Componente Home Assistant (Apple) “iOS”

3 minuti di lettura
Produttore: Home Assistant Community
Disponibilità: incluso nell’HUB personale Home Assistant
Categoria: software
Tipologia: componente Home Assistant
Difficoltà di implementazione: bassa
NOTA IMPORTANTE: con l’avvento della versione 2.x dell’app Home Assistant Companion per Apple iOS le funzioni del componente descritte nella presente scheda sono deprecate in favore del componente Home Assistant “Mobile App“. La lettura attenta di questa scheda è comunque caldamente consigliata, perché descrive a grandi linee cosa è possibile fare tramite l’app per iOS di Home Assistant.

Gli utenti Apple che utilizzino Home Assistant come HUB personale beneficiano dell’esistenza dell’app mobile “Home Assistant Companion” disponibile per tutti i dispositivi iOS.

Apple Logo

Home Assistant dispone infatti del qui descritto componente “iOS” il quale permette di fornire agli utenti, tramite la sopracitata app:

  • notifiche push avanzate (declinazione del componente “Notifications“);
  • device tracking (declinazione del componente “Device Tracker“);
  • controllo della domotica;
  • integrazioni con app di terze parti.

ATTENZIONE. Questo componente non è da confondersi col componente “HomeKit“, il quale serve a tutt’altro, ovvero a esporre le entità di Home Assistant verso l’app “Casa” di Apple. Se questa affermazione non è chiara, è prima necessario leggere con attenzione questa scheda.

ATTENZIONE. Questo componente non è da confondersi nemmeno col componente “HomeKit controller support“, il quale serve a fare in modo che Home Assistant riconosca automaticamente eventuali componenti compatibili Apple HomeKit e “farli propri”, permettendogli quindi di censirli e controllarli.

Il presente componente serve invece a collegare il proprio HUB personale Home Assistant verso l’applicazione mobile “Home Assistant Companion” per Apple iOS (con tutti i benefici dell’elenco di cui sopra).

Requisiti base

I requisiti per sfruttare tali funzionalità sono i seguenti:

L’attivazione del componente “iOS” fa sì che Home Assistant carichi anche, automaticamente, le piattaformi “Device Tracker“, “Zeroconf” e “Notifications“.

Configurazione

CONFIGURAZIONE AUTOMATICA

Il componente “iOS” viene attivato automaticamente (e quindi rende possibile la connessione tra l’app “Home Assistant Companion” e il nostro Home Assistant) nelle seguenti situazioni:

  • è attivo il componente “Discovery” (il quale permette l’auto-riconoscimento di molte famiglie di dispositivi domotici presenti nella propria domotica);
  • si sta eseguendo l’applicazione “Home Assistant Companion” e ci si trova nella welcome screen.

Dato che il componente “Discovery” verifica la rete ogni cinque minuti, potrebbe volerci qualche momenti affinché l’app riesca a comunicare, per la prima volta, con Home Assistant.

CONFIGURAZIONE MANUALE

Per esser certi che il componente sia correttamente in esecuzione, la soluzione è quella di inserire manualmente in configurazione il blocco di codice che segue:

ios:

Configurazione presso l’app

Una volta eseguita l’app “Home Assistant Companion” essa richiederà di inserire l’indirizzo della nostra istanza Home Assistant, la password e il nome del device in corso di configurazione:

Configurazione Home Assistant Companion

N.b. La password al quale si fa riferimento è quella definita nella chiave “api_password” del blocco “http” presso il file configuration.yaml.

Completata questa operazione, l’app segnalerà un “ok” sulle voci che appariranno sottostanti relative alle piattaforme configurate:

Home Assistant Companion - Apple iOS - Configurato

A questo punto il componente iOS sarà operativo.

Evidenze presso Home Assistant

Una volta integrato un componente iOS presso Home Assistant, gli effetti saranno i seguenti:

  • il file “know_devices.yaml” si arricchirà di un nuovo elemento relativo a tale device;
  • verrà creata una nuova entità di tipo “Device Tracker“;
  • verrà creata una nuova entità di tipo “Notifications“.
KNOW DEVICES

Il file “know_devices.yaml” si arricchirà di un nuovo elemento, ad esempio:

iphone_di_silvia:
  hide_if_away: false
  icon: mdi:apple
  mac: 
  name: "iPhone di Silvia"
  picture:
  track: true

Impostare la chiave “track” a “false” eliminerà la corrispondete entità di tipo “Device Tracker” (ed esempio un iPad che resta sempre a casa e quindi non ha senso usare come tracker).

DEVICE TRACKER

Da qui in poi l’app comunicherà a Home Assistant le variazioni relative alla posizione geografica del device tramite l’entità “Device Tracker”.
Proseguendo nel nostro esempio, il nome dell’entità in questo caso sarà “device_tracker.iphone_di_silvia“.

NOTIFICATION

A questo punto sarà anche disponibile un servizio derivato dal componente “Notification”, il quale avrà nome dato dal prefisso “notify.ios_” e da un suffisso dato dal nome del dispositivo.
Proseguendo nel nostro esempio, il nome dell’entità in questo caso sarà “notify.ios_iphone_di_silvia“.


Home Assistant Official LogoATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.