di buona qualità, ma la loro superficie a lungo andare va sostituita (circa ogni due mesi, variabile in funzione dell’uso) con ricambi dal costo, alla fine, piuttosto limitato.

Interessante poi la silenziosità. Considerata la potenza del motore, ci si aspetterebbe molta più rumorosità, cosa vera solo alla massima potenza di aspirazione. A seguire infatti alcuni valori di rumorosità rilevati a mezzo metro di distanza in varie modalità:

Modalità Valore medio in decibel* Valore medio in decibel modello T9
Aspirazione livello 1 55,6 56,9
Aspirazione livello 2 58,8 59,1
Aspirazione livello 3 61,6 65,1
Aspirazione livello massimo 64,7 71,0

*misurazioni effettuate in ambiente silenzioso; valore medio su rilevazioni di 30 secondi ciascuna. I valori di rumorosità in presenza delle spazzole di lavaggio vanno accresciuti di circa 10 decibel.

Non propriamente silenziosa la fase di lavaggio delle spazzole, più o meno al livello di una lavatrice o di una lavastoviglie. Comunque, parliamo di un processo che non prende mai più di un paio di minuti.

Il rumore è quello che segue:

 

Finalmente presidiati i livelli di riempimento: l’app comunica prontamente la carenza di acqua nel serbatoio dell’acqua pulita e l’eccesso di livello in quello delle acque di risulta; anche il serbatoio delle polveri è tenuto sotto controllo, così da essere allertati quando pieno.

Tra le tante cose, ciò che certamente ci è piaciuto molto è la silenziosità e l’assenza degli impatti contro i mobili: X10 TURBO riesce, come spiegato grazie a TrueMapping e TrueDetect 3D, a evitare gli ostacoli e a fermarsi velocemente quanto basta (pur arrivando molto vicino ai bordi, così da pulire con puntualità). Non va quindi a tentoni sbattendo qua e là: ha occhi e “sensi di ragno” per evitare tutto ciò, e lo fa come da attese. Le spazzole laterali sono leggermente più lunghe della media, così da minimizzare la polvere rimanente negli spigoli ad angolo retto/acuti.

In quanto a YIKO, l’assistente vocale, ci ha stupidi per la precisione della compresione dei comandi; meno, invece, in termini di ricezione, in quanto i comandi vengono accettati solo se comunicati abbastanza vicino al robot (diciamo entro ai 4 metri massimo).

Consumi

In tempi come questi è importante tenere a mente anche i consumi elettrici, nuovo paragrafo di recensione che inauguriamo proprio in questa occasione.

I consumi da noi rilevati tramite una presa intelligente Shelly Plug S sono i seguenti:

Fase Potenza rilevata (consumo) Durata
Ricarica circa 25 Watt partendo da 0%, circa 6 ore
Mantenimento carica circa 2 Watt n.a.
Lavaggio spazzole oscilla dai 17 ai 26 Watt circa 2 minuti
Asciugatura spazzole circa 90 Watt medi circa un’ora e mezza con 20 gradi ambientali

Disponibilità e modelli

X10 TURBO è in vendita sia su Amazon che su molti store online oltre che su rete vendita territoriale, nei punti vendita più vicini. È disponibile anche in versione X1 OMNI, identico in tutto e per tutto ma il quale presenta nella stazione di svuotamento anche il meccanismo di svuotamento automatico delle polveri, oltre a quello delle acque sporche di risulta. Inoltre, esiste la versione X1+ la quale prevede il solo svuotamento delle polveri ma non tutto il meccanismo di lavaggio spiegato in questa recensione in due parti.

Esiste infine la variante T10 TURBO, in colorazione bianca, similare all’X1 TURBO e disponibile presso Unieuro.

Compatibilità

Il grado di compatibilità riconosciuta dal produttore – al di fuori di quella, nativa, con l’app ECOVACS HOME (disponibile per iOS e Android), è buona ma non totale. La famiglia OZMO X1 TURBO infatti supporta di base:

ma non con IFTTT né Apple HomeKit (ma per quest’assenza c’è una soluzione, come illustrato a seguire).

*La compatibilità con i maggiori smart speaker è da intendersi come la capacità di comandare il robot e pilotarne le funzioni tramite comandi vocali.

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità la linea OZMO X1 TURBO ha qualche problemi con alcuni HUB, mentre viaggia sul velluto su altri.

HOME ASSISTANT

Home Assistant, l’HUB più diffuso e apprezzato, è dotato di un componente ufficiale (sconsigliato) a supporto dell’integrazione dei componenti ECOVACS ROBOTICS; i risultati migliori li abbiamo ottenuti con il custom component “Deebot 4 Home Assistant“, il quale consente non solo di integrare il robot come entità di tipo “Vacuum”, ma anche di ottenere tutta una serie di sensori, l’immagine della cartina dell’appartamento, nonché i servizi che ci permettono di pilotare il robot direttamente in coordinate spaziali specifiche e altro.

Questo consente di integrare alla perfezione questo potente robot aspirapolvere alla propria domotica personale, per esempio istruendolo ad avviarsi da solo quando si esce di casa, e molto, molto altro (il limite come sempre è la fantasia).  

HOMEY

Homey, ad oggi, non dispone purtroppo di alcuna app per la gestione integrata dei DEEBOT della ECOVACS. Un vero peccato. Non è escluso che ne tempo qualcosa venga sviluppato, dato che le API Cloud di ECOVACS sono a disposizione della community Open Source.

openHAB e Domoticz

Per openHAB c’è qualcosa per la gestione degli ECOVACS in integrazione, dei binding appositiv scritti da terze parti. Per correttezza, segnaliamo di non averli testati. Su Domoticz, niente di utilizzabile riscontrato, quindi nessuna integrazione.

SAMSUNG SMARTTHINGS

Ad oggi non risultano integrazioni disponibili di alcun tipo.

HOMEBRIDGE

Homebridge, una soluzione per fornire sola compatibilità con Apple HomeKit, dispone ad oggi di un plugin per l’integrazione (“homebridge-deebotEcovacs“). Non si tratta di un’integrazione evolutissima (permette “solo” di avviare e fermare la pulizia e poco altro), ma è già qualcosa.


HUB Integrabilità Note
Home Assistant ✔️ Tramite componente ufficiale (ad oggi malfunzionante) oppure, meglio, tramite custom component (vedi guida ad hoc).
Homebridge (Apple HomeKit) ✔️ Tramite plugin specifico “homebridge-deebotEcovacs“. Integrazione parziale ma funzionante.
openHAB ✔️ Tramite bindings di terze parti.
Domoticz ✖️ Integrazione non disponibile.
Homey ✖️ App di integrazione non disponibile/i.

Valutazione finale

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità
Integrabilità
Prezzo
Media
N.b. La spiegazione di questi parametri di valutazione è illustrata in dettaglio su questa scheda.
Tessere le lodi dell’X1 TURBO è sin troppo facile. Semplicemente, è il miglior robot per le pulizie automatizzate che abbiamo mai sperimentato da quando eseguiamo test e recensioni su questa categoria di componenti.

ECOVACS DEEBOT X1 TURBO - BoAAndiamo per gradi. Ovviamente, la cosa più importante è la qualità complessiva delle pulizie. Una volta tanto ci possiamo sbilanciare nel rispondere alla domanda fatidica “può sostituire le pulizie manuali“? Se l’ambiente non è eccessivamente frequentato (un sito con decine di persone prevede pulizie industriali, più che manuali), indipendentemente dalle dimensioni, la risposta è certamente . Certo, rimane il tema della necessità di svuotare di tanto in tanto i serbatoi di polveri e acqua sporca e di riempire quello di acqua pulita, ma al netto di questo, il robot è davvero autonomo e provvede davvero, per conto nostro, a tenere i pavimenti magnificamente puliti.

Lo supera solo il modello X1 OMNI, in tutto e per tutto identico ma che, con un esborso maggiore, garantisce anche lo svuotamento automatico del serbatoio polveri del robot, garantendo ancora più autonomia nelle pulizie.

Parliamo del prezzo: sì, è indubbiamente molto elevato, il più costosto sin qui da noi testato. È altresì vero che si tratta di una soluzione talmente completa ed efficiente che giustifica il prezzo dell’acquisto, specie quando e se viene offerto in promozione. Più che una spesa, un investimento.

AWARD inDomus, senza se e senza ma.

Disponibilità: Amazon (anche in versione bianca T10 TURBO presso Unieuro)

Pros
  • Risultato delle pulizie entusiasmante
  • Si sostituisce alle pulizie manuali
  • Tecnologie di orientamento al top
  • Aspirazione molto potente
Cons
  • A prezzo pieno non è proprio “per tutti”

inDomus AWARD

Altri modelli di robot:

⭐️ BEST IN CLASS ⭐️
Attualmente, per questa categoria di componenti i migliore da noi sperimentati sono: ECOVACS X1 TURBO e Roborock S7

Dicci la tua o poni la tua domanda nei commenti qui sotto!

Questa pagina è redatta, manutenuta e aggiornata dallo staff di inDomus, un gruppo di persone molto diverse tra loro che trovi, per domande e supporto, sul forum e sulla chat del sito. Se ti sei perso, a tua disposizione c'è la mappa.
Telegram News Channel