community italiana di domotica personale
 
Recensione: ECOVACS DEEBOT N8 Pro (e N8 Pro+)

Recensione: ECOVACS DEEBOT N8 Pro (e N8 Pro+)

12 minuti di lettura
Produttore: ECOVACS
Categoria: Robot
Tipologia: Pulizia domestica
Tecnologie: varie
Difficoltà d’installazione: Bassa
Semplicità d’uso: Medio/Alta
Disponibilità: Amazon (anche in versione N8, N8+, N8 Pro / differenze spiegate a seguire)
Revisione scheda: 1.0

ECOVACS DEEBOT N8 Pro+ - top

Della linea di robot automatici per la pulizia domestica ECOVACS DEEBOT, i modelli aspirapolvere e lavapavimenti DEEBOT N8 (nelle versioni N8, N8+, N8 Pro, N8 Pro+) sono a metà 2021 tra i più evoluti e solo per alcune specifiche caratteristiche inferiori ai mostruosi modelli T9, top di gamma.

Nelle ultime settimane abbiamo avuto modo di testare a lungo e in profondità – in un ambiente reale, vissuto, come facciamo sempre – il modello N8 Pro+, il quale si differenzia dai modelli della stessa famiglia in alcuni aspetti che andremo a scoprire assieme. Rispetto al modello N8 Pro, comunque, l’unica differenza sta nella presenza della  stazione di svuotamento automatica (il “+” nel nome): il modello N8 Pro è sostanzialmente lo stesso robot, ma senza stazione di svuotamento (eventualmente acquistabile in seconda battuta). Nella recensione faremo quindi riferimento genericamente al modello N8 Pro.

Per i nostri test siamo dunque partiti dal contenuto del bundle N8 Pro+, il quale presenta dunque il robot N8 Pro, la stazione di svuotamento automatico con relativo cavo di alimentazione e sacchetto di svuotamento da 2,5 litri, due spazzole da montare nella parte inferiore del robot, il serbatoio per l’acqua, un panno in microfibra riutilizzabile e lavabile, una confezione da 10 panni monouso e infine la placca su cui applicare i panni per il lavaggio di cui sopra.

Indice

Caratteristiche

ECOVACS DEEBOT N8 Pro è un’unità robotica dalla classica forma circolare (35 cm di diametro per 9 di altezza) realizzata in robusta plastica bianca. Come tutti i robot ECOVACS si tratta di un’unità massiccia, molto ben costruita, che dà quella sensazione di piacevole robustezza molto lontana da certe sensazioni – concedendoci una licenza poetica – plasticose e giocattolose. Sulla parte superiore del robot è presente piccola la piccola torretta che nasconde l’emettitore a luce laser infrarossa dToF di cui questo modello è dotato (vedremo in seguito a che scopo) assieme al tipico pulsante multifunzione, il quale scopo per l’appunto non i soli accensione/spegnimento ma anche l’avvio delle pulizie in modalità automatica o la messa in pausa delle stesse.

Sempre sulla parte superiore, come per altri modelli, è presente uno sportello che nasconde l’interruttore di accensione generale, un pulsante con relativo LED utile alla connessione Wi-Fi, una piccola spazzola multiuso per la manutenzione manuale dell’unità ed il contenitore delle polveri (da 420 ml, quindi di dimensioni medie) che può essere svuotato e pulito manualmente, aprendolo grazie al tastino laterale ed al doppio filtro rimovibile, oppure automaticamente grazie alla stazione di svuotamento automatico (se disponibile) ed alla presenza degli sportellini situati nella parte inferiore concepiti allo scopo.

Come ormai d’abitudine sui modelli di fascia medio/alta ECOVACS Robotics, anche il modello N8 Pro (così come anche il modello N8) dispone della tecnologia TrueMapping, vale a dire la capacità, tramite i laser sopracitati, di costruire mappe topografiche degli ambienti da pulire (fino a due mappe per singolo appartamento, per esempio in caso di due piani).

Il modello N8 Pro dispone inoltre dell’aggiornata tecnologia TrueDetect 3D, necessaria (fondamentale, aggiungiamo noi) affinché il robot sia assolutamente autonomo nell’evitare ostacoli che potrebbero interromperne la marcia (cavi, scarpe, pantofole, pattumiere, calze, eccetera). Questa tecnologia permette infatti al robot di essere molto preciso, dotandolo quindi una maggiora accuratezza nell’evitare collisioni: è in grado di evitare infatti oggetti rilevati entro una distanza compresa tra 4,5 cm e 30. Per farlo, utilizza tecnologie miste date dall’uso della torretta già in uso per il TrueMapping sia altri sensori frontali, come mostrato anche nel video di cui sopra.

ECOVACS DEEBOT OZMO N8 Pro - Profilo
il profilo frontale del robot: in evidenza la torretta dToF e i sensori TrueDetect 3D.

Nella parte posteriore troviamo il classico serbatoio liquidi estraibile necessario quando si voglia, oltre all’aspirazione, attuare il lavaggio dei pavimenti. Questo robot è infatti provvisto della tecnologia OZMO che, a differenza dell’OZMO Pro (disponibili su altri modelli, eg. il T9 top di gamma), non prevede la vibrazione per lo sfregamento della placca su cui è montato il panno per il lavaggio. Ciononostante, così come appurato con altri modelli da noi testati il risultato di lavaggio è sempre più che soddisfacente, malgrado l’assenza della vibrazione garantita da OZMO Pro. Piccola precisazione: sull’etichetta applicata al contenitore è indicato di utilizzare “solo acqua” (preferibilmente addolcita), ma noi abbiamo utilizzato – a nostro rischio e pericolo – anche una piccolissima quantità di detergente senza riscontrare alcun problema. Da tenere a mente, comunque: eventuali danni causati dal detergente non sarebbero coperti da garanzia.

ECOVACS DEEBOT OZMO N8 Pro - True Detect
TrueDetect 3D in azione.

Nel caso in cui si voglia utilizzare il robot con la sola funzione di aspirazione, basta lasciare disinserito il contenitore dei liquidi. Abbiamo notato che il robot riconosce in autonomia la sua presenza: durante un test, mentre era fermo in base, il robot ci ha avvertiti tramite un messaggio vocale dell’effettivo, avvenuto inserimento del contenitore per il lavaggio fatto sul momento.

Passiamo ora alla parte inferiore del robot N8 Pro dove, lungo tutta la circonferenza, troviamo gli ormai tradizionali sensori anti-caduta, concepiti per rilevare “dislivelli” (scalini o altro) e quindi arrestare il robot per evitarne la caduta. In corrispondenza della parte anteriore sono invece presenti le clip dove applicare le spazzole laterali, i contatti metallici per la ricarica della batteria e quello per il rilevamento dei tappeti che innesca, se configurato, un aumento della potenza aspirante. Nella parte centrale invece è presente la spazzola principale facilmente estraibile per consentirne la pulizia. Possiamo infine notare la presenza dei già citati sportellini necessari per lo svuotamento automatico del contenitore delle polveri.

 

ECOVACS DEEBOT OZMO N8 Pro - Inferiore con panno
la parte inferiore del robot in presenza del serbatoio lavaggio e del panno.

La potenza di aspirazione di questo robot, grazie alla nuova spazzola principale e alla modalità “Max+” (il massimo livello su una scala di quattro) risulta essere particolarmente efficace riuscendo a fornire buoni risultati anche su tappeti e nelle fessure, anche se è naturalmente più rumorosa delle altre modalità. ECOVACS Robotics riporta ufficialmente che, rispetto al suo predecessore il modello 950, le prestazioni di pulizia siano aumentate del 53% pur mantenendo anche una rumorosità comunque non eccessiva. Analogamente, anche la quantità di acqua da emettere in caso di lavaggio è regolabile da Min a Max+. Attenzione però alla durata della batteria: con una potenza di 3200mAh (contro i 5200 del 950, per esempio) un’intera carica potrebbe risultare insufficiente in caso di ambienti molto grandi (specie utilizzando la modalità Max+); si tratta comunque di un problema relativo, dato che quando eventualmente la batteria fosse quasi scarica il robot tornerebbe alla base per ricaricarsi per poi ripartire in autonomia dal punto in cui aveva interrotto.

Infine, è bene sapere che l’unità… parla, e in buon italiano, comunicando i vari stati operativi man mano che si verificano.

DIFFERENZE TRA N8 e N8 Pro

Sostanzialmente i modelli N8 e N8 Pro (quest’ultimo da noi testato in bundle con la stazione di svuotamente) sono pressoché identici, ma una sostanziale differenza esiste, a parte il prezzo: come detto il modello Pro dispone infatti della funzione (a nostro modo di vedere fondamentale) TrueDetect 3D di cui abbiamo parlato in precedenza. Questo concede di sguinzagliare l’N8 Pro negli ambienti fregandosene letteralmente dell’eventuale presenza di ostacoli, cavi compresi: a questo provvede lui, da sé, cosa che n’N8 non è in grado di fare.

Come già spiegato, i modelli N8/N8+ e N8 Pro/N8 Pro+ differiscono tra loro solo per la presenza della stazione di svuotamento automatica.

Installazione

La prima configurazione di un DEEBOT si effettua, sempre e comunque, tramite l’app per smartphone/tablet ECOVACS HOME (per iOS e Android), la quale sebbene non propriamente apprezzatissima nelle votazioni presso i rispettivi app store, a nostro giustizio risulta più che appropriata e ben realizzata (nonché robusta ed efficace). Forse all’inizio è un tantino complessa, motivo per cui alcuni utenti, presi forse dalla frustrazione, tendono ad esprimere giudizi negativi. Nel complesso, noi l’abbiamo trovata, ripetiamo, più che adeguata e funzionale.

Ciò detto, torniamo all’installazione, la quale prevede sostanzialmente di associare il robot alla propria app mobile e alla propria Wi-Fi domestica.

Terminata la procedura il robot viene aggiunto all’app ECOVACS HOME ed è dunque pronto per la prima escursione domestica, attività necessaria in prima battuta per consentirgli di “disegnare” automaticamente la topografia dell’appartamento. Ovviamente, se si possiedono più piani sarà necessario ripetere la procedura tante volte quanti sono i piani da mappare (al massimo due). Premendo quindi su “Pulizia automatica” il robot partirà in cerca delle coordinate (e già che c’è, pulirà).

Modalità di pulizia

I robot della famiglia OZMO T8 prevedono sostanzialmente tre modalità di pulizia: automatica (che provvede a pulire tutta la superficie di casa in base a un ordine prestabilito dall’utente), per aree (scegliendo quindi quale stanza/e pulire) e personalizzata, che consente di pulire area specifica intesa come un rettangolo di dimensioni variabili definibile a mano dall’utente. Queste tre modalità possono essere sia innescate manualmente oppure pianificate, tramite lo schedulatore settimanale presente sull’app.

Le modalità di pulizia sono personalizzabili fin nei minimi dettagli. Come già detto in precedenza, in presenza del serbatoio liquidi (che il panno sia presente o meno, quindi attenzione) il robot si configurerà in modalità aspirazione e lavaggio pavimenti; diversamente si preoccuperà solo dell’aspirazione delle polveri. Il nostro consiglio è quello di rimuovere completamente il contenitore nel caso in cui sia necessaria la sola modalità di aspirazione; questo per evitare di rovinare un eventuale panno applicato alla placca per il lavaggio (comunque sostituibile con poca spesa, un po’ come tutti i pezzi di ricambio).

Prima di procedere con le preferenze di pulizia consigliamo di configurare le aree tramite la funzionalità di gestione mappe, dove è possibile modificarle, eliminarle, etichettarle ed impostare delle barriere virtuali per impedire la pulizia di determinate aree. Inoltre, è possibile definire l’ordine di pulizia delle stanze, quante volte passare (se una o due), differenziando persino la quantità di acqua per il lavaggio e la velocità di aspirazione stanza per stanza. La stazione di svuotamento e ricarica, presente nella versione Pro+, è infine una comodità non secondaria: consente in pratica di disinteressarsi della pulizia del robot stesso (quindi lo svuotamento del suo serbatoio) fino a un mese e oltre (ovviamente varia in base alla quantità di sporcizia rimossa dal robot).

Esperienza d’uso

Abbiamo messo sotto torchio l’N8 Pro per circa dieci giorni in un ambiente in cui solitamente si utilizza un aspirapolvere manuale top di gamma di altro brand, dove si è abituati al lavaggio quotidiano di tutte le stanze e, sopratutto, dove transitano più persone per tutto il giorno. Il robot è stato utilizzato quotidianamente in modalità di sola aspirazione, mentre a giorni alterni si è provveduto anche alla modalità lavaggio. Nonostante l’utilizzo di qualche goccia di detergente (anche se sconsigliato), come sempre capita non possiamo dire che il livello di pulizia sia lo stesso di un lavaggio manuale tradizionale, ma possiamo affermare con certezza che sin da subito la differenza non si nota per niente: la cosiddetta “prova calzino bianco” viene superata egregiamente. Per quanto riguarda la gestione tramite app, inizialmente può confondere su alcuni aspetti, ma già dopo un paio di utilizzi si comincia a capire veramente bene come regolarsi per la pulizia delle aree.

Il nostro consiglio è quello di lasciare il più possibile aperte le porte durante le pulizie. In un test abbiamo avviato la pulizia della stanza in cui era posizionata la base il robot chiudendo la porta, pensando la cosa avesse effetto. Visto che la scansione della mappa è sempre attiva (in pratica le mappe vengon costantemente aggiornate), il robot ha sì pulito correttamente tutta la stanza ma, avvicinatosi alla porta chiusa, ha ridefinito – giustamente – quella porzione d’area della porta con una parete. Dopo il ritorno in base abbiamo aperto la porta e avviato la pulizia di un’altra stanza ma il robot, appena partito è subito rientrato in base perché ha visto che non c’era più un passaggio per poter raggiungere l’altra stanza, ha assunto di non doverci neanche provare. Per poter ripristinare la situazione abbiamo dovuto far ripartire una pulizia automatica. Ovviamente è bastato fargli ridefinire quella porzione d’area e poi farlo rientrare in base.

Il robot è sì in grado di salire sopra i tappeti, ma con alcuni modelli a pelo lungo o comunque scivolosi la cosa potrebbe mandarlo in crisi. Per lo più tende ad evitarli quando non riesce a gestirli al meglio, ma può capitare che vi rimanga bloccato sopra (senza causare danni: tende comunque ad entrare in modalità panico e quindi a fermare tutte le parti in rotazione).

Peccato per l’assenza del livello di riempimento del serbatoio: non ci si rende conto – né c’è notifica – di un eventuale esaurimento dell’acqua di pulizia. Sì che abbiamo appurato che il serbatoio in modalità di erogazione massima è comunque sufficiente per più di 110 mq. di superficie da lavare. Ciò di cui certo non lesina l’app (ma anche l’unità stessa, che come detto parla) sono proprio le notifiche: non solo viene banalmente segnalata la fine delle pulizie, ma anche eventuali stati specifici, come il serbatoio polveri da svuotare, o il raggiungimento del consumo massimo di certe parti (che viene aggiornato pulizia dopo pulizia) come le spazzole laterali, quella principale, i filtri o la necessità di pulire, nella sua interezza, l’unità.

Tra le tante cose, ciò che certamente ci è piaciuto molto è la silenziosità (almeno in modalità “Normale”) e l’assenza, o quasi, di impatti contro i mobili: N8 Pro riesce serenamente ad evitare gli ostacoli e a fermarsi velocemente quanto basta. Non va quindi a tentoni sbattendo qua e là: ha occhi e “sensi di ragno” per evitare tutto ciò, e lo fa come da attese.

Compatibilità

Il grado di compatibilità riconosciuta dal produttore – al di fuori di quella, nativa, con l’app ECOVACS HOME (disponibile per iOS e Android), è buona ma non totale. La famiglia OZMO N8 infatti supporta di base:

ma non con IFTTT né Apple HomeKit (ma per quest’assenza c’è una soluzione, come illustrato a seguire).

*La compatibilità con i maggiori smart speaker è da intendersi come la capacità di comandare il robot e pilotarne le funzioni tramite comandi vocali.

Integrabilità domotica

In termini di integrabilità la linea OZMO N8 ha qualche problemi con alcuni HUB, mentre viaggia sul velluto su altri.

HOME ASSISTANT

Home Assistant, l’HUB più diffuso e apprezzato, è dotato di un componente ufficiale (non particolarmente efficace) a supporto dell’integrazione dei componenti ECOVACS Robotics; i risultati migliori li abbiamo ottenuti con questo custom component, il quale consente non solo di integrare il robot come entità di tipo “Vacuum”, ma anche di ottenere tutta una serie di sensori, l’immagine della cartina dell’appartamento, nonché i servizi che ci permettono di pilotare il robot direttamente in coordinate spaziali specifiche e altro.

Home Assistant- ECOVACS DEEBOT OZMO N8 Pro

Questo consente di integrare alla perfezione questo potente robot aspirapolvere alla propria domotica personale, per esempio istruendolo ad avviarsi da solo quando si esce di casa, e molto, molto altro (il limite come sempre è la fantasia).  

HOMEY

Homey, ad oggi, non dispone purtroppo di alcuna app per la gestione integrata dei DEEBOT della ECOVACS. Un vero peccato. Non è escluso che ne tempo qualcosa venga sviluppato, dato che le API Cloud di ECOVACS sono a disposizione della community Open Source.

openHAB e Domoticz

Per openHAB c’è qualcosa per la gestione degli ECOVACS in integrazione, dei binding appositi scritti da terze parti. Per correttezza, segnaliamo di non averli testati. Su Domoticz, niente di utilizzabile riscontrato, quindi nessuna integrazione.

SAMSUNG SMARTTHINGS

Ad oggi non risultano integrazioni disponibili di alcun tipo.

HOMEBRIDGE

Homebridge, una soluzione per fornire sola compatibilità con Apple HomeKit, dispone ad oggi di un plugin per l’integrazione (“homebridge-deebotEcovacs“). Non si tratta di un’integrazione evolutissima (permette “solo” di avviare e fermare la pulizia e poco altro), ma è già qualcosa.


HUB Integrabilità Note
Home Assistant ✔️ Tramite componente ufficiale (sconsigliato) oppure, meglio, tramite custom component (vedi guida ad hoc).
Homebridge (Apple HomeKit) ✔️ Tramite plugin specifico “homebridge-deebotEcovacs“. Integrazione parziale ma funzionante.
openHAB ✔️ Tramite bindings di terze parti.
Domoticz ✖️ Integrazione non disponibile.
Homey ✖️ App di integrazione non disponibile/i.
ECOVACS DEEBOT OZMO N8 Pro+ - Contenuti package
il contenuto del package N8 Pro+.

Valutazione

Valutazione di dettaglio:

Qualità costruttiva
Funzionalità
Uso: qualità ed esperienza
Compatibilità
Integrabilità
Prezzo
Media
N.b. La spiegazione di questi parametri di valutazione è illustrata in dettaglio su questa scheda.
Come sempre i test e le recensioni di determinati componenti domotici prevedono un gran investimento di tempo, ma troviamo sia l’unico modo per evidenziare reali pregi e difetti di soluzioni comunque piuttosto impegnative dal punto di vista economico. I robot aspirapolvere/lavapavimenti sono tra questi: unicamente utilizzandoli a fondo ti rendi conto quanto l’investimento valga la pena o meno. Certo: con ECOVACS si va per lo più sul sicuro, ma è anche vero che il livello di maturazione di queste appliance ormai è tale da domandarsi se i nuovi modelli valgano la pena rispetto a quelli che li hanno preceduti.

ECOVACS N8 Pro+ - BoANel caso dell’N8 Pro la differenza con i parenti stretti delle serie precedenti si avverte in modo chiaro. Per quanto ci trovassimo già a livelli altissimi, l’N8 Pro si allinea come prestazioni all’ex modello top di gamma, il T8 AIVI, del quale difetta solo nell’assenza del panno vibrante OZMO Pro, ma per il resto non solo si affianca, ma lo supera. TrueDetect 3D è la marcia in più (l’uso della telecamera a tal scopo nel modello precedente si è rivelata valida ma non perfetta): davvero il robot viene percepito come “intelligente”, trovandosi molto di rado in difficoltà con ostacoli o inceppamenti. TrueMapping 2.0 è poi efficacissima nella definizione delle mappe domestiche, il che consente all’utente di gestire, tramite app (e non solo), le pulizie in modo estremamente intuitivo ed pratico. Le pulizie sono efficaci, silenziose, cambiano realmente la percezione complessiva di pulizia di un ambiente, contribuendo a mantenere tutto obiettivamente più pulito, sempre.

In termini di robustezza e qualità complessiva del prodotto, come sempre d’altronde, ECOVACS ci abitua a livelli altissimi: i materiali sono al top, l’attenzione per i dettagli anche, l’investimento è giustificato da un costo equilibrato rispetto al prodotto complessivo che sicuramente farà la felicità di chi lo adotta. La versione Pro+, poi, beneficia della presenza del serbatoio di auto-svuotamento, elemento qualificante che consente di dimenticarsi a lungo della pulizia del robot stesso.

Il guanto di sfida verso altri produttori è rinnovato.
Per gli altri, di sicuro, la battaglia sarà durissima.

Disponibilità: Amazon (anche in versione N8, N8+, N8 Pro)

inDomus AWARD

Altri modelli di robot:

   


Telegram News Channel