Componente Home Assistant (Apple) “iOS”

Produttore: Home Assistant Community
Disponibilità: incluso nell’HUB personale Home Assistant
Categoria: software
Tipologia: componente Home Assistant
Costo medio: gratuito
Difficoltà di implementazione: bassa
Valutazione inDomus: n.a.

Apple Logo

Gli utenti Apple che utilizzino Home Assistant come HUB personale beneficiano dell’esistenza dell’app mobile “Home Assistant Companion” disponibile per tutti i dispositivi iOS.

Home Assistant dispone infatti del qui descritto componente “iOS” il quale permette di fornire agli utenti, tramite la sopracitata app:

  • notifiche push avanzate (declinazione del componente “Notifications“);
  • device tracking (declinazione del componente “Device Tracker“);
  • controllo della domotica;
  • integrazioni con app di terze parti.

ATTENZIONE. Questo componente non è da confondersi col componente “HomeKit“, il quale serve a tutt’altro, ovvero a esporre le entità di Home Assistant verso l’app “Casa” di Apple. Se questa affermazione non è chiara, è prima necessario leggere con attenzione questa scheda.

ATTENZIONE. Questo componente non è da confondersi nemmeno col componente “HomeKit controller support“, il quale serve a fare in modo che Home Assistant riconosca automaticamente eventuali componenti compatibili Apple HomeKit e “farli propri”, permettendogli quindi di censirli e controllarli.

Il presente componente serve invece a collegare il proprio HUB personale Home Assistant verso l’applicazione mobile “Home Assistant Companion” per Apple iOS (con tutti i benefici dell’elenco di cui sopra).

Requisiti base

I requisiti per sfruttare tali funzionalità sono i seguenti:

  • uno o più dispositivi Apple con versione iOS 9 o superiore (almeno la 10 è caldamente consigliata);
  • Home Assistant 0.42.4 o superiore per il supporto alle notifiche push;
  • l’implementazione di certificati SSL per la connessione a Home Assistant (la nostra guida per ottenerli è disponibile qui).

L’attivazione del componente “iOS” fa sì che Home Assistant carichi anche, automaticamente, le piattaformi “Device Tracker“, “Zeroconf” e “Notifications“.

Configurazione

CONFIGURAZIONE AUTOMATICA

Il componente “iOS” viene attivato automaticamente (e quindi rende possibile la connessione tra l’app “Home Assistant Companion” e il nostro Home Assistant) nelle seguenti situazioni:

  • è attivo il componente “Discovery” (il quale permette l’auto-riconoscimento di molte famiglie di dispositivi domotici presenti nella propria domotica);
  • si sta eseguendo l’applicazione “Home Assistant Companion” e ci si trova nella welcome screen.

Dato che il componente “Discovery” verifica la rete ogni cinque minuti, potrebbe volerci qualche momenti affinché l’app riesca a comunicare, per la prima volta, con Home Assistant.

CONFIGURAZIONE MANUALE

Per esser certi che il componente sia correttamente in esecuzione, la soluzione è quella di inserire manualmente in configurazione il blocco di codice che segue:

# Esempio di configurazione base del componente iOS
ios:

Configurazione presso l’app

Una volta eseguita l’app “Home Assistant Companion” essa richiederà di inserire l’indirizzo della nostra istanza Home Assistant, la password e il nome del device in corso di configurazione:

Configurazione Home Assistant Companion

N.b. La password al quale si fa riferimento è quella definita nella chiave “api_password” del blocco “http” presso il file configuration.yaml.

Completata questa operazione, l’app segnalerà un “ok” sulle voci che appariranno sottostanti relative alle piattaforme configurate:

Home Assistant Companion - Apple iOS - Configurato

A questo punto il componente iOS sarà operativo.

Evidenze presso Home Assistant

Una volta integrato un componente iOS presso Home Assistant, gli effetti saranno i seguenti:

  • il file “know_devices.yaml” si arricchirà di un nuovo elemento relativo a tale device;
  • verrà creata una nuova entità di tipo “Device Tracker“;
  • verrà creata una nuova entità di tipo “Notifications“.
KNOW DEVICES

Il file “know_devices.yaml” si arricchirà di un nuovo elemento, ad esempio:

iphone_di_silvia:
  hide_if_away: false
  icon: mdi:apple
  mac: 
  name: "iPhone di Silvia"
  picture:
  track: true

Impostare la chiave “track” a “false” eliminerà la corrispondete entità di tipo “Device Tracker” (ed esempio un iPad che resta sempre a casa e quindi non ha senso usare come tracker).

DEVICE TRACKER

Da qui in poi l’app comunicherà a Home Assistant le variazioni relative alla posizione geografica del device tramite l’entità “Device Tracker”.
Proseguendo nel nostro esempio, il nome dell’entità in questo caso sarà “device_tracker.iphone_di_silvia“.

NOTIFICATION

A questo punto sarà anche disponibile un servizio derivato dal componente “Notification”, il quale avrà nome dato dal prefisso “notify.ios_” e da un suffisso dato dal nome del dispositivo.
Proseguendo nel nostro esempio, il nome dell’entità in questo caso sarà “notify.ios_iphone_di_silvia“.


Home Assistant iconATTENZIONE: ricorda che sul nostro community FORUM c'è una sezione ad hoc dedica a Home Assistant, per qualsiasi dubbio, domanda, informazione nel merito specifico di queste componenti.

Dubbi? Perplessità? Fai un salto sul FORUM o sulla CHAT @DISCORD!
Questa pagina è coperta dalla licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International Licenseil che significa che puoi liberamente condividerlo, senza modificarlo, citando il link della fonte.